Documentazione
< Indietro
Print

Note di Rilascio – Amministrazione

AMMINISTRAZIONE

MOVIMENTI DI PRIMA NOTA

[S6B6 SP14] – MARZO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• In caso di pareggio, su un movimento di saldo di una scadenza, con flag di acconto, sulla nuova riga non veniva riportata la descrizione operazione;
• Sono stati inseriti controlli di congruenza sul campo controconto: non può essere indicato un conto che non è stato utilizzato nella registrazione;

[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Il formato del valore di saldo movimento non era corretto; visualizzava la virgola come separatore di migliaia e il punto come separatore di decimali
• [RIT] Inserendo il pagamento di una ritenuta FORNITORE, se selezionando la partita, si modificava manualmente il saldo per l’aggiunta di un centesimo (operazione che genera un abbuono), Stratega™ generava un nuovo movimento di ritenuta con importo a 0 in prima nota IVA;
• Il tasso di cambio proposto era sempre l’ultimo inserito. Adesso viene proposto il tasso di cambio in base alla data della tabella valute.
• Per le causali di prima nota che prevedono un altro movimento contabile (vedi in Anagrafica Causali prima nota/Dati ulteriori), in prima nota dopo aver cliccato su nuovo si ricercava la causale con lo zoom e ci si spostava sulla colonna dare, il sistema sdoppiava le righe;

[S6B6 SP17] – NOVEMBRE 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Corretto l’errato aggiornamento dei saldi contabili nel caso in cui viene creato un movimento definitivo e successivamente lo si modifica in “transito”, oppure se un movimento di transito diventa definitivo.
• È stata aggiunta in la Tab [DOC FINANCE] per il log di acquisizione da tesoreria:
o Utente acquisizione;
o Data ora acquisizione;
• È stata aggiunta la gestione delle registrazioni provenienti dal programma della tesoreria di anni contabili diversi;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • [RIT] Pagamenti Fornitori con Ritenute: effettuando il pagamento di scadenze relative a fatture di acquisto con ritenuta, se la ritenuta è stata registrata utilizzando l’apposito conto transitorio indicato in anagrafica fornitore, nella medesima registrazione di pagamento viene automaticamente generato un movimento di giroconto ritenute che andrà a stornare il conto transitorio e ad addebitare i conti rappresentanti il debito effettivo verso Erario/Ente Previdenziale.
    N.B. il giroconto tra il conto transitorio ed il conto effettivo viene aggiunto dopo la conferma della registrazione del pagamento.
  • [COA] È stato gestito il flag [Centro di Costo Obbligatorio], già presente sul piano dei conti, per richiedere la compilazione obbligatoria del centro di costo/ricavo;

MOVIMENTI DI PRIMA NOTA IVA

[S6B6 SP13] – NOVEMBRE 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Se veniva applicato un filtro di ricerca sulle righe di prima nota, la stampa dei movimenti di prima nota ne teneva erroneamente conto;
Esempio: se veniva messo il filtro sulla contropartita, in stampa venivano riportate solo le righe contenenti la contropartita, anziché tutta la registrazione;
• [RIT][TRA] Nel caso di movimenti in transito, non veniva gestita la parte di ritenute del movimento;
• [RIT] È stato gestito il pagamento parziale di una ritenuta: nel Tab [RITENUTE] è ora presente il nuovo flag [PAGATO];

  • [RIT] Inserendo una fattura di acquisto con ritenute, il sistema inseriva un movimento di ritenuta che non aveva il flag [Pagato] attivo. Da Gestione Pagamento Fornitori, per ogni scadenza che veniva pagata, veniva scalato, dal movimento di ritenuta iniziale, la quota saldata ed inserito un nuovo dettaglio di ritenuta per l’importo pagato;
  • [RIT] Nel caso in cui era presente la ritenuta, sia attiva che passiva, nel campo [Totale Partita] del Tab [Finanziaria] veniva indicato il totale al lordo della ritenuta invece che al netto;
  • È stato impedito il salvataggio di una registrazione di fattura d’acquisto con data antecedente all’ultima inserita sul registro acquisti indicato nella registrazione stessa. Analogo blocco è stato aggiunto sulle registrazioni di vendita;
  • È stato reso non modificabile il campo Numero Registrazione nel Tab [Contabilità]. Il campo è comunque ricercabile;

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Il Tab [Anticipi] non teneva conto di tutte le scadenze legate ad una partita. Tale estrazione è stata corretta in quanto per una partita potrebbe esserci più di una scadenza da saldare;
  • È stato modificato il controllo sulla validità della [Data Protocollo]: tale data non può essere inferiore al movimento precedente solo nel caso di nuovo inserimento. Il controllo in precedenza veniva fatto nel caso di modifica solo se prima si era inserito un movimento;
  • È stato gestito, in fase di registrazione movimento, il salvataggio della colonna [Descrizione operazione] del Tab [Contabilità]. In precedenza, se l’utente aggiungeva qualcosa in quel campo, veniva salvata comunque la dicitura originale di default, e per poter rendere effettiva la descrizione modificata occorreva chiudere la form e riaprirla;
  • [RIT] In caso di modifica di alcuni dati della form (es. conto), lo specchietto delle ritenute non veniva più ricalcolato se erano presenti pagamenti, dandone anche una segnalazione a video all’utente;
  • È stato aggiunto il campo Barcode per la Gestione Documentale;

Prima Nota IVA (Form Base)

[S6B6 SP15] – Luglio 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata aggiunta la possibilità di applicare lo sconto cassa da fornitore su acquisizione movimenti di magazzino: in contabilità viene registrato il netto, a magazzino il lordo.

L’utente potrà scegliere la modalità per la registrazione degli sconti cassa sul movimento di prima nota:

· In un’unica riga con sconto cassa
· spalmati sugli articoli del movimento di magazzino

L’opzione è selezionabile da setup applicazione – Tab [Amministrazione 1]

In entrambi i casi lo sconto viene rilevato solo se si include l’intero movimento di magazzino. Se attiva l’opzione di [Selezione/Deselezione righe], viene data segnalazione a video dell’impossibilità di assegnare lo sconto cassa.

  • È stato risolto il problema dello spostamento del cursore nella colonna descrizione del Tab [Contabilità], che si verificava dopo aver compilato il Tipo Documento o il Registro o la Data Protocollo o la Data Doc. Originale. Inoltre tolto il messaggio [verificare la correttezza dei prezzi in base alla nuova valuta impostata] che compariva sempre dopo aver inserito il conto anche se la nuova valuta impostata era la stessa;
  • Registrando una Fattura di Acquisto con acquisizione dei movimenti dal Tab [Magazzino], la generazione del corpo del documento non teneva conto dei conti di costo definiti sull’articolo di magazzino Tab [Acquisti]à[Dati Amministrativi], né del Conto di Costo e del Codice IVA definiti in Anagrafica Fornitori. Gestita assegnazione di Conti/Codici IVA con le stesse regole dei documenti del ciclo attivo;
  • Stampa Barcode: È stata gestita la possibilità di stampa barcode per archiviazione in formato automatico. Il Barcode avrà formato CODE39; È stata gestