Documentazione
< Indietro
Print

Note di Rilascio – Ciclo Passivo

CICLO PASSIVO

GESTIONE GENERALE DOCUMENTI

RIGHE DOCUMENTO

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • In caso di mancata indicazione della quantità articolo nel corpo del documento, veniva generato un errore di “division by zero” che obbligava a chiudere Stratega™;
  • È stato aggiunto un controllo su campo quantità in caso di validazione riga: è stata modificata la funzione per visualizzare messaggio di controllo aggiungendo anche la dicitura sul campo quantità;

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Corretta la seguente casistica che portava ad avere un campo NETTO di riga e relativo IMPONIBILE errato rispetto al valore inserito nel PREZZO:
  • inserisco un nuovo documento (es. su ordine cliente);
  • inserisco una nuova riga con relative quantità e prezzo (Stratega™ correttamente ricalcola netto e importo);
  • sul campo prezzo clicco tasto dx del mouse e poi Reset (Stratega™ azzera il campo prezzo, ma non azzera il netto e l’importo)

OPPURE

  1. inserisco un nuovo documento;
  2. inserisco una riga con quantità/prezzo;
  3. modifico il prezzo;
  4. senza spostarmi dal campo prezzo premo il tasto dx del mouse e premo nel pop up la voce “valori”
  5. Veniva perso il focus dalla cella prezzo senza riaggiornare il netto e l’importo;

CALCOLO COSTO ACQUISTO

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nel calcolo del costo di acquisto da registrare a magazzino se è attiva la conversione delle unità di misura e l’unità di misura di destinazione (magazzino) prevedeva un arrotondamento il prezzo di magazzino non veniva calcolato correttamente;

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata aggiunta in Anagrafica Fornitori la possibilità di inserire prezzi e sconti per classificazione articoli e di conseguenza è stata aggiornata la logica di assegnazione del prezzo e degli sconti sugli acquisti;

ANALISI FABBISOGNI

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Il programma proponeva l’acquisto dal primo fornitore (ordinato per codice) legato all’articolo; ora invece propone il fornitore definito come prioritario;

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Anche se si selezionavano più depositi l’elaborazione faceva vedere nel dettaglio fabbisogno solo la merce da riordinare per un singolo deposito mentre si dovrebbe visualizzare una sola riga per articolo con la somma delle quantità da ordinare complessiva per tutti i depositi selezionati;

GESTIONE RDA

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Stampa: è stata portata in Crystal come default. Nel report la colonna [Prezzo] è vuota, perché viene indicata dal fornitore a cui viene inviata. Non sono quindi stampati i dati di totale.
  • Lo Zoom sul Cliente Destinatario ritornava un errore SQL;

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato inserito nel corpo della Richiesta d’Acquisto il campo [Imballo]. Per il nuovo campo è stata gestita l’ereditarietà in generazione ordine fornitore.

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Sono stati gestiti i campi opzionali, presenti a setup, nei dettagli della RDA e relativa ereditarietà in Genera Ordini;

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato corretto un errore SQL nella generazione ordini fornitore da RDA;
  • I campi [Centro di Costo] e [Commessa] sono stati spostati dalla Tab [Spedizione] alla Tab [Condizioni];
  • Nella Tab [Dettaglio] sono state aggiunte le colonne [Commessa] e [Val.Evaso];

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Stampa: Nel caso sia attivo a setup l’ordinamento del [Browse] in ordine decrescente, la stampa dei documenti, in rari casi, mischiava le pagine di stampa;

ORDINI A FORNITORE

[S6B6 SP14] – MARZO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• È stato aggiunto il filtro per commessa, sia di testata che di riga;
• Nella vista standard per la stampa degli Ordini a Fornitore, sono stati resi disponibili la commessa di testata e di riga;

[S6B6 SP15] – LUGLIO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• È ora possibile specificare, a livello di anagrafica, un minimo ordinabile per ciascun fornitore. Il valore deve essere specificato all’interno dell’anagrafica fornitore – Tab [ACQUISTI] nel campo [Minimo Fatturabile]

