Documentazione
< Indietro
Print

PROVVIGIONI AGENTI

[PROV] In Stratega™ la gestione delle provvigioni si articola su 3 modalità:

  • Provvigioni sul Fatturato: le provvigioni vengono calcolate sulla base della data della Fattura;
  • Provvigioni su Maturato: le provvigioni vengono calcolate sulla base delle date di scadenza (maturazione) della fattura;
  • Provvigioni sull’incassato: le provvigioni vengono calcolate sulla base dell’effettivo incasso (parziale o totale) delle fatture;

N.B nella gestione delle Provvigioni sull’incassato (o sul maturato) è necessario tenere ben a mente che la provvigione è legata alla scadenza; in particolare se si gestiscono degli anticipi (senza provvigioni agli agenti) e si emette una fattura finale con importo a zero (con provvigione agli agenti), Stratega™, non generando scadenze non genera nemmeno la relativa provvigione sul maturato o sull’incassato.

Su Fatturato: Prospetto Provvigioni Agenti

Questo modulo deve essere considerato come la Gestione Semplificata delle Provvigioni Agenti.
In questa modalità non è necessario inputare sempre le percentuali della provvigione, ma se presente il Codice Agente, ma è assente la provvigione (diverso da percentuale di provvigione inputata zero) il modulo ricalcola (ed applica) la percentuale teorica prevista dal setup delle provvigioni.
Nel caso che su riga di fattura sia presente un agente, ma manchi la percentuale provvigione.
Con delle piccole personalizzazioni, a richiesta, è possibile riportare questa stampa ad un calcolo delle provvigioni simile a quello della Gestione Completa.

Note di Rilascio

Su Fatturato: Variazione Fatture per Provvigioni

Attraverso questo modulo è possibile variare la percentuale di provvigione riconosciuta all’agente/agenti per la singola riga di documento.
Deve essere utilizzato solo se si utilizza la Gestione Provvigioni sul FATTURATO. In caso di Gestione Provvigioni sull’Incassato NON DEVE essere utilizzato questo modulo, ma il modulo [Gestione Provvigioni].

Attraverso questa Form è possibile variare la percentuale di provvigione (o l’importo assoluto) riconosciuta all’agente per la singola riga di documento.
Se presente l’importo della provvigione, questo a priorità rispetto alla percentuale.

Su Incassato: Gestione Provvigioni

Questo modulo consente la visualizzazione e la gestione delle provvigioni riconosciute all’agente (o ai diversi agenti) su ogni singolo documento.
Il tipo può essere:

  • acconto
  • provvigione
    Il Tab [DETTAGLIO] rappresenta la definizione “finanziaria” della provvigione.
    Lo stato identifica l’iter raggiunto dalla “provvigione” ed è gestito in parte dalla procedura di [Elaborazione Provvigioni] e in parte autonomamente dall’utente.

Su Incassato: Elabora Provvigioni

Questa procedura consente di effettuare il conteggio delle provvigioni elaborato secondo le indicazioni inserite nel [Setup Applicazione] -> [VENDITE 2].

Su Incassato: Stampa Provvigioni

Questo modulo permette di avere la situazione delle provvigioni da liquidare in base al Maturato (ovvero in base alla data di scadenza della fattura) oppure in base all’Incassato (ovvero in base alla data di pagamento effettivo del cliente).

Dopo aver effettuato l’elaborazione delle provvigioni tramite il modulo [Elabora Provvigioni] è possibile effettuare la stampa del prospetto delle provvigioni da liquidare.
L’effettuazione della stampa definitiva modifica lo stato della provvigione all’interno della procedura.

AGENTE: viene presentata la lista di tutti gli agenti; è possibile effettuare una selezione multipla cliccando su ogni agente che si desidera selezione tenendo premuta il tasto CTRL;
PERIODO: le opzioni (alternative) sono molte: un mese; un trimestre; l’intero anno (attivo in quel momento); globale (ovvero senza considerare alcun periodo);
TIPO ELABORAZIONE: in questo riquadro viene scelta il formato della stampa: [Stampa Dettaglio], [Stampa Riepilogo], [Riepilogo Generale];
STAMPA DEFINITIVA/ CONFERMA PAGATO: se attivo uno dei due flag (che sono alternativo e, quindi, non possono essere utilizzati contemporaneamente] modificano lo [Stato] della provvigione;
TIPO SELEZIONE: attraverso questo Option Button sarà applicato un filtro sulle provvigioni da stampare:
o Tutto – Non verrà applicato alcun filtro;
o Incassato – Saranno stampate solo le provvigioni di cui risulterà saldata (completamente) la scadenza
o Incassato e Sospeso – Come il precedente con in più quelle dichiarate (manualmente) con [Stato] sospese;
o Maturato – Saranno stampate solo le provvigioni la cui scadenza è inferiore alla [Data di Elaborazione]
o Maturato e Sospeso – Come il precedente con in più quelle dichiarate (manualmente) con [Stato] sospese;
o Sospeso – Stampa solo le provvigioni dichiarate (manualmente) in [Stato] sospeso;
o Ristampa Definitivi – stampa le provvigioni già stampate in definitiva;
PERIODO FATTURAZIONE:
DATA DI ELABORAZIONE:
RIF. PAGAMENTO FATTURA AGENTE:

Note di Rilascio

Su Incassato: Sintesi Gestione Provvigioni [P]

