Manuale Utente

Print

INTERFACCIA UTENTI

La Videata di Base di Stratega™.

Le Form

Generalità: Le form sono le videate, dette anche maschere, con cui l’operatore interagisce e che spesso identifica con il “programma”. Stratega™ è una procedura composta da molteplici programmi suddivisi in diversi moduli funzionali.

Vediamo di seguito una tipica schermata di Stratega™:

Le form sono tutte abbastanza simili e sono suddivisibili in diverse parti evidenziate dai richiami. Di seguito vediamo a cosa servono i vari elementi dell’interfaccia di Stratega™.

Barra del menu

La barra del menu (la colonna che si trova sulla sinistra della schermata, sotto al [MENU OPZIONI]) permette di attivare moduli/form.
Il primo livello è composto dai cosiddetti [TASTONI] che contraddistinguono i principali ambiti operativi di Stratega™.

Facendo click su uno dei [Tastoni] (voci principali del menù, es [Amministrazione], [Cicli Attivo], etc.) si apre il menu dove sono presenti le scelte possibili. Quelle contrassegnate da(+) a sinistra della voce, una volta cliccato sopra, dà luogo all’apertura di un ramo visualizzandone il sotto menu.

Barra degli strumenti

È la Barra posta più in alto; contiene pulsanti funzionali necessari alle operazioni di routine comuni a tutte le form di Stratega™. Per aumentare la velocità d’accesso a tali comandi, quelli più importanti, sono assegnati ai tasti funzione posti nell’estremità superiore della tastiera.

Si può “minimizzare” cliccando il tasto destro del mouse quando ci si trova sopra la barra; con la stessa modalità è possibile ripristinarla.

Si compone di 2 Tab, la prima è [Window]:

  • NAVIGAZIONE; questi [Button] servono per scorrere tra le schede trovate dalla ricerca effettuata; sono attivi solo dopo aver effettuato una ricerca con Trova e quando il Menù Opzioni è nello stato di BROWSE (→ dettagli).
    • Primo: si posiziona sul primo elemento della lista trovata dall’ultima ricerca (disattivo se già ci troviamo sul primo elemento)
    • Precedente: si posiziona sul precedente elemento della lista trovata dall’ultima ricerca effettuata (disattivo se ci troviamo sul primo elemento)
    • Prossimo: si posiziona sul successivo elemento della lista trovata dall’ultima ricerca effettuata (disattivo se ci troviamo sul primo elemento)
    • Ultimo: si posiziona sull’ultimo elemento della lista trovata dall’ultima ricerca (disattivo se già ci troviamo sull’ultimo elemento)
  • RICERCA: Questi pulsanti servono per preparare la ricerca e per eseguirla. Su ogni campo si possono imporre criteri di ricerca fra i più disparati. Tutte le caselle utilizzate per la ricerca si colorano automaticamente di giallo e se rimangono tali significa che non esistono record che soddisfano i criteri di selezione.
    • QBE [F3]: ripulisce la scheda e la prepara per una nuova ricerca (attivo se stato BROWSE);
    • se in altri stati (come MODIFICANUOVO) chiede conferma prima di effettuare l’operazione poiché contestualmente esegue il Ripristina perdendo i dati eventualmente inserito o modificati dall’ultimo salvataggio effettuato;
    • Trova [F4]: esegue una ricerca sulla tabella in base ai parametri inputati (attivo se stato RICERCA)
  • AZIONI: Questi strumenti sono preposti a tutte le operazioni inerenti all’aggiunta, la modifica e la cancellazione dei dati presenti nel database
    • Nuovo: [CTRL+INS] entra in Inserimento di una nuova Scheda/Documento e predispone gli eventuali valori di default azzerando i campi che ne sono privi;
    • Duplica: [F2] duplica la Scheda/Documento attuale in una nuova in modo analogo a [NUOVO] ma con già tutti i campi riempiti con i dati dell’ultima Scheda/Documento su ci trovavamo;
    • Conferma [F5]: conferma i dati inputati (facendo tutti i controlli necessari affinché i dati inseriti o modificati sia formalmente corretti);
    • Ripristina: riporta la scheda attuale allo stato dell’ultimo salvataggio effettuato; tutte le eventuali modifiche apportate sia sulla Tab attuale che su altre andranno perse. Si consiglia che dopo un po’ di dati inseriti si faccia un [F5][CONFERMA] in modo un eventuale Ripristina comprenda buona parte dei dati inseriti e/o modificati;
    • Elimina: [CTRL-CANC] esegue la cancellazione della Scheda/Documento; chiede conferma da parte dell’operatore prima di procedere effettivamente alla eliminazione della Scheda/Documento e comunque effettua dei controlli sull’integrità dei dati prima di eseguire il comando (es. non permette di cancellare un Articolo se ci sono movimenti di magazzino oppure un conto del Piano dei Conti se ci sono movimenti contabili;
  • REPORT: Stratega™, specialmente per quanto riguarda le anagrafiche, adotta la soluzione di sottintendere che il report verrà generato sulla base del recordset corrente. Ad esempio se, sull’Anagrafica Clienti, si ricercano soli i clienti residenti nella provincia di Milano, il report stamperà solo i dati dei clienti residenti a Milano.
    • Stampa: attiva la funzione di stampa del modulo attivo [CTRL+SHIFT+F12]
    • Anteprima: come la stampa, ma in visualizzazione sullo schermo [CTRL+SHIFT+F11]
    • PDF; prepara la stampa in formato PDF [CTRL+SHIFT+F9]; da attivare con apposita licenza. Incorpora una serie di funzionalità aggiuntive quali ad esempio il “copia e incolla” con Office o l’invio della stessa tramite la posta elettronica.
  • Word; attivo solo sulla stampa delle offerte a cliente se abilitata la funzione Stampa Offerte in Word
  • RIGHE TABELLE: In Stratega™ spesso si ricorre a tabelle contenenti gruppi di record. Tali tabelle prevedono tutti i comandi disponibili per l’inserimento o modifica dei dati.
    • Nuova [F8]: crea una riga al fondo della tabella attiva;
    • Inserisci [F11]: Inserisce una nuova riga prima della riga corrente della tabella attiva;
    • Duplica [F12]: Duplica la riga corrente al fondo della tabella attiva;
    • Cancella [F9] o [CANC]; cancella la riga corrente della tabella; è possibile cancellare più di una riga alla volta; può sembrare scomodo in alcune occasioni ma garantisce l’utente da errori involontari, ma che possono provocare danni di cui difficilmente ci si accorge immediatamente;
    • Ripristina ([CANC] su riga cancellata); ripristina la riga corrente (se dichiarata Cancellata); come per Cancella è possibile ripristinare più di una riga alla volta;
  • CUSTOM: è la parte personalizzabile in base alle richieste del cliente;
  • WINDOWS: lista programmi/task aperti su cui si può ritornare e che sono rimasti nello stato in cui li abbiamo lasciati nella sessione corrente;

