Manuale Utente

Print

MAGAZZINO (TABELLE)

Causali di Magazzino

Questo modulo gestisce le Causali con cui avviene la movimentazione di magazzino.

Nelle causali sono definiti anche alcuni parametri, necessari nella gestione della Valorizzazione di Magazzino, nella gestione dell’INTRASTAT, ma non determinano (od obbligano) ad una movimentazione di Entrata o di Uscita: questa è data solo (ed unicamente) dal Movimento di magazzino.

VALORE: serve per la valorizzazione di magazzino; da attivare se il movimento deve influenzare la gestione dei costi (medio, massimo, minimo etc..); generalmente devono essere compresi gli acquisti da fornitore, i carichi da produzione e similari; per i trasferimenti tra depositi (o movimenti simili) si deve fare una accurata valutazione se devono influire nella valorizzazione di magazzino (e generalmente NON lo deve essere).
UTILIZZA IN C.M.PROG (COSTO MEDIO PROGRESSIVO): indica se i movimenti con questa causale devono influenzare la gestione del Costo Medio Progressivo; poiché questa resetta i calcoli a partire dall’ultima volta che l’articolo ha avuto una giacenza a zero, è necessario “neutralizzare” i movimenti di trasferimento tra depositi (o similari come il conto visione).
UTILIZZA IN LIFO/FIFO: indica se i movimenti con questa causale devono influenzare la gestione LIFO/FIFO;
ESISTENZA INIZIALE: Indica se il movimento è il carico di una giacenza iniziale; fondamentale nel caso della chiusura/riapertura di magazzino;
INTRA: indica se i movimenti con questa causale devono influenzare la gestione INTRASTAT;
INTRA STATISTICO: [S6B6 SP13] da attivare per la compilazione dei modelli INTRA-1 bis e INTRA-2 bis ai soli fini statistici;
VALORIZZAZIONE: Indica il tipo di proposta di valorizzazione del movimento di magazzino, quando si inserisce un movimento di magazzino;

Note di Rilascio

Collezioni

Tipologia: Collegato alla Tabella [Descrizioni] COLLEZIONI_TIPOLOGIA; Attiva [Gestione][Ctrl+F7]

Distinta Base

Con questo programma si possono gestire (inserire, modificare e stampare) le Distinte Base che sono, ovviamente, indispensabili per la gestione della produzione, ma anche se si desidera gestire dei [KIT] sia sul Ciclo Attivo che sul Ciclo Passivo.

Dati di Base e Browse

CODICE: è il codice della Distinta Base; può coincidere con il codice articolo, ma può anche essere differente, soprattutto nel caso che una distinta sia utilizzata per più codici articolo;
REVISIONE: indica il numero della Revisione attiva;
COD.CICLO: (Codice Ciclo di lavoro con Revisione) non obbligatorio; indica l’eventuale ciclo collegato alla Distinta Base (qualora fosse uno solo). Collegato alla Tabella [Cicli di Lavorazione];
UNITÀ MISURA: indica l’Unità di Misura della Distinta Base; collegato alla Tabella delle [Unità di Misura];
COEFF. (COEFFICIENTE): indica il coefficiente della distinta base per unità di produzione: esempio una ricetta che serve per produrre (n) kg di prodotto; non deve essere zero (altrimenti non funziona, ad esempio non fa esplosione dei kit nei documenti);
ARTICOLO: non obbligatorio; indica il Codice Articolo legato alla Distinta Base. Collegato alla Anagrafica [Articoli];
SOLO PER SVILUPPO VARIANTI: [VAR] (non per assegnazione Distinta Base);
INSERITA IN DATA: è la data di inserimento della Distinta;
ULTIMA REVISIONE: automatico; indica la data in cui è stata effettuata l’ultima Revisione;
VALIDITÀ … DAL … AL: indica da quando, e fino a quando è valida la Distinta; l’MRP al di fuori di quelle date considera inesistente la Distinta Base che non potrà essere usata nemmeno per lanci manuali di produzione;
STATO: è lo stato della Distinta Base. Collegato alla Tabella [Descrizioni] DISBTT_STATO. Solo se attiva viene presa in considerazione dall’MRP;

TABELLA COMPONENTI
NR.FASE PRELIEVO: indica il numero della Fase del Ciclo di Lavorazione che deve essere utilizzata per il prelievo del componente. Se assente la Fase di Prelievo sarà la prima del Ciclo di Lavorazione;
NR.FASE SCARICO: indica il numero della Fase del Ciclo di Lavorazione che deve essere utilizzata per lo scarico. Se assente la Fase di Scarico sarà l’ultima del Ciclo di Lavorazione;
COMPONENTE (DESCRIZIONE): è il Codice Articolo, con relativa Descrizione modificabile, del Componente della Distinta. Collegato alla Tabella [Articoli];
U.M.: indica l’Unità di Misura del Componente per questa Distinta Base; collegato alla Tabella delle [Unità di Misura];
COEFFICIENTE: è il coefficiente (o la quantità) del Componente rispetto al coefficiente del Prodotto della Distinta Base;
COD.PROV.: (Provenienza) indica come abitualmente viene acquisito il componente; collegato alla Tabella [Descrizioni Produzione] ARTPROD_CODPROV.
UTILIZZO: campo libero per inserimento annotazioni;
SFRIDO: percentuale/quantità di Sfrido;
SEQ.: (Sequenza) valore numerico che che indica l’ordine di presentazione della Distinta Base;
DEP. (DEPOSITO): è il deposito di prelievo (prioritario); normalmente non deve essere inputato perché il prelievo da magazzino dei componenti segue il flusso normale di produzione determinato dalle Risorse di produzione; se, come eccezione per questa distinta, si vuole effettuare il prelievo da un determinato deposito lo si deve inputare.
OK: CheckBox;
EXPL. COSTO: (Esplodi Costo) se flaggato, il componente viene considerato nell’esplosione della distinta base a costo;
EXPL. CONSUMABILI: (Esplodi Consumo) se flaggato, il componente viene considerato nell’esplosione della distinta base a consumo;