  • 1. Inserimento della Fattura di Vendita.
  • 2. Contabilizzazione della Fattura: automaticamente, verrà creato un record per ogni scadenza nella gestione provvigioni (vendite, elaborazione/gestione provvigioni). La provvigione non ha, in questa fase, alcuno stato associato.
  • 3. Stampa Provvigioni: valutazioni delle provvigioni in essere in base alla data di elaborazione. NB: Una provvigione è considerata sospesa nel momento in cui la scadenza è maggiore della data elaborazione e il cliente non ha pagato.
  • 4. Il cliente paga: in [Partite & Scadenze] la partita risulta saldata.
  • 5. Elaboro le provvigioni. La procedura legge i dati dallo scadenziario e aggiorna la provvigione con lo stato di “MATURATA”. Il campo [Data Saldo Fattura Cliente] sarà compilato automaticamente con la data dell’incasso.
  • 6. Stampo le provvigioni maturate comunicando all’agente che sono pronto per ricevere la sua fattura. Per distinguere le fatture già maturate e comunicate all’agente da quelle che saranno da incassare in futuro, stampo le provvigioni maturate in definitiva. Lo stato della provvigione passerà da “MATURATA” a “DEFINITIVA”.

7) Una volta che ho pagato l’agente definitivamente (registrando a mano la fattura in [Prima Nota IVA]), posso ristampare le provvigioni scegliendo l’opzione [Conferma Pagato]. Compilando il campo [Rif. Pagamento Fattura Agente] e premendo il tasto esegui, in automatico le provvigioni assumeranno lo stato “LIQUIDATA” e i campi [Data Liquidazione] e [Rif.Fattura Agente] compilati automaticamente.

Gestione FIRR

Introduzione

Le ditte preponenti sono tenute ad accantonare annualmente una somma, rapportata alle provvigioni liquidate agli agenti, a titolo di indennità di risoluzione del rapporto. Il contributo FIRR è dovuto per tutti gli agenti e rappresentanti, compresi quelli che operano in forma di società di capitali. Nella determinazione del contributo interviene l’importo totale delle provvigioni liquidate nell’anno solare tenendo conto anche delle somme corrisposte a titolo di rimborso o concorso spese.
Tale contributo deve essere versato nel mese di marzo dell’anno successivo a quello di riferimento, utilizzando un apposito bollettino precompilato dalla Fondazione Enasarco.
Le somme accantonate verranno liquidate dalla Fondazione Enasarco direttamente all’agente, o alla società, alla cessazione del rapporto.
Le aliquote F.I.R.R sono stabilite per scaglioni e in caso di inizio o cessazione del rapporto di agenzia nel corso dell’anno solare gli scaglioni saranno ridotti in proporzione ai mesi di durata del rapporto nel corso dell’anno solare.

Anagrafica Fornitori

RIT] All’interno del Tab [RITENUTE] è necessario indicare se il nostro collaboratore è soggetto a FIRR, specificando:
• Tipologia (monomandatario o plurimandatario per il diverso assoggettamento);
• Data di inizio e/o eventuale data di fine (per rapportare gli scaglioni ai mesi di prestazione attività dello stesso). Se in tali campi non viene indicato nulla automaticamente i mesi di riferimento saranno 12.

Dati FIRR

È necessario compilare la tabella di base [Dati FIRR] per il calcolo del contributo FIRR.

Nella colonna dei [Conti di Acquisto Considerati] devono essere indicati tutti i conti del nostro Piano dei Conti che devono entrare a far parte del totale corrisposto come provvigioni liquidate.
La procedura sommerà tutti gli importi imputati su questi conti, in prima nota iva, per il fornitore con il flag di assoggettamento FIRR e tale importi costituiranno la BASE IMPONIBILE.
Nella colonna [Percentuali di Calcolo] è necessario indicare gli scaglioni di calcolo per entrambi gli assoggettamenti.
Tali scaglioni saranno la base per la determinazione del contributo da versare. In base alla data di inizio e/o di fine attività, indicata nell’anagrafica del fornitore, tali scaglioni saranno rapportati ai dodicesimi di riferimento di ciascun collaboratore. Attraverso il Button [Leggi % Anni Precedenti] è possibile duplicare gli importi.
Gli scaglioni ora in vigore sono i seguenti:
MONOMANDATARIO
4% sulle provvigioni fino a 12.400,00 € annui
2% sulla quota delle provvigioni tra 12.400,01 € e 18.600,00 € annui
1% sulla quota delle provvigioni oltre i 18.600,01 € annui
PLURIMANDATARIO
4% sulle provvigioni fino a 6.200,00 € annui
2% sulla quota delle provvigioni tra 6.200,01 € e 9.300,00 € annui
1% sulla quota delle provvigioni oltre i 9.300,01 € annui

Stampa FIRR

Utilizzando il Button [Leggi Importi] viene compilata la tabella con la lettura dei dati inseriti in Prima nota IVA considerando tutte le impostazioni effettuate nell’anno in corso. (È necessario posizionarsi sull’anno solare di cui si intende calcolare il contributo).
In tale tabella sarà possibile procedere a delle variazioni prima di effettuare la stampa e di tali variazioni sarà mantenuta traccia in una tabella di log.
Prima di stampare è necessario salvare i dati letti e/o modificati.

Nel caso di soggetto in cui sono compilati i campi data FIRR sulla scheda fornitore l’importo degli scaglioni sarà rapportato al periodo relativo dell’anno.

Un esempio di stampa:

Previous UTILITY
Next INTERROGAZIONI
Indice contenuti