  • È ora anche possibile indicare un massimo fatturabile valido per tutte le emissioni di ordini fornitore, indipendentemente dal fornitore specificato. Il dato è presente nel setup applicazione – Tab [Acquisti]

Al salvataggio dell’ordine a fornitore, verrà segnalato se il totale del documento è inferiore rispetto al minimo ordinabile o maggiore rispetto al massimo fatturabile specificato. La segnalazione non è bloccante, il documento verrà comunque emesso;

[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• Se si faceva [NUOVO], e ci si spostava sul Tab [DETTAGLIO], inserendo il conto e cliccando sull’intersezione delle righe e colonne, partiva una serie di controlli sul cambio valuta, listini, centri di costo ecc. … anche se questi dati non erano stati modificati

[S6B6 SP17] – NOVEMBRE 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Abilitato l’indirizzo di spedizione occasionale nell’anagrafica dell’azienda. Adesso se non si mette l’indirizzo spedizione merce non lo fa vedere.

[S6B6 SP18] – MARZO 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Sono state aggiunte le colonne [Totale] e [Totale Imponibile] nel Tab [BROWSE];
• È stata implementata una nuova gestione sugli anticipi legati ad Ordini a Fornitore

[S6B6 SP19] – LUGLIO 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Sono state aggiunte le colonne [Mail Inviata] e [In Data] nella Tab [BROWSE].;
• Sono stati aggiunti i campi [E-Mail Documento Inviata] e [In data] nel Tab [CONDIZIONE] per indicare se (e quanto) e stata inviata la e-mail del documento al fornitore;
• Tab [SEL.RDA]: nelle [RDA a Valore] questa Tab serve per poter selezionare le righe di RDA che si vogliono “evadere” nell’ordine in corso;
• Tab [VERIFICA RDA]: nelle [RDA a Valore] questa Tab serve per poter verificare lo stato e l’importo evaso della riga della RDA
• Tab [INVIO DOCUMENTI]: è stato implementato anche per l’Ordine a Fornitore l’invio del documento per email.

[S6B6 SP20] – LUGLIO 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Attivato lo Zoom dedicato (con controllo in base al conto) per il Centro di Costo [Centro] su [DETTAGLIO] e la decodifica immediata;
• [COA] Se attivo il flag a Setup [AMMINISTRAZIONE 1] [Filtra Centri di Costo in Zoom controllo righe doc. ciclo attivo/passivo] alla Conferma del documento verrà verificato che in tutte le righe:
o Sia presente il centro di costo se l’indicazione del Centro di costo è obbligatoria per il [Conto] della riga;
o che il centro indicato appartenga all’elenco dei centri validi per il [Conto] presente nel piano dei conti;
• STAMPA: Nel caso sia attivo a setup l’ordinamento del [BROWSE] in ordine decrescente, la stampa dei documenti, in rari casi, mischiava le pagine di stampa;
• STAMPA: Se presente più di una nota documento, in fase di stampa documento venivano erroneamente duplicate le righe di dettaglio e veniva stampata solo una nota;
• È stata risolta un’anomalia durante la fase di aggiornamento listini, se è attivo il flag [Aggiornamento Listini Fornitori da Ordini] su [MANUTENZIONE SISTEMA] [Setup] [Setup Parametri Applicazione] [ACQUISTI]. Nel caso in cui, nello stesso documento, ci sia più volte lo stesso articolo per il quale si debba aggiornare il listino fornitore, il programma andava in blocco [S.R.2881];

RICEZIONE BOLLE D’ACQUISTO

[S6B6 SP13] – NOVEMBRE 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Se veniva inserito un DDT di acquisto con definizione dei lotti nel Tab [PRODOTTI][Ass.Lotti Multipli], Stratega™ smetteva di funzionare;
• I campi Alfa 1, 2 e 3, anche se erano abilitati sul Tab [ACQUISTI] non potevano essere compilati;
• È stata abilitata la visualizzazione del campo aggiuntivo Alfa4 in base ai flag specificati a setup nel Tab [ACQUISTI];
• Produzione (Demone Gestione Avanzamento): è stato corretto l’avanzamento da Bolle di Acquisto in presenza di fase già indicata nel documento. Erroneamente prima avanzava il conto lavoro concatenando due volte la fase.