La seconda Tab è la [ALTRE FUNZIONI]:

  • ALTRO:
    • QBE EXTRA [F6]: attiva la gestione completa delle funzionalità di indicare i parametri di selezione per una ricerca
    • ZOOM [F7]: Se attivo permette di visualizzare e/o ricercare i valori validi del campo corrente
    • GESTIONE [CTRL+F7]: se attivo permette di passare al modulo che gestisce i valori del campo corrente
    • RIPORTA: Riporta i dati sul campo da cui la funzione è stata richiamata;
  • DOCUMENTALE: [DOC] (solo se attiva la Gestione Documentale)
    • Aggiunge
    • Alim. Massima
    • Ricerca Allegati
  • EDIT:
    • Taglia (CTRL-X)
    • Copia (CTRL-C)
    • Incolla (CTRL-V)
    • Cancella
  • ALLINEA FINESTRE: (per visualizzare più finestre contemporaneamente)
    • Verticale: allinea le finestre attive in senso verticale;
    • Orizzontale; allinea le finestre in senso orizzontale;
    • Cascata: visualizza le finestre una sopra l’altra come delle cartelline;
    • Allinea Icone;
  • SETUP:
    • TEMA: permette di scegliere il “tema” (colori etc. …) di Stratega™;
    • MEMORIZZA DEFAULT: permette, modulo per modulo, di memorizzare, per singolo pc (e non per utente), dei valori di default che verranno presentati automaticamente inserendo un “nuovo” record. N.B. Questo non vale per i moduli di Produzione (ad esempio Elaborazione Produzione), nei quali il memorizza Default vale [Alias x DB] presente sulla scheda [Utenti];
    • DEBUG SQL: ad uso Dolphin;
    • GRIGLIA SU TABELLE: se attivo, visualizza un separatore tra le righe delle tabelle, anziché soltanto il separatore sulle colonne;
    • INSERT CONTINUO: dopo la conferma di una Scheda/Documento reimposta la videata per un nuovo inserimento;
  • SISTEMA:
    • Preferiti: permette di memorizzare il modulo attivo in quel momento nel “Tastone” del Menù [PREFERITI]. La gestione avviene per utente; quindi è molto utile perché ogni utente può memorizzarsi i programmi che utilizza di più senza doverli “cercare” ogni volta
    • Menu: Se si è nascosto il menù di sinistra (dove c’è il [Menu Opzioni] e l’elenco dei moduli di Stratega™), con questo Button lo si riattiva;
    • Monitor: Permette di visualizzare gli utenti attivi e le licenze;

Tasti Funzione

Qui sotto sono elencati tutti i tasti funzione attivi con una breve spiegazione:

TastoNomeAzione
F1HelpNome Campo/Tabella (ed in alcuni casi Help)
F2DuplicaDuplica (Anagrafica, Scheda, Documento)
F3QBEQBE (Query by Exam); pulisce/resetta la ricerca. Per eseguire una nuova ricerca
F4TrovaTrova
F5ConfermaConferma dati
F6QBE ExtraQBE Extra (per eseguire ricerca con selezioni molto articolate)
F7ZoomRicerca voci su tabelle associate (su campo di tipo data apre il calendario)
CTRL+F7GestioneApre l’anagrafica del campo interessato
F8Nuova RigaTabelle: Aggiunge una riga alla tabella
F9Elimina RigaTabelle: Cancella Riga (Marca la riga, con una X, per la cancellazione)
F10Ripristina RigaTabelle: Toglie dalla riga la marcatura per la cancellazione
F11Inserisci RigaTabelle: Inserisce una riga prima di quella selezionata
F12Duplica RigaTabelle: Duplica la Riga corrente (la inserisce SEMPRE come ultima riga)
CANC Tabelle: se riga “valida” Cancella la riga (dichiara cancellata la riga, si vede la X; se riga “Cancellata” Ripristina la riga
INVIO Va a Campo Successivo
CTRL+INVIO Va a Capo (Nuova Riga) in un campo multi riga
CTRL+INSNuovoNuovo (Scheda/Documento)
CTRL+CANCEliminaElimina (Scheda/Documento)
CTRL+SHIFT-F5RiportaRiporta il dato scelto sul campo su cui precedentemente è stato premuto il bottone ‘Gestione’
CTRL+SHIFT+F6RipristinaRipristina (Annulla le variazioni fatte dall’ultima Conferma)
CTRL+SHIFT+F9PDFCrea una stampa in formato PDF
CTRL+SHIFT+F11AnteprimaVisualizza la stampa associata al form; consente di stampare su carta
CTRL+SHIFT+F12StampaStampa il report associato alla form
Shift+F5PrimoPosiziona sul primo record del recordset
Shift+F6PrecedentePosiziona sul record precedente del recordset
Shift+F7SuccessivoPosiziona sul successivo record del recordset
Shift+F8UltimoPosiziona sull’ultimo record del recordset


