Documentazione
< Indietro
Print

FATTURE DI ACQUISTO

In generale il caricamento delle quantità a magazzino viene fatto dal DDT di Ricevimento, anche se Stratega™ permette la gestione della Fatture Accompagnatorie anche per gli acquisti. Se viene caricato il magazzino dal DDT, il valore potrebbe risultare errato, perché sarà soltanto la fattura di acquisto ad avere tutti gli elementi di costo possibili. Per questa ragione Stratega™, se è attivo il flag [Aggiornamento Prezzo Magazzino Da Fatturazione DDT], al momento della Registrazione della Fattura di Acquisto, se un costo viene variato (o aggiunti elementi variabili come i costi di trasporto, mediazione etc.), esegue in automatico la modifica del valore sul Movimento di Magazzino generato a partire dalla DDT collegata alla riga della Fattura (questo ai fini del calcolo di costo ultimo, costo medio, LIFO, FIFO etc.).

Anche dalle Fatture di Acquisto è gestito l’aggiornamento (automatico o semiautomatico) del listino fornitore; per attivarlo si deve accedere al Setup -> ACQUISTI

[CES] Al momento non è possibile gestire il cespite direttamente dalla Fattura di acquisto.

Dati di Base e Browse

UFFICIO: Combo Box in cui è possibile scegliere l’ufficio/divisione/sezione da cui è partita la richiesta. Collegato alla Tabella [Descrizioni Utente] ORDFTT_UFFICIO. Attiva [GESTIONE][CTRL+F7];
FORNITORE è il codice del Fornitore (con i principali dati anagrafici). Collegato alla Tabella [Anagrafica Fornitori]. Attivo lo [ZOOM][F7];
TIPO DOC. (DOCUMENTO): collegato alla Tabella [Tipi Documento]; esprime il Tipo di Fattura di Acquisti. Da 11 a 15 sono Fatture; da 16 a 19 sono Note di credito;
REGISTRO: può esprimere la tipologia di Fattura/Nota di credito essendo possibile avere innumerevoli registri; collegato alla Tabella [Parametri Fatture di Acquisto]. Attivo lo [ZOOM][F7];
CAUSALE MAGAZZINO: Indica la causale di magazzino che verrà usata sul Movimento di Magazzino collegato al documento. Il campo è attivo (o disattivo), il base al flag [Specifica Causale su Doc. Vendita/Acquisto] su [Setup] di [MAGAZZINO].
Il valore di default è ricavato dalle impostazioni del tipo documento (Tabella [Tipi Documento]). Collegato alla Tabella [Causali di Magazzino]. Attivo lo [ZOOM][F7];
CAUSALE CONTABILE: generalmente non abilitato, ma ricavato dalle impostazioni del Tipo Documento. Collegato alla Tabella [Causali Prima Nota].
Attivo lo [ZOOM][F7];
DOCUMENTO N°/[ANNO]/DEL: Indicano, rispettivamente, il Numero del Documento, l’Anno [Amministrativo] del Documento e la Data del Documento.
N.B. il numero viene proposto da Stratega™ in base al [Registro], ma potrebbe essere non quello assegnato alla conferma. Infatti Stratega™ funziona in modalità multi utente, e per non lasciare eventuale “buchi” nella numerazione, il numero definitivo del documento viene assegnato alla conferma dello stesso. La data viene proposta come la data dell’ultimo documento inserito;
RIF. DOC. ORIGINALE (RIFERIMENTO DOCUMENTO ORIGINALE) / DEL: sono dei campi obbligatori, ed indicano gli estremi del documento originale che si sta caricando;
SALDO: (sola visualizzazione) il saldo del mastrino contabile nel momento in cui si inserisce o si visiona il documento;

Browse

Classica Tab di Stratega™, nella quale viene visualizzato l’elenco delle Fatture Fornitore (con i dati principali) trovati con l’ultima ricerca effettuata.

Dal Setup [ACQUISTI] è possibile settare [Ordinamento Browse Documenti] in modo che i documenti siano presentati [Per Data Crescente] o [Per Data Decrescente].

Condizioni

In questa sezione troviamo le condizioni generali della fornitura.
Come dati informativi troviamo gli sconti standard che abbiamo presso il fornitore.
Molti dei campi risulteranno caricati dopo l’imputazione del Fornitore (o derivati dagli ordini collegati), ma sarà possibile modificarli se vi è la necessità.