[S6B6 SP14] – MARZO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• In presenza di rientro da conto lavoro con avanzamento ODL, se i componenti erano gestiti a lotti, è stata resa possibile l’indicazione del lotto di prelievo. In quanto se non indicato, il programma andava va in errore;
• È stato gestito l’aggiornamento del listino fornitore da Bolla di Acquisito (DDT di Carico); si attiva da Setup -> Acquisti

• [VAR] L’inserimento della Bolla di Acquisto di un articolo a varianti permetteva di movimentare l’articolo padre e non segnalava che la “variante non è attiva”;

[S6B6 SP15] – LUGLIO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• Ricercando delle bolle di acquisto già presenti, la causale di magazzino visualizzata non era congruente con la nazionalità del fornitore: veniva sempre visualizzata la causale “Nazionale”;
• In fase di stampa bolle, il numero copie veniva erroneamente preso dal numero copie bolle di vendita anziché dalle bolle di acquisto;
• Corretta anomalia per cui Inserendo più di 100 righe di lotto all’interno del Tab “Ass. Lotti Multipli” veniva visualizzato un errore SQL “No cursor remain”;
• La generazione del movimento con conversione di valuta, arrotondava il campo valore euro sempre alla seconda cifra decimale;
• Se si eliminava una riga legata ad un articolo gestito a matricole chiedeva, erroneamente, l’inserimento del dettaglio matricola;
• Stampa Barcode: È stata gestita la possibilità di stampa barcode per archiviazione in formato automatico. Il Barcode avrà formato CODE39; È stata gestita anche la possibilità di stampare manualmente il barcode, premendo i bottoni presenti sul DDT di Acquisto;

Ricezione Bolle di Acquisto

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se si doveva evadere un ordine parzialmente, l’unico modo era quello di indicare la QTA BOLLA sulle righe che mi interessa evadere. Se le righe erano tante diventava un lavoro lungo, quindi è stato previsto il DESELEZIONA RIGA.
  • Nel calcolo del costo articolo da caricare a magazzino venivano erroneamente fatti dei calcoli su MIS1/2/3, spostati calcoli su SPES1/2/3 e puliti riferimenti da campi MIS

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se è abilitato l’inserimento del deposito di riga sugli ordini a fornitori, evadendo un documento con deposito di riga (esempio Dep. 2) veniva correttamente riportato sulla riga della DDT; ma se si evadeva in seconda battuta un ordine su Dep. 1 questo veniva erroneamente riportato anche nella riga precedente;
  • Evadendo un ordine fornitore con l’indicazione del deposito di destinazione, la DDT che veniva generata riportava il deposito corretto sulla testata ma non sulle righe (riporta il deposito di carico dell’ordine fornitore), di conseguenza non veniva generato sul magazzino corretto il relativo movimento di magazzino.

[S6B6 SP18] – Marzo 2018

Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni: In fase di Evasione dell’Ordine fornitore, è evidenziata la presenza di un anticipo ed eventualmente lo stato APERTO (non ancora saldato);

  • In una DDT di acquisto, che evade un ordine a fornitore, ha il deposito di scarico valorizzato, il modulo andava erroneamente ad aggiornare la quantità evasa per l’ordine;
  • Verticale Aromi: se attiva questa gestione, è stato inserito un controllo per non permettere di assegnare la stessa ubicazione a lotti diversi. Il controllo esclude direttamente le ubicazioni già utilizzate dallo zoom in modo che si vedano solamente le ubicazioni disponibili anche se il documento non è ancora salvato;