Elementi di Base

Casella di Testo

La casella di testo è forse l’elemento più diffuso nell’interfaccia di Stratega™. Viene utilizzata per l’inserimento, la visualizzazione, la modifica dei dati e per impostare i criteri della ricerca Q.B.E. che è uno dei punti di forza di Stratega™.

Alcune caselle di testo sono collegate, in fase di ricerca, all’elenco dei dati inseriti nell’anagrafica con un doppio click (oppure digitando [F7]), e, in tutte le altre fasi, riconducono direttamente all’anagrafica. Questo è possibile con il Button [CTRL+F7] sulla barra degli strumenti, mentre, attraverso il Button [CTRL-SHIFT+F5] è possibile riportare il dato scelto nella casella di testo iniziale.

Quando una casella di testo viene usata solo per visualizzare i dati, appare con lo sfondo grigio. Caso tipico è quello di un codice con a fianco la relativa decodifica normalmente costituita dalla descrizione associata.

Per spostarsi fra le caselle di testo è possibile usare il tasto [INVIO], il [TAB] oppure fare click con il mouse sulla casella desiderata. All’interno della casella è, invece possibile usare i tasti di spostamento del cursore (freccia a sinistra e freccia a destra). Per portarsi alla fine del testo di una casella basta usare il tasto marcato [FINE] mentre per andare all’inizio si può usare il tasto [INIZIO]. Ultimamente le tastiere anziché riportare la scritta [INIZIO] su tale tasto, posto sopra il tasto [FINE], recano serigrafata una freccia inclinata a sinistra. Nel caso si volesse spostare il cursore di parola in parola andranno usate le frecce tenendo premuto il tasto [CTRL] che ne amplifica l’azione.

Campo Tempo

Il campo gestisce Ore, Minuti e Secondi nella forma 24h 60m 60s.
Di conseguenza per dire 2 giorni si dovrà indicare 48h; per dire 1 giorno 5 ore e trenta minuti si dovrà scrivere 29h 30m; per dire 3 ore 15 minuti e 20 secondi si dovrà scrivere 3h 15m 20s. Ore, minuti e secondi devono essere separati da uno spazio. Ovviamente non e necessario scrivere tutti e tre i gruppi: se si deve indicare 2 ore si scriverà solo 2h.

Pulsanti

A volte certe funzioni sono particolari per una form. Per consentire all’operatore di usufruire di tali funzionalità sulla form vengono posti dei pulsanti che possono essere “premuti” facendo un click con il mouse sopra di essi.

Tab (linguette)

Nei gestionali moderni è ormai consuetudine memorizzare una gran quantità d’informazioni. Stratega™ non fa eccezione ma, per non creare miriadi di programmi che finirebbero per affollare il menu e confondere l’operatore, fa ricorso ai Tab. I Tab sono analoghi alle linguette di uno schedario cartaceo e consentono di accedere a diverse sezioni contenenti dati omogenei tra loro per tipologia. Nell’illustrazione, ad esempio, troviamo il Tab che dà accesso alle “Condizioni di vendita”, quello che dà accesso alla ‘Situazione contabile’ ecc.

Sezioni

Le sezioni sono aree della form accessibili tramite i Tab (sottoform) che rendono più completa e ricca d’informazioni la form principale. Ciò avviene senza confondere l’operatore o costringerlo a interminabili scorrimenti con la barra verticale.

Tabelle

Elemento di cui fa uso intensivo l’interfaccia di Stratega™ è costituito dalle tabelle, molto utili per rappresentare grandi quantità di dati.

Gestione Ricerche

Una delle caratteristiche di Stratega™ è costituita dalla funzione di ricerca denominata Q.B.E. (Query by Exam).
Tale funzione è frutto di un progetto di ricerca IBM per ideare un sistema di interrogazione anche per gli utenti senza costringerli ad imparare alcun tipo di linguaggio informatico (SQL).
La scelta di un’interfaccia verso l’SQL (Structured Query Language) non fu affatto casuale in quanto l’SQL, altro frutto della ricerca IBM, si andava ormai affermando come linguaggio universale per i database dell’epoca e tale è rimasto anche al giorno d’oggi.
Fu così stabilito che, per l’utente, la forma migliore di comunicazione era quella di fare degli esempi al calcolatore sul tipo di risultato voluto.
Fin dalla sua nascita il Q.B.E. fu concepito come “linguaggio” basato su di un ambiente più o meno grafico.