PAGAMENTO: Codice del pagamento con relativa decodifica; collegato alla Tabella dei [Codici di Pagamento];
DATA DECORRENZA: è la data da cui si vuole far decorrere i termini di pagamento;
BANCA PRES.: (Banca Presentazione) è la Nostra Banca (con relativa decodifica); indica la banca su cui appoggiare l’eventuale Ri.BA.; collegato alla Tabella [Banche];
BANCA DI APPOGGIO: banca di Appoggio del Fornitore, con decodifica. Collegato alla Tabella [ABI CAB];
IBAN, BBAN, CIN: coordinate bancarie per indicare la Banca del fornitore;
LISTINO: è il codice del Listino (con decodifica); collegato alla Tabella [Listini];
VALUTA: è la Valuta del documento; collegato alla Tabella [Valute];
EURO: valore del cambio in Euro;
CAMBIO: valore del cambio in Lire;
CENTRO DI COSTO: codice del Centro con relativa decodifica. Collegato alla Tabella [Centri di Costo];
COMMESSA: codice della Commessa, con decodifica. Collegato alla Tabella [Commesse];
RIFERIMENTO ORDINE, DEL: campi liberi, utili per eventuali documenti di riferimento;
ESENZIONE IVA: codice IVA da forzare in tutti i dettagli in sostituzione di quello legato all’articolo; molto utili in acquisti da fornitori esteri e situazioni simili; collegato alla Tabella [Codici IVA];
DEPOSITO DI CARICO: indica l’eventuale Deposito su cui fare il carico di magazzino; collegato alla Tabella dei [Depositi];
DEPOSITO DI SCARICO: indica l’eventuale Deposito su cui effettuare lo scarico di magazzino; collegato alla Tabella dei [Depositi];
AGENTE: riferimento all’Agente del fornitore;
NOTA: campo “libero”;
BARCODE: [S6B6 SP14] per Gestione Documentale; se è presente il barcode viene stampato automaticamente; il Barcode avrà formato CODE39;
CIG/CUP: Codice Identificativo Gara; Codice Unico Progetto. Sono riferimenti per appalti pubblici;

CONTABILIZZAZIONE
CONTABILIZZATA: se flaggato, indica che la fattura è stata già contabilizzata;
NUMERO PROTOCOLLO, DATA: riferimento al protocollo, sulla Prima Nota IVA, con cui è stata contabilizzata la Fattura Fornitore;

Dettaglio

ARTICOLO: collegato alla Tabella [Articoli]. Una volta inputato l’articolo vengono letti tutti i dati ad esso collegati (descrizione, prezzo, etc. …). Attivo lo [ZOOM] avanzato [F7] [vedi dettagli …] e la [GESTIONE][CTRL+F7];
CENTRO (CENTRO DI COSTO]: [COA] collegato alla Tabella [Centri di Costo]. Attivo [ZOOM][F7] e [GESTIONE][CTRL+F7]. Da [S6B6 SP20] attivo Zoom dedicato;
NOTA RIGA: [S6B6 SP20] indica che è presente una [Note di Riga]; flag non imputabile;
NOTAR_KEYRIF: [S6B6 SP20] gestione interna di Stratega™;

Varianti

[VAR]

Assegnazione Lotto

Disponibilità Per Deposito

Questa Tab permette all’utente di vedere la situazione dell’articolo suddivisa per i vari depositi con tutti i dati sulla disponibilità, ma senza tenere conto del fattore tempo.

Dettaglio Matricole

Note Riga [S6B6 SP20]

Questa sezione permette di inserire delle note del dettaglio che poi verranno ereditati automaticamente nei successivi passaggi di documenti. (RDA -> Ordini Fornitore -> DDT di Ricevimento -> Fatture di Acquisto)

Totali

Fissa le Scadenze: [S6B6 SP13] Se attivo questo flag, il calcolo delle scadenze non viene effettuato in automatico, ma sarà l’utente, se necessario, a modificare la tabella delle scadenze. Questa opzione è utile quando si deve modificare occasionalmente la date e/o l’importo delle scadenze rispetto a quelle proposte a partire dal Tipo Pagamento: attivandola, durante la visualizzazione o la modifica della fattura non verranno perdute le scadenze modificate manualmente. Chiaramente il totale degli importi deve essere pari al totale documento;

Autofatture: se il documento prevede nella contabilizzazione la generazione dell’Autofattura, in caso di Fatture Intracomunitario (incrocio tra Causale Contabile con Tipologia Autofattura CEE e Codice IVA), il calcolo del totale documento non somma il totale IVA. In tutti gli altri casi di autofatturazione il calcolo del totale è identico a quella di una normale Fattura d’Acquisto.