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se le causali di magazzino o contabili presenti in testata del DDT vengono modificate rispetto al default, non partiva la decodifica e quindi rimaneva a video la descrizione della causale precedente;
  • Se veniva evaso un ordine con righe a varianti non visualizzava la griglia delle varianti nel DDT;
  • È stata rivista la modalità di assegnazione lotti per riga articolo per gestire in un’unica Tab l’inserimento di lotti singoli, piuttosto che di una serie di lotti;

[S6B6 SP20] – LUGLIO 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Attivato lo Zoom dedicato (con controllo in base al conto) per il Centro di Costo [Centro] su [PRODOTTI] e la decodifica immediata;
• [COA] Se attivo il flag a Setup [AMMINISTRAZIONE 1] [Filtra Centri di Costo in Zoom controllo righe doc. ciclo attivo/passivo] alla Conferma del documento verrà verificato che in tutte le righe:
o Sia presente il centro di costo se l’indicazione del Centro di costo è obbligatoria per il [Conto] della riga;
o che il centro indicato appartenga all’elenco dei centri validi per il [Conto] presente nel piano dei conti;
• Durante la registrazione di un DDT di Rientro da Conto Lavoro, se si inseriscono più articoli di ODL diversi e l’avanzamento prevede il versamento del finito, ogni singolo finito viene valorizzato considerando i costi di tutti gli articoli/ODL presenti nel DDT [S.R.2805];
• È stata risolta un’anomalia durante la fase di aggiornamento listini, se è attivo il flag [Aggiornamento Listini Fornitori da DDT] su [MANUTENZIONE SISTEMA] [Setup] [Setup Parametri Applicazione] [ACQUISTI]. Nel caso in cui, nello stesso documento, ci sia più volte lo stesso articolo per il quale si debba aggiornare il listino fornitore, il programma andava in blocco [S.R.2881];

FATTURE DI ACQUISTO

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • La combinazione della conversione dell’unità di misura, e dell’aggiornamento dei prezzi di magazzino con il valore della fattura, non controllava il tipo riga e quindi tentava la conversione tra unità di misura anche per le righe commento.
  • È stato reso modificabile l’importo dell’IVA in quanto capita che si ricevano fatture fornitori con arrotondamento dell’IVA diverso da quello che adottato in Stratega™.
  • È stato aggiunto il flag [Fissa Scadenze]. Questo per dare la possibilità di salvare le variazioni che vengono fatte sulla griglia delle scadenze nel Tab [Totali];

[S6B6 SP14] – MARZO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Nel documento non veniva ereditata la causale contabile definita sul fornitore;
• Se in tabella spese avevo più di una spesa, inserendo consecutivamente 2 fatture, sulla seconda fattura proponeva solo il primo tipo spesa, i successivi non li caricava;
• È stato aggiunto il campo Barcode per la Gestione Documentale;

Fatture di Acquisto (Tab [CONDIZIONI])

[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• La tabella IVA non veniva ricalcolata se si cancellavano le spese nel Tab [TOTALI].

[S6B6 SP18] – MARZO 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• In fase di Evasione dell’Ordine fornitore, è evidenziata la presenza di un anticipo ed eventualmente lo stato APERTO (non ancora saldato);

• Se veniva modificato un prezzo su una riga già confermata in precedenza, non scattava la richiesta di aggiornamento del listino fornitore (se opzione attivata a setup ACQUISTI);

[S6B6 SP19] – LUGLIO 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Se veniva registrata una fattura di acquisto con una causale che determina la creazione dell’autofattura (CEE/Reverse Charge): lo scadenzario della fattura di acquisto era errato perché veniva compreso di IVA;
• Se le causali di magazzino o contabili presenti in testata del DDT vengono modificate rispetto al default, non partiva la decodifica e quindi rimaneva a video la descrizione della causale precedente;
• In evasione ordini da fatture di acquisto (Tab [FATTURAZIONE DOCUMENTI], SottoTab [ORDINI]) sono stati aggiunti i Button [Seleziona Righe] e [Deseleziona Righe] per selezionare/deselezionare l’evasione di singole righe da un ordine;