Il FILTRO secondo Stratega™

Stratega™ per rendere semplice l’uso del FILTRO rende implicito il criterio di uguaglianza. Nel caso i criteri interessino più campi il FILTRO opererà sempre eseguendo una congiunzione logica (AND). Quando si cercano valori alfanumerici, detti stringhe, è spesso utile se non necessario disporre di caratteri jolly: Stratega™ ammette solo il simbolo %. Tale simbolo, riconosciuto da tutti i database supportati da Stratega™, significa nessun carattere o più caratteri.

Vediamo di seguito alcuni esempi:

Stringa di ricercaStringhe lette
ROS%ROS, ROSA, ROSSI, ROSSINI ecc.
%ROSSIROSSI, CAPIROSSI, BIANCOROSSI ecc.
%ROSSI%ROSSI, CAPIROSSI, ROSSINI, MAROSSINI ecc.

Per quanto riguarda il maiuscolo/minuscolo, detto case sensitive, Stratega™ non fa una scelta netta, lasciando al giudizio dell’installatore, alle specifiche del cliente e alle capacità del database se distinguere le maiuscole dalle minuscole. Se si intendono usare descrizioni con maiuscole e minuscole è sicuramente consigliabile optare per un approccio case insensitive.
Per quanto riguarda i gadget tipo radio bottoni, combo box e check box, ossia cerchietti, caselle a tendina e quadratini, l’unico criterio possibile è quello di uguaglianza ad uno dei valori possibili. Come per le caselle di testo anche i vari oggetti vengono colorati di giallo per indicare che entrano a far parte della ricerca.
Per azzerare i criteri impostati è sufficiente premere il Button di Cancella FILTRO [QBE][F3].

QBE Extra [F6]

Ovviamente non tutte le ricerche possono basarsi sul criterio di uguaglianza implicita. In tal caso Stratega™ mette a disposizione il [QBE Extra]. Per attivarlo basta posizionarsi sul campo di ricerca, cliccare il tasto destro del mouse e selezionare la voce corretta, oppure premere il Button assegnato sulla barra degli strumenti o utilizzare la funzione [F6] della tastiera. Così facendo apparirà la seguente dialog box:

Nella barra del titolo appare il nome della tabella seguito da un punto e dal nome del campo su cui si sta impostando il criterio. Per convenzione quasi tutte le tabelle di Stratega™ prevedono un campo denominato ANAGRA che contiene la descrizione del record.

Nella prima sezione (vedi immagine sopra) è possibile specificare un criterio riferito ad un valore. Gli operatori possibili sono i seguenti:

=il campo deve essere uguale al Valore
<il campo deve essere minore del Valore
<=il campo deve essere minore od uguale al Valore
>il campo deve essere maggiore del Valore
>=il campo deve essere maggiore od uguale al Valore
!=il campo deve essere diverso dal Valore
LIKEil campo deve essere simile al Valore
NOT LIKEil campo non deve essere simile al Valore
NULLil campo deve essere vuoto
NOT NULLil campo non deve essere vuoto

All’infuori degli operatori di somiglianza (LIKE e NOT LIKE) gli altri operatori sono applicabili a qualsiasi tipo di campo (numero, testo e data). Gli operatori di somiglianza sono applicabili esclusivamente ai campi di tipo testo ed implicano l’uso del carattere jolly % (percentuale). Tale operatore deve obbligatoriamente essere specificato dall’operatore, pena l’esecuzione di una ricerca non corretta.
Ad esempio specificare un criterio del tipo ‘> B’ significa ricercare tutti i valori che iniziano per B fino agli ultimi.

Nella seconda sezione (vedi immagine sopra) è possibile limitare il campo ad essere incluso fra non incluso fra due estremi (Minimo e Massimo). Tale condizione può essere posta in alternativa scegliendo con la precedente oppure deve essere verificata insieme alla precedente (AND – OR).
Il [Periodo] viene evidenziato solo se il campo da cui si è partiti per attivare il QBE è una data.

Infine nella terza ed ultima sezione (vedi immagine sopra) può essere impostata una lista di valori da cui il campo deve differire (Non in Lista) oppure combaciare (In lista) con essi a seconda del flag impostato. Per gestire la tabella dei valori sono presenti sia i tasti funzione che i pulsanti di Stratega™ replicati per l’occasione.
Il flag “Like” permette di attivare anche sui valori elencati nella tabella le funzionalità relative al l’uso del carattere jolly % (percentuale).
Anche questa sezione può avere la condizione di OR (alternativa) o AND (deve essere vera insieme alle precedenti).
È possibile impostare una sola od una combinazione qualsiasi delle tre sezioni. Quando si è terminato di impostare i criteri è possibile confermali con il Button [OK] oppure premendo [Conferma][F5].
Nel caso si voglia annullare il criterio eventualmente impostato in precedenza è sufficiente premere il Button [QBE][F3].

N.B.:I criteri di QBE vengono visualizzati sulla barra di stato (la riga grigia in basso appartenente a Stratega™) posizionandosi sul campo per cui sono stati impostati. Il QBE può essere attivato solo per i campi che compaiono in caselle di testo e non per gli altri che compaiono in radio bottoni, caselle di selezione e caselle combinate.

