fatturazione elettronica

Fatturazione Elettronica e SPESOMETRO 2017 aggiornamento

Il formato FatturaPA, utilizzato per la formazione e trasmissione delle fatture elettroniche verso le Pubbliche Amministrazioni, sarà adeguato per permettere anche la fatturazione elettronica tra privati, a partire dal 1° gennaio 2017.

Nel mese di dicembre renderemo disponibile l’aggiornamento per il modulo FatturaPA; il nuovo formato sarà utilizzato sia per la fatturazione elettronica verso le pubbliche amministrazioni che per la fatturazione elettronica tra privati, secondo un unico tracciato XML e sempre attraverso il Sistema di Interscambio (SdI), che sarà a disposizione anche per i rapporti commerciali tra privati, come previsto dal D.lgs. n. 127/2015.

Le Pubbliche Amministrazioni e i loro fornitori, oltre a tutti i soggetti che intendono utilizzare il Sistema di Interscambio per la fatturazione tra privati, dovranno quindi configurare i propri sistemi informatici per utilizzare esclusivamente, a partire dal prossimo 1 gennaio, il nuovo tracciato XML ed il relativo schema XSD per tutte le trasmissioni di fatturazione.

I vantaggi per le imprese e per tutti i soggetti che decidono di optare per l’utilizzo della fatturazione elettronica a partire dal 1° gennaio 2017 sono numerosi e riguardano:

  • Esonero spesometro;
  • Abolizione della Comunicazione operazioni black list;
  • Abolizione elenco acquisti intra-comunitari di beni;
  • Abolizione elenco riepilogativo dei servizi intra-comunitari ricevuti;

SPESOMETRO Novità  2017

Il Decreto legge 193/2016 introduce nuovi importanti obblighi e scadenze a carico di aziende e imprenditori:

  • Addio allo Spesometro annuale: l’emendamento approvato prevede che dal 2017 la comunicazione nota come «elenco clienti e fornitori» dovrà essere trasmessa ogni 6 mesi nel 2017 e ogni tre mesi a partire dal 2018. La comunicazione dovrà essere in formato analitico, il formato aggregato non verrà più accettato. Sottrarsi all’obbligo costerà molto caro, sino a 50.000 euro, così come saranno parecchio salate anche le sanzioni relative alle comunicazioni errate.
  • Nuova comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA: dovranno essere trasmessi trimestralmente tutti i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche dell’imposta, anche se a credito. Saranno esclusi dall’obbligo di presentazione di questo tipo di comunicazione, i soggetti non obbligati alla dichiarazione annuale IVA o esonerati dall’effettuare le liquidazioni periodiche.