Documentazione
< Indietro
Print

RATEI E RISCONTI

Ratei e Risconti

Il programma rileva e genera in [Prima Nota] i movimenti di ratei e risconti di competenza dell’esercizio contabile sia di apertura che di chiusura.
Il periodo contabile viene proposto in automatico dal sistema (Parametri Contabili).
In [Setup applicazione], l’utente può inserire le causali contabili e i conti generici che saranno poi utilizzati nella registrazione dei ratei e risconti.
Con la pressione del Button [Elabora], il sistema carica a video (nella tabella sottostante) tutti i movimenti di Prima Nota in cui costi o ricavi sono registrati con un intervallo di date che sfora il periodo contabile indicato. Viene inoltre indicato il numero di giorni e l’importo di competenza dell’esercizio.
È stata introdotta [S6B6 SP13] la possibilità di modificare la data di fine periodo per ottenere il rilevamento dei ratei e risconti fino ad una certa data ed è stato inserito anche un nuovo flag per decidere il tipo di rilevazione che si sta facendo: apertura o chiusura. In base al tipo di operazione scelto, vengono selezionati solo i movimenti che interessano registrazioni di apertura o chiusura.
Da [S6B6 SP20], nella generazione dei movimenti di Prima Nota di un risconto, vengono assegnate la data di inizio e fine validità del movimento per rendere più leggibile la data di inizio e fine competenza su cui è stato calcolato il movimento.

Il Button [Genera Movimenti] inserisce in prima nota un movimento per tipologia; ratei attivi, risconti passivi etc. etc. vengono raggruppati in un unico movimento, anziché generare una registrazione per ogni fattura (cosa che avveniva prima della [S6B6 SP13]). Per ogni tipo (Ratei Attivi, Risconti Attivi, Ratei Passivi, Risconti Passivi) e possibile flaggare le CheckBox [Rileva operazioni in prima nota di transito] (per far sì che i Ratei e Risconti siano di Transito; molto utile nel caso di bilanci trimestrali o semestrali) e [Replica la descrizione della riga documento].

La generazione dei movimenti di Ratei e Risconti di Chiusura può essere effettuata in un qualsiasi momento precedente alle Operazioni di chiusura dello Stato Economico o dello Stato Patrimoniale; non deve assolutamente coincidere con l’inizio di tali procedure. Questa operazione DEVE essere effettuata nell’anno che deve essere chiuso.
Analogamente la generazione dei movimenti di Ratei e Risconti di Apertura può essere effettuata in un qualsiasi momento successivo alle Operazioni di Riapertura dello Stato Patrimoniale e deve essere effettuata nel nuovo anno contabile.

Note di Rilascio


Next CHIUSURA CONTO ECONOMICO
Indice contenuti