[S6B6 SP20] – LUGLIO 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• [COA] Attivato lo Zoom dedicato (con controllo in base al conto) per il Centro di Costo [Centro] su [DETTAGLIO] e la decodifica immediata;
• [COA] Se attivo il flag a Setup [AMMINISTRAZIONE 1] [Filtra Centri di Costo in Zoom controllo righe doc. ciclo attivo/passivo] alla Conferma del documento verrà verificato che in tutte le righe:
o Sia presente il centro di costo se l’indicazione del Centro di costo è obbligatoria per il [Conto] della riga;
o che il centro indicato appartenga all’elenco dei centri validi per il [Conto] presente nel piano dei conti;
• STAMPA: Nel caso sia attivo a setup l’ordinamento del [BROWSE] in ordine decrescente, la stampa dei documenti, in rari casi, mischiava le pagine di stampa;
• Se è attivo l’aggiornamento dei listini per fornitore, e nella fattura sono presenti due o più righe per il medesimo codice articolo, al salvataggio Stratega si bloccava [S.R.2817];
• Attivato collegamento con la Fattura Elettronica tramite il Tab [FATTURE ELETTRONICHE] [S.R.2827]
• Evadendo un DDT di Acquisto che aveva degli articoli gestiti a matricola, e per le quali la matricola era stata inserita nel DDT, veniva erroneamente richiesta di nuovo la compilazione della matricola [S.R.2857];
• Se a setup era attivo il flag per l’aggiornamento listini fornitore da fatture di acquisto, e la fattura di acquisto aveva più di 200 righe di articolo, Stratega™, a volte, dava errore [No cursor remaining] [S.R.2957];
• È stata risolta un’anomalia durante la fase di aggiornamento listini, se è attivo il flag [Aggiornamento Listini Fornitori da Fatture] su [MANUTENZIONE SISTEMA] [Setup] [Setup Parametri Applicazione] [ACQUISTI]. Nel caso in cui, nello stesso documento, ci sia più volte lo stesso articolo per il quale si debba aggiornare il listino fornitore, il programma andava in blocco [S.R.2881];

REGISTRO DICHIARAZIONI D’INTENTO EMESSE

[S6B6 SP14] – MARZO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Sono stati aggiunti i nuovi campi richiesti da febbraio 2015: numero protocollo telematico, data protocollo telematico. Tali nuove informazioni sono gestite, ovviamente, anche in stampa;
[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• È stato gestito nuovo tracciato telematico lettere d’intento;
• Per generare il tracciato telematico, è stato aggiunto nel programma lettera di intento a Fornitore il Tab [INVIO TELEMATICO]. L’invio può essere:

  • ORDINARIO: si utilizza in caso di primo invio;
  • INTEGRATIVO: si utilizza in caso di invio telematico dati già effettuato, in questo caso è necessario indicare il numero protocollo di invio precedente;
    È necessario compilare il riquadro [Impegno alla presentazione telematica] nel caso ci si avvalga di un intermediario alla trasmissione.
    In [Selezione documenti] è possibile selezionare tutte le lettere d’intento presenti nel Browse, oppure solo il documento a video, ai fini della creazione del flusso telematico.

Gestita stampa della lettera d’intento secondo il nuovo modello “DI” dell’agenzia delle entrate;

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nel report dichiarazione d’intento il flag [Dichiarazione integrativa] non deve comparire se la dichiarazione è di tipo “ordinaria”;