ANNOTAZIONE: il QBE Extra, quando esegue i criteri di ricerca sui campi di una tabella con più righe (ad esempio i listini di un articolo quando si è in Anagrafica Articoli) può ritornare risultati apparentemente errati in caso di ricerche fatte sulla mancanza di un dato, piuttosto che sulla presenza.
Esempio: articoli con molti listini, non tutti presenti su tutti gli articoli. Se si esegue una ricerca per selezionare tutti gli articoli che hanno un listino il risultato sarà corretto e nel Tab di [Browse] vedrò tutti gli articoli che hanno quel listino; se si esegue una ricerca per selezionare tutti gli articoli che NON hanno uno specifico listino il risultato sembrerà scorretto perché presenterà quasi tutti gli articoli (saranno esclusi solo che non hanno alcun listino). Il motivo è legato al fatto che avendo più listini almeno un listino non è quello cercato, e quindi l’articolo risultava vero alla ricerca.

Zoom [F7]

Lo strumento di Zoom è utile in fase di RICERCA per limitare l’interrogazione ai record contenenti particolari codici ed è attivato soprattutto sui campi legati ad anagrafiche. Si attiva, oltre che con l’utilizzo del bottone, con un doppio click sul campo interessato oppure con il tasto funzione [F7].

Si presenta nel seguente modo: Nella barra del titolo, ovverosia la riga con la parola ZOOM blu posta in cima alla finestra di zoom, viene esposto il nome della tabella da cui proviene il codice cercato oltre alla [X] per chiudere la finestra

Per default lo zoom espone i record ordinati in base alla descrizione [Anagrafica] ma è comunque possibile richiedere l’ordinamento per [Codice].

Nella casella di testo posta sulla parte bassa della finestra è possibile impostare una sequenza di caratteri che funge da filtro. È implicito il carattere jolly % (percentuale=nessun carattere o sequenza di caratteri qualsiasi) alla fine della stringa di filtro. Il filtro è attivo sul campo su cui è ordinato lo zoom. Per confermare il filtro è sufficiente selezionare la riga, fare un doppio click oppure premere il Button [Seleziona][F5].
Per spostarsi nei vari record basta scorrere la barra o utilizzare le frecce verso l’alto o il basso della tastiera.
Il Button [Annulla] si comporta come la [X] in alto a destra, chiude la maschera senza riportare sulla form nessun dato.

Nella casella di testo posta sulla parte bassa della finestra è possibile impostare una sequenza di caratteri che funge da filtro. È implicito il carattere jolly % (percentuale=nessun carattere o sequenza di caratteri qualsiasi) alla fine della stringa di filtro. Il filtro è attivo sul campo su cui è ordinato lo zoom. Per confermare il filtro è sufficiente selezionare la riga, fare un doppio click oppure premere il Button [Seleziona][F5].
Per spostarsi nei vari record basta scorrere la barra o utilizzare le frecce verso l’alto o il basso della tastiera.
Il Button [Annulla] si comporta come la [X] in alto a destra, chiude la maschera senza riportare sulla form nessun dato.

Gestione e Riporta

In fase di ricerca, modifica o nuovo record, con il Button [Gestione][Ctrl+F7] è possibile accedere direttamente alle gestioni del campo in uso, il Button [Riporta][Ctrl+Shift+F5] riporta il dato scelto (o quello nuovo eventualmente creato) nella casella di testo iniziale.

Tabelle

Generalità

In Stratega™ viene fatto uso intensivo delle tabelle denominate anche “child table”. Una tabella è uno strumento molto utile quando si tratta di visualizzare numerosi record nello spazio sempre troppo limitato del monitor.
Quando i record da visualizzare sono troppo numerosi la tabella fornisce immediatamente una barra di scorrimento verticale per potersi posizionare sui record interessanti. A volte, anche se si cerca di limitarne l’impiego, una tabella è dotata di più colonne di quelle che effettivamente sono visualizzabili nello spazio della stessa. In tal caso la tabella fornisce una barra di scorrimento orizzontale per visualizzare le colonne interessate. Vediamo ora in modo schematico quali azioni si possono compiere su ognuna.

Spostamento colonne

Per gli utenti è anche possibile disporre le colonne in un ordine diverso da quello visualizzato. Per far ciò è sufficiente portarsi vicino alla divisione fra due colonne e quando il cursore del mouse assume la forma di una tabella con due frecce ai lati, trascinare la colonna nella posizione desiderata (trascinare=tenere premuto il pulsante sinistro del mouse e spostare quest’ultimo; al termine del trascinamento rilasciare il pulsante sinistro). Se il profilo dell’utente lo permette, attraverso [Custom Layout] è possibile memorizzare il nuovo ordine delle colonne, che sarà valido per tutti gli utenti; al momento non è possibile memorizzare l’ordine in base all’utente.

Ridimensionamento colonne

Per variare la larghezza delle colonne bisogna sempre portarsi alla suddivisione fra di esse e, quando il cursore assume la forma di una riga nera con due frecce ai lati, trascinare per ottenere la larghezza voluta. Se il profilo dell’utente lo permette, attraverso [Custom Layout] è possibile memorizzare la nuova dimensione delle colonne, che sarà valida per tutti gli utenti; al momento non è possibile memorizzare la dimensione in base all’utente.