Fatturazione Documenti

Attraverso questa Tab è possibile ricercare tutti i documenti che si vuole “fatturare”; è possibile ricercare tra gli Ordini Fornitore e le DDT di Ricevimento.
Vengono considerati solo i Tipi Documento che hanno attivo il flag [Contabilità][Utilizza].
In questa Tab ha molta importanza il campo [Fornitore Fatturazione] presente in Anagrafica Fornitori, Ordini a Fornitore e Bolle di Acquisto. Infatti, se compilato, farà da riferimento nella selezione dei documenti al posto del Fornitore intestatario del documento.
In pratica nella Ricerca vengono considerati tutti i documenti che hanno come [Fornitore Fatturazione] quello a cui è intestata la fattura attiva, e tutti i documenti che sono intestati allo stesso Fornitore, ma che non hanno compilato il campo [Fornitore Fatturazione].
Non è possibile fatturare parzialmente una DDT o un Ordine. Nel caso che un ordine debba essere fatturato parzialmente di deve passare attraverso una fittizia Bolla di Carico.

In entrambe le Tab [DOCUMENTI DI TRASPORTO] e [ORDINI] sono presenti i Button:
RICERCA: per attivare la ricerca di tutte le DDT di carico non ancora fatturare;
SELEZIONE: per indicare che si vuole includere il documento selezionato nella Fattura;
DESELEZIONE: per indicare che non si vuole più includere il documento precedentemente selezionato nella Fattura;
FATTURA: per procedere alla “Fatturazione” di tutti i documenti selezionati. In pratica tutti i dettagli delle DDT selezionate verranno aggiunti nei dettagli della Fattura attiva aggiungendo i riferimenti necessari. Durante questa operazione, se si vengono riscontrate eventuali incongruenze tra la Fattura e la DDT verrà richiesto all’operatore di dare conferma. Qui sotto degli esempi;

Documenti di Trasporto

I documenti di trasporto possono essere fatturati solo in modo completo; non è possibile portare in fattura solo una parte dei dettagli.

Ordini

Dalla [S6B6 SP19] sono stati aggiunti anche i Button [Seleziona Righe] e [Deseleziona Righe] per permettere anche una evasione parziale di un ordine.

CONTO: è il Conto del Fornitore della DDT o dell’Ordine. Può essere diverso da quello di intestazione della fattura se presente il campo [Fornitore Fatturazione] sulla DDT o sull’Ordine;
Tutti le colonne sono di sola visualizzazione, e servono per poter verificare i dati principali del documento da selezionare, per poter selezionare il documento corretto
Le colonne [Anticipo] e [Aperto] sono presenti nella Tab [ORDINI] dalla [S6B6 SP18] e indicano, rispettivamente, che all’ordine è collegato almeno un anticipo e che almeno un anticipo è ancora aperto;

Fatture Elettroniche [S6B6 SP20]

[FE] Durante la registrazione della Fattura di Acquisto è ora possibile collegare o importare (tramite l’apposito Tab [Fatture Elettroniche] una fattura elettronica precedentemente letta dall’apposito modulo esterno [Fatturazione Elettronica].