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato aggiornato il modello di stampa Dichiarazione d’Intento Fornitore con l’ultimo modello “DI” rilasciato a marzo 2017;
  • Eliminata l’opzione [Operazioni effettuate per il periodo da – a] per nuove normative in vigore 2017
  • La stampa su modulo ministeriale visualizzava campi non centrati correttamente;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Per adeguamento alla normativa, è stato gestito il consumo del plafond non più per Data di Registrazione della Fattura di Acquisto, ma per Data Documento Originale, in quanto la verifica della dichiarazione di intento deve essere fatta alla consegna o spedizione dei beni [S.R.2841];
  • Inserite data di inizio e fine validità nella dichiarazione di intento al fine di limitare l’utilizzo ed il controllo del consumo plafond in base alle date di validità [S.R.2841];
  • È stata memorizzata anche sul database, in apposito nuovo campo, la [Data dell’Impegno] alla Presentazione Telematica, per evitare di valorizzarla correttamente ogni volta per riportarla nella stampa Dichiarazione di intento [S.R.2832];
  • Nel caso in cui sono presenti più dichiarazioni d’intento, per lo stesso anno e lo stesso cliente, la stampa del registro utilizzava sempre il primo plafond, spesso mandandolo in negativo, lasciando apparentemente inutilizzato il secondo [S.R.2812];
  • È stato modificato il report: [Stampa Registro Dichiarazione] per esporre il plafond disponibile e il plafond utilizzato in base alle date di validità nella lettera di intento, inoltre elencate nell’apposito sottoreport: [Fatture plafond] le fatture che consumano il plafond [S.R.2812];
  • È stato aggiornato il modello ministeriale di stampa dichiarazione di intento (DI) con l’ultima versione pubblicata in data 02/03/2020 [S.R.2929];

CONTABILIZZA ACQUISTI

[S6B6 SP13] – NOVEMBRE 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• [TRA] Se sul Registro di Acquisto, per cui si contabilizzano le fatture, c’è il flag Transito, tale flag non era riportato sul relativo movimento in Prima Nota/Prima Nota IVA;
• [TRA] La contabilizzazione di un movimento di transito aggiornava i saldi contabili;
• [RIT] Se una fattura aveva la ritenuta, quando veniva contabilizzata, veniva riportato nel totale della partita (PARTIT_TOTALE) anche la ritenuta, pertanto il totale delle scadenze non quadrava con il totale ritenuta;
• È stata corretta l’assegnazione data della Data Ultima Fattura ricevuta nel Registro Acquisti: non assegna più la data di ultimo protocollo (presente a video) ma la data della fattura che sta contabilizzando. Inoltre se è attivo il “segue fatture” nella numerazione Note Credito, assegna la data nota di credito alla data ultima fattura;

[S6B6 SP15] – LUGLIO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• In contabilizzazione delle fatture di acquisto è stato riportato il flag SERVIZIO presente sulla contropartita dell’articolo fatturato (Piano dei ContiTab [Classificazione]) in Prima Nota IVA.


[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Il movimento contabile legato a fatture con Codice IVA detraibile al 50% risultava errato

[S6B6 SP17] – NOVEMBRE 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• Nel caso di contabilizzazione fatture di acquisto con codice IVA detraibile al 100% veniva generato un errato movimento contabile;

[S6B6 SP18] – MARZO 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• Nel caso di contabilizzazione fatture di acquisto con codice IVA detraibile al 100 % veniva generato un errato movimento contabile;
• In caso di utilizzo di un Codice IVA con percentuale di detraibilità diversa da 0 (zero) e diversa da 100, e con il contemporaneo utilizzo di Centri di Costo e/o Commessa, la contabilizzazione non riportava correttamente i valori su Centro e Commessa nella registrazione contabile

[S6B6 SP19] – LUGLIO 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• In caso di contabilizzazione di fatture con IVA indetraibile mista a note di credito con IVA indetraibile, le registrazioni di Prima Nota IVA erano errate in quanto gli importi di IVA indetraibile venivano continuamente riproposti nelle registrazioni successive;
• In caso di fatture di acquisto con più contropartite di merci con IVA indetraibile, la contabilizzazione in registrazione del movimento di Prima Nota assegnava erroneamente l’intera quota di IVA non detraibile alla prima contropartita merce invece di suddividerla su tutte le contropartite merci, come invece fa correttamente l’inserimento manuale in Prima Nota IVA;
• Durante la contabilizzazione di fatture di acquisto che hanno la tabella Spese valorizzata e centri/commessi diversi nelle righe di dettaglio delle varie fatture, sbagliava ad assegnare il centro/commessa della contropartita delle spese. Pe questo, nel setup (Tab [ACQUISTI]) si introducono due nuovi parametri: centro/commessa per spese fatture di acquisto. Se il setup è vuoto, in contabilizzazione non verrà riportato il dettaglio di centro e commessa, altrimenti eredita il centro e la commessa impostato a setup;