Inserimento righe

Per inserire una riga, oltre a premere il Button [F8] o ad usare l’apposito Button sulla barra degli strumenti, è sufficiente portare il puntatore del mouse vicino al selettore di riga (quadratino grigio posto all’inizio di ogni riga) e fare un doppio click. Questo è il modo preferenziale per inserire per la prima volta righe nella tabella in quanto gli altri due sistemi non possono funzionare se il focus dell’applicazione non è posizionato sulla tabella. Per inserire righe successive, invece, il metodo più rapido è quello di premere [F8] dopo aver inserito l’ultimo campo.
Nel caso si voglia inserire una riga prima di una già esistente è sufficiente posizionarsi su quella esistente e premere [F11] o premere l’apposito Button sulla barra degli strumenti.
Se si desidera invece aggiungere una riga simile ad una già esistente occorre posizionarsi su quella riga e premere [F12] o l’apposito Button sulla barra degli strumenti.
Sul selettore di ogni riga in fase d’inserimento appare un simbolo a forma di freccia. Sulle righe in fase di modifica appare invece un simbolo di spunta.
Per salvare le righe inserite/modificate basta premere [Conferma][F5].

Cancellazione righe

Per cancellare una riga, od un gruppo di righe, occorre selezionare facendo click sul selettore di riga finché non viene evidenziata su fondo nero. A questo punto è possibile premere [F9], il tasto [CANC] o l’apposito Button

sulla barra degli strumenti. Per rendere effettiva la cancellazione occorre premere [Conferma][F5]. Le righe in fase di cancellazione sono marcate con una

posta sul selettore di riga. Nel caso non si volesse cancellare una riga occorre premere [F10] oppure l’apposito Button sulla barra degli strumenti.

Selezione di righe

In Stratega™ accade abbastanza spesso di dover selezionare una o più righe per compiere determinate operazioni.
Per selezionare una riga è sufficiente fare click sul selettore di riga oppure, se ci si trova su una casella della riga con il cursore lampeggiante, premere il tasto [INS]. Se si ha il focus su una riga selezionata e si vuole andare sul primo campo modificabile è sufficiente premere il summenzionato tasto [INS].

Nel caso si voglia selezionare un gruppo di righe contigue occorre posizionarsi sulla prima e tenere premuto il tasto [SHIFT] (posizionato sotto al tasto delle MAIUSCOLE) fino all’ultima. In alternativa si può selezionare la prima riga e poi, con il tasto [SHIFT] premuto, usare i tasti di spostamento del cursore per raggiungere l’ultima riga.
Per selezionare righe non continue occorre fare click sul selettore di riga con il tasto di controllo premuto [CTRL]. Come esercizio si consiglia di compiere una selezione analoga a quella dell’illustrazione precedente.

Ricerche rapide

Nel caso occorra ricercare rapidamente determinati valori, in tabelle già colme di dati (popolate), occorre compiere le seguenti azioni:

  • Fare un click sull’intestazione della colonna contenente il campo su cui effettuare la ricerca, premere il tasto destro del mouse e scegliere Trova dati. Tale azione provoca l’apertura della seguente finestrella:
  • Digitare il valore da cercare
  • Spostarsi sulle righe che soddisfano il criterio di ricerca con i diversi bottoni
  • Ad esempio digitando ALICIA ci si posizionerà sulle righe contenenti la parola stessa.

Conteggio righe

Una funzione potenzialmente molto comoda è quella di conteggio delle righe presenti in una tabella. In tal modo ci si può rendere conto delle dimensioni del record set corrente. Per far ciò occorre compiere le seguenti azioni:

  • Fare un click sull’intestazione di una colonna, premere il tasto destro del mouse e scegliere [Conta Righe]. Dopo una breve attesa dovuta al conteggio stesso apparirà una finestrella con il valore richiesto

Esiste comunque una scappatoia per ottenere conteggi di dozzine di migliaia di record nel giro di pochi secondi. Essa consiste nel premere il Button della barra di strumenti che posiziona sull’ultimo record prima di scegliere Conta Righe.

Ordinamento Righe

In molte tabelle di Stratega, ad esempio tutte quelle di [Browse], è possibile riordinare secondo una qualunque delle colonne presenti.

La funzionalità si attiva con il Tasto Destro del Mouse e scegliendo [Ordina].

Si presenterà una maschera che mostra a sinistra la lista di tutte le colonne presenti nella tabella e a destra una lista vuota che rappresenta l’ordinamento che si vuole attivare.

Attraverso i Button:

è possibile, rispettivamente:
Portare nella lista di destra i campi selezionati a sinistra;
Portare sulla lista di destra tutti i campi presenti sulla sinistra;
Portare sulla lista di sinistra le colonne Selezionate sulla lista di destra;
Portare sulla sinistra tutte le colonne presenti sulla destra.

Con la colonna [Ordine], sulla colonna di destra, è possibile per ogni riga selezionare se si desidera un ordinamento crescente [A-Z], oppure uno decrescente [Z-A]

Cliccando su [Ordina][F5] si attiva l’ordinamento della tabella e Stratega™ chiude questa pop-up.
Con [Annulla] (o la [X] in alto, sulla destra della pop-up) si chiude la maschera per l’ordinamento senza che nulla venga eseguito.
Ad una qualsiasi attivazione di una nuova ricerca, l’ordinamento torna ad essere quello originario.

N.B. Il Button [Salva] ed i campi [N. Ordinamento] e [Titolo] non sono al momento operativi.