TABELLA FATTURE FORNITORE: contiene l’elenco delle fatture di acquisto elettroniche del fornitore a cui è intestato il documento che non sono ancora state registrate.
TABELLA DETTAGLI FATTURA FORNITORE: contiene tutti i dettagli della Fattura Elettronica selezionate nella prima tabella: Molti campi è possibile inputarli/modificarli senza i vincoli normali di Stratega: sarà poi l’eventuale importazione dei dettagli che bloccherà il passaggio di dati errati.
FORMATO
VISUALIZZA, SEMPLIFICATA, MINISTERIALE: cliccando sul Button viene visualizzato (con il programma previsto di default dal pc dell’utente) la versione semplificata o la versione ministeriale della fattura elettronica;
FATTURA ELETTRONICA COLLEGATA: dopo il collegamento tra Fattura di Acquisto e fattura Elettronica visualizza il nome del file xml della Fattura Elettronica. Può essere utilizzato come filtro in [trova][F7];
APRI ALLEGATO FATTURA ELETTRONICA: cliccando sul Button viene aperto (con il programma previsto di default dal pc dell’utente) l’eventuale allegato;
POPOLA: cliccando, viene visualizzata la lista delle Fatture Elettroniche ancora da registrare del fornitore;
VALIDA RIGHE: se attivo questo flag, il controllo di coerenza tra fattura di acquisto e fattura elettronica viene fatto a livello di ogni singola righa. In pratica, se attivo, ci deve essere corrispondenza tra le righe di dettaglio della fattura di acquisto e le righe della Fattura Elettronica; se non è attivo il flag il controllo viene fatto soltanto a livello di totali documento, IVA, Ritenute etc.
COLLEGA: cliccando verrà fatto il controllo di coerenza tra Fattura di acquisto e fattura elettronica. Se non ci sono righe di dettaglio nella fattura di acquisto vengono anche importate le righe dalla Fattura Elettronica;
SCOLLEGA: resetta i flag che collegano la Fattura di acquisto e la Fattura Elettronica, che risulterà nuovamente presente cliccando su [Popola];

MODALITÀ D’USO
Per attivare questa funzionalità è necessario cliccare l’apposito Button [Popola]. Il sistema ricerca e mostra a video tutte le fatture elettroniche, con relativo dettaglio, emesse dal fornitore indicato in fattura di acquisto.
Le colonne della tabella delle Fatture Elettroniche non sono modificabili; selezionando la riga, viene popolata la tabella sottostante dei dettagli della fattura elettronica.

Il collegamento con la fattura elettronica ha come scopo quello di validare una fattura di acquisto già caricata tramite l’opzione [Valida Righe], che esegue controlli di quadratura sulle righe che devono corrispondere per importo, IVA e conto; e controlli sul totale della fattura che deve corrispondere per Imponibile IVA e sconti. In caso contrario l’associazione non viene eseguita e viene dato un messaggio di segnalazione a video.

Diversa è, invece, l’importazione del dettaglio degli articoli della fattura elettronica nel corpo della fattura di acquisto, che viene eseguita se la fattura di acquisto non ha alcuna riga presente, cliccando il Button [Collega] e senza effettuare nessun controllo di congruenza. In questo caso è necessario aver impostato nei [Parametri di Setup] della [FATTURAZIONE ELETTRONICA] il [Codice Articolo] di default nella Tab [CICLO PASSIVO].
N.B. a richiesta, possono venie fornite delle funzionalità run-time che permettono di attivare le ricerche su campi come l’articolo. il conto, il centro, la commessa ed altri eventualmente utili per l’utilizzatore.

L’importazione caricherà tutti i codici articolo nel corpo della fattura di acquisto adottando la seguente regola:
• Se il codice articolo in fattura XML è presente nel listino fornitori, viene utilizzato il codice interno equivalente;
• Se il codice articolo in fattura XML non è presente nel listino fornitori, viene utilizzato il codice articolo di default indicato nel Setup;
Se l’importazione o il collegamento vanno a buon fine, il nome della fattura elettronica viene esposto nel campo [Fattura Elettronica collegata], e la stessa non sarà più selezionabile per successive fatture. È comunque possibile eliminare il collegamento con la fattura elettronica, cliccando l’apposito tasto [Scollega].
È inoltre possibile visualizzare il contenuto della fattura elettronica collegata con l’apposito tasto [Visualizza], ed aprire l’eventuale allegato della fattura elettronica collegata.

Modalità d’Uso

Controlli

Prima di scrivere il documento vengono eseguiti diversi controlli. Se anche solo uno non è valido, viene bloccata la scrittura del documento.
Se attivo il flag [Filtra Centri di Costo in Zoom controllo righe doc. ciclo attivo/passivo] sul Setup

Viene verificato che sia presente il [Centro], se il [Conto] lo prevede obbligatoriamente

Viene verificato che il [Centro] inputato sulla riga sia tra quelli associati al conto acquisti della riga stessa

Stampa e Note

Esempi di Stampa

Dalla versione [S6B6 SP7] la stampa dei dati del Fornitore è “storicizzata” sulla base dei dati contenuti sul Tab [STORICIZZA] dell’Anagrafica Fornitori.

Note di Rilascio

Previous REGISTRO DICHIARAZIONI D’INTENTO EMESSE
Next RICEZIONE BOLLE DI ACQUISTO
Indice contenuti