Nella Tab [BROWSE] si trova l’elenco delle Distinte selezionate durante l’ultima ricerca effettuata con le principali informazioni. Inoltre è presente il Riquadro [Esplosione Immediata DB] nel quale è possibile effettuare l’esplosione di tutte le distinte presenti nel [Browse] (Button [Esplodi Tutti]) con due CheckBox per effettuare la cancellazione delle esplosioni [Cancella Esplosioni] e far esplodere tutti i livelli.

Genera Eccezioni

Dettaglio Eccezioni

Note

In questa Tab si possono inserire note lunghe a piacere per meglio definire le informazioni relative alla distinta in esame.

Cicli

Se la Distinta Base è legata ad un Ciclo di Lavorazione, in questa Tab vengono visualizzate le informazioni principali legate alle Fasi del Ciclo ed è anche possibile modificarle.

Per maggiori dettagli vedere [Cicli di Lavorazione].

Revisioni

Esplosione

Dati Gomma/Plastica

Costi Riga

Costi Totali

Sostituzione Componenti

In questa Tab si trovano le funzionalità per apportare molto velocemente modifiche alle distinte base memorizzate.
Se, ad esempio, un componente viene sostituito da un altro migliore o più economico sarà sufficiente specificarne il codice nella Box [Ricerca Componente da Sostituire]. Una volta inserito il codice del nuovo componente con il relativo coefficiente d’uso nella Box [Sostituire con …] premendo il Button [Sostituisci Componente] la sostituzione verrà eseguita automaticamente.
N.B.: le modifiche vengono apportate alle distinte correntemente selezionate. Se non è selezionata nessuna distinta esse vengono apportate a tutte le distinte presenti nell’archivio.

Stampa Distinta Base

Per la valorizzazione dei tempi delle lavorazioni i criteri applicati sono i seguenti:

  • Costo fase da listino fornitore: permette di considerare il costo dal listino fornitori, tipicamente in caso di lavorazione esterna. Ricordiamo che una lavorazione è considerata esterna, quando la fase di lavorazione è associata a una risorsa definita come terzista.
  • Per le lavorazioni “interne” il costo viene prelevato dalla risorsa associata alla fase, in presenza di più risorse sulla fase, viene considerata quella a priorità più alta.

Per i tempi sono considerati in alternativa:
Tempo di lavorazioni per pezzo
Tempo di lavorazione fissa, rispetto al numero max. da produrre.
Possono essere considerati anche i tempi di attrezzaggio / disattrezzaggio che sono definiti sulla risorsa.

Note di Rilascio

Generazione Barcode

Stampa Barcode

Lotti

In questo programma si registrano i lotti che sono in gestione nel magazzino di Stratega™.

Nel riquadro [Dati del Lotto] troviamo tutti i dettagli che identificano il lotto mentre nel riquadro [Composizione Lotto] viene identificato il prodotto cui è relativo il lotto.

Per ogni lotto se ne può specificare un tipo, il numero e l’anno nell’ambito del quale il numero è progressivo. Il numero è un valore progressivo proposto dal programma. Oltre a ciò è possibile specificare lo stato in cui si trova il lotto, la data di entrata, quella di produzione e quella di scadenza. Ovviamente la data di entrata del prodotto in magazzino non è detto che coincida con quella di produzione specialmente per prodotti acquistati presso altre aziende o presi in carico da terzisti.

Per ogni articolo, oltre al relativo codice, è possibile specificare un numero di lotto con l’anno in testa seguito da una barra e dal numero di lotto. Questo potrebbe servire per indicare il lotto assegnato dal produttore, dal reparto di produzione ecc. Seguono poi delle eventuali note.

Dettagli Documento

In questa Tab vengono riportati gli estremi del documento che ha accompagnato il lotto al momento del suo ingresso nel magazzino. Nel caso di prodotto proveniente dall’esterno è possibile specificare il codice del Cliente/Fornitore.

Dettagli Movimento

In questa Tab vengono esposti i movimenti che hanno interessato il lotto con tanto di totali sulle quantità entrate ed uscite. Viene esposto anche il valore relativo alla rimanenza del lotto.

Riepilogo per Deposito

Gestione Ubicazioni

Note di Rilascio

Argomenti