Tasto destro del mouse

Alcune funzionalità di Stratega™ sono attivabili con il tasto destro del mouse.
Sulle singole caselle di testo è possibile:

  • tagliare, copiare, incollare, pulire e selezionare il contenuto della casella;
  • accedere direttamente alle gestioni del campo con [Gestione…]
  • attivare lo [Zoom] o ricercare con il [QBE Extra];
  • attraverso la funzione [Valori] è possibile visualizzare i dati memorizzati fino a questo momento sul database per il campo su cui si è posizionati e cliccando sul quadrato a sinistra del valore desiderato, questo viene riportato sul campo;
  • la funzione [Customizer…] è utilizzabile solo dagli utenti definiti come CUSTOMIZER che possono generare e salvare nuovi script.

Sulle righe all’interno delle tabelle è possibile:

  • [Conta Righe]: se attivo, permette di conoscere il numero di record presenti nella tabella (vedi dettagli – conteggio righe);
  • [Trova Dati]: Se attivo, permette di cercare un valore tra i risultati presenti nella tabella (vedi dettagli ricerche rapide);
  • [Ordina]: se attivo, permette di ordinare diversamente le righe (vedi dettagli ordinamento righe);
  • [Import Campagna]: [CRM] permette di importare le righe evidenziate della Tabella in una Campagna sul CRM. Questa funzionalità è attiva solamente su liste di Clienti, Prospect o Fornitori; non avrebbe significato in altri contesti;
  • [Blocca Colonne]: bloccare la/e colonna/e per mantenerle a video durante la visualizzazione delle altre;
  • [Sblocca Colonne]: sbloccarle le colonne, per ritornare alla situazione iniziale;
  • [Custom Layout] dà la possibilità all’utente di salvare lo spostamento delle colonne delle tabelle o la modifica delle dimensioni delle stesse.

N.B. Attualmente, il settaggio con [Blocca Colonne], [Sblocca Colonne], [Custom Layout] non viene mantenuta per ogni singolo utente di Stratega™ ma sul setup applicazione e hanno quindi validità per tutti gli operatori;

  • [Excel Export]: permette esportare in Excel i dati selezionati (vedi dettagli Excel Export);
  • [Print]: attraverso la funzione Print è possibile effettuare la stampa delle celle selezionate o di tutte le celle su cui si è posizionati. Per questa versione sono stati disabilitati i bottoni posti sulla destra della form;   
  • [Customizer]: attiva solo per clienti con livello [Customizer] attivo. Permette di generare o modificare nuovi script (salscript). (Generalmente ad uso esclusivo dei Tecnici di Stratega™).

Poiché il menù attivato col tasto destro del mouse può variare a seconda delle situazioni, gli esempi visualizzati sopra sono a puro titolo esemplificativo.

Excel Export

Con Stratega™ esiste la possibilità di esportare su Excel il contenuto di una tabella.

Opzioni possibili:

  • Lingua: consente di scegliere la lingua da utilizzare per i dati importati;
  • Cella inizio: è la posizione da cui iniziare a scrivere i dati esportati;
  • Nuova Istanza: copia i dati in un nuovo file;
  • Istanza in esecuzione: copia i dati nel file già in uso;
  • Istanza nascosta: esegue l’esportazione in background;
  • Chiudi istanza: Chiude il file in uso;
  • Nuovo workbook: copia i dati in un nuovo file;
  • Nuovo foglio: copia i dati nel workbook in uso ma in un nuovo foglio;
  • Posizione attuale: copia i dati nella cella selezionata nel foglio in uso o in quella inserita nell’apposito campo;
  • Colonne come testo: consente di riportare i dati (es. campi data) in formato testo;
  • Valori nulli come spazio: sostituisce con spazio eventuali valori nulli;
  • Righe da esportare: Tutte (ovvero tutte le righe della tabella); oppure solo quelle selezionate;
  • Colonne da esportare: Tutte (ovvero tutte le colonne della tabella); oppure solo le colonne selezionate;
  • Titoli colonne: oltre ai dati riporta anche i titoli delle colonne;
  • Colori: riporta anche i colori delle colonne;
  • Fonts: riporta i dati utilizzando lo stesso font;
  • Griglie: disegna la griglia della tabella;
  • Visualizza stato: mostra lo stato di esecuzione.

CSV Export [S6B6 SP19]

Poiché vi sono molti casi che l’esportazione in Excel può dare problemi (ad esempio incompatibilità di versione, policy o altro) o si desidera esportare anche su altri Fogli di Calcolo (come OpenOffice) da [S6B6 SP19] è presente la funzionalità di esportazione in formato CSV che, essendo un formato più standard, permette di essere successivamente aperto con un numero molto più elevato di programmi.

In [File di Output] viene evidenziato in quale cartella verrà scritto il file csv (in pratica è la temporanea dell’utente in Windows).
Nel riquadro [Modalità Esplorazione] è possibile scegliere se l’esportazione deve essere di tutta la tabella, o solamente delle righe selezionate.
Con la CheckBox [Apri il File al Termine], per default flaggata, si abilita l’apertura (o meno) del file .csv con il programma impostato in windows come il predefinito per questo tipo di file.
Con il Button [OK] si avvia la preparazione del file.
Con il Button [Annulla] (o la X in alto a sinistra nella finestra Export CSV) si chiude la finestra.