• La contabilizzazione non teneva conto, sul movimento di Prima Nota creato, delle date inizio e fine competenza presenti nella fattura di acquisto;
• Nella contabilizzazione di una fattura con un Codice IVA CEE/Reverse Charge e un Codice IVA normale, Stratega™ generava erroneamente l’autofattura per il totale e non solo per l’IVA CEE/Reverse Charge;
• Nella contabilizzazione di fatture con IVA parzialmente detraibile ed importi negativi, la registrazione di Prima Nota non veniva generata correttamente;

[S6B6 SP20] – LUGLIO 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Contabilizzando una fattura con IVA indetraibile ed un conto merce assegnato manualmente sulla riga della fattura, il modulo assegnava erroneamente la quota di IVA indetraibile al conto merce indicato in Anagrafica Articoli invece di utilizzare il conto merce indicato in fattura di acquisto;
• Nella registrazione in Prima Nota IVA di una fattura di acquisto, per la quale è stata precedentemente registrata un’operazione di tipo “fattura da ricevere”, veniva generato il movimento di storno di Prima Nota con lo stesso anno del DDT di acquisto, invece che con lo stesso anno della Fattura di acquisto [S.R.2850];

GESTIONE INTRA

[S6B6 SP17] – Novembre 2016

Analisi Ordini Fornitore Annuale

QUERY

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata aggiunta la possibilità di filtrare per stato riga ordine;

Analisi Ordini Fornitori a Classifica

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata aggiunta la possibilità di filtrare per stato riga ordine;

Analisi Ordinato Fornitori con Confronto Anni

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata aggiunta la possibilità di filtrare per stato riga ordine;

UTILITY

Sblocco Bolle di Acquisto

[S6B6 SP17] – Novembre 2016

La ricerca per numero documento originale andava in errore

Sblocco Fatture di Acquisto

[S6B6 SP17] – Novembre 2016

La ricerca per numero documento originale andava in errore

PROCEDURE

Ritenute d’acconto/ENASARCO

[S6B6 SP20] – Settembre 2020

Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Attivata la possibilità di rilevare le ritenute di acconto sulle fatture di acquisto al pagamento della fattura, in quanto può esserci un differimento temporale tra la data di pagamento e la data della fattura. Per farlo, viene gestito un nuovo conto transitorio per la registrazione di Prima Nota delle ritenute. Queste le modifiche introdotte:
    • Anagrafica Fornitori: nel Tab [Ritenute] aggiunto il nuovo campo [Conto Transitorio Ritenute];
  • Prima Nota IVA: nella registrazione di una fattura fornitore con ritenuta, se presente il [Conto Transitorio Ritenute] nell’Anagrafica Fornitore (Tab [Ritenute]), nella registrazione di Prima Nota verrà assegnato l’importo della ritenuta al nuovo conto transitorio;

Pagamento Fornitori: effettuando il pagamento di scadenze relative a fatture di acquisto con ritenuta, se la ritenuta è stata registrata utilizzando l’apposito conto transitorio indicato in anagrafica fornitore, nella medesima registrazione di pagamento viene automaticamente generato un movimento di giroconto ritenute che andrà a stornare il conto transitorio e ad addebitare i conti rappresentanti il debito effettivo verso Erario/Ente Previdenziale. N.B. il giroconto tra il conto transitorio ed il conto effettivo viene aggiunto dopo la conferma della registrazione del pagamento.

Next PROCEDURE
Indice contenuti