Browse e Navigazione

In quasi tutte le form di Stratega™ è messa a disposizione dell’operatore una tabella di [Browse] (navigazione) che visualizza tutti i record ricercati con i dati più significativi. Inoltre permette, facendo click sul record interessato, di posizionare la form sul record indicato per consultarlo e/o modificarlo. Selezionando una delle colonne del Browse, con un click del tasto destro del mouse, è possibile contare i record o cercare un valore.
Per comprendere appieno lo scopo di della tabella di Browse è opportuno introdurre il concetto di “set di record” detto anche recordset. Un database relazionale memorizza i dati in comunissime tabelle bidimensionali dove ogni colonna rappresenta un campo diverso mentre ogni riga rappresenta un record. Vediamo un esempio con un’ipotetica tabella clienti:

Ragione socialeIndirizzoCAPLocalitàProv
La Pulente s.r.l.Via D’Azeglio, 220052MonzaMI
Bianchi Mario & c.Via Roma, 440052BaricellaBO
O’ Piscatore s.n.c.Via Battisti, 57/A84125SalernoSA

In questo caso abbiamo una tabella contenente tre record formati ciascuno da cinque campi. Supponendo di avere una tabella ordinata per Ragione Sociale estraiamone tutti i clienti della provincia di Milano. Normalmente questi record non saranno presenti nella tabella uno di seguito all’altro quindi sarà il database che fingerà di avere una nuova tabella, che risiede in memoria e NON esiste sul disco in senso stretto, formata dai soli clienti residenti nella provincia di Milano. Questa tabella virtuale è il cosiddetto set di record. Volendo esaminare i solo clienti di Milano, dobbiamo avere la possibilità di scorrere il set di record. A ciò assolvono i pulsanti del gruppo navigazione dove i due pulsanti centrali servono per spostarsi avanti e indietro di un record alla volta, e gli altri due consentono di spostarsi all’inizio ed alla fine del set di record.

Menu Opzioni (Sessione)

Stratega™, come tutti i gestionali moderni, può gestire più Aziende e mantenere in linea più esercizi contabili e/o di magazzino. Tale voce di menu richiama una maschera utile per cambiare, in qualsiasi momento, l’Azienda o l’esercizio in cui si intende lavorare.

Cambia (Button): permette di cambiare Azienda o Anno di riferimento;
N.B. il cambio di Azienda o di Anno chiude tutte le finestre aperte.

STATO FORM:

  • RICERCA: in attesa di eseguire una ricerca in base ai parametri scelti
  • BROWSE (Navigazione): In quasi tutte le form di Stratega™ è messa a disposizione dell’operatore una tabella di browse che visualizza tutti i record ricercati. Inoltre permette, facendo click sul record interessato, di posizionare la form sul record indicato per consultarlo e/o modificarlo. Selezionando una delle colonne del browse, con un click del tasto destro del mouse, è possibile contare i record o cercare un valore. N.B. Facendo doppio click sull’intestazione di una colonna la tabella viene automaticamente riordinato secondo i valori di quella colonna
  • MODIFICA: la procedura passa automaticamente in questo stato quando si inserisce o si modifica una informazione in una maschera di inserimento/modifica. Quando si è in questa modalità non si possono fare ricerche sulla tabella senza Confermare o Ripristinare. In pratica il sistema non permette di dimenticarsi che si sono fatte delle modifiche ed obbliga a completare l’operazione o confermando la modifica o ripristinando ai valori iniziali/ultimo salvataggio
  • NUOVO: modalità di inserimento di una nuova scheda

Azienda Dedicata

Essendo Stratega™ un ERP MultiAziendale, all’interno di una stessa installazione (che quindi condivide tutte le tabelle di base) è possibile dedicare alcuni valori a solo una parte delle aziende presenti.
Per ottenere questo basta selezione una o più delle aziende presenti; in questo modo quando verrà utilizzata una delle aziende selezionate, non si ritroverà il valore selezionato tra le possibili scelte.

Questa possibilità la troviamo nel [Piano dei Conti], nella [Anagrafica Clienti], nella [Anagrafica Fornitori], nei [Centri di Costo] …

Note di Rilascio

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Crystal Report: Gestita apertura delle form di anteprima di stampa in Crystal sempre a tutto schermo indifferentemente dalla risoluzione del client;
  • Gestione Semaforo: La procedura di gestitone semaforo è stata modificata per tenere conto anche del codice azienda, oltre che del nome della form;

[S6B6 SP15] – Luglio 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nationalizer: Gestito il Nationalizer anche su: Barra dei Tab, MDI. Velocizzato il caricamento di una form in presenza di Nationalizer;
  • Campi di Decodifica: Nei campi di decodifica semplici, è stata tolta l’inibizione della scelta tra [Anagrafica] e [Codice] sulla finestra di scelta. Cliccando su [Anagrafica] i dati presenti saranno ordinati automaticamente per “DESCRIZIONE”, diversamente la visualizzazione sarà ordinata per “CODICE”;

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Le Form: Modificata modalità controllo oggetti per migliorare tempi di aperture form;

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Custom Layout: Corretta l’anomalia che l’ordinamento personalizzato, impostato dall’utente tramite la funzione [Custom Layout] (attivabile da tasto destro del mouse), non veniva mantenuto per tutte le colonne;

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • PDF: al fine di evitare problemi di concorrenza, è stato utilizzato il GUID per apertura e creazione file pdf; in pratica il nome del file creato sarà sempre univoco;

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato gestito un nuovo zoom arricchito sulle Ubicazioni, contenente informazioni aggiuntive: lotto, fornitore, data scadenza, magazzino e zona;
  • Tasti Funzione: riattivato tasto rapito [Ctrl+F7] per aprire in automatico la form di gestione di una tabella.
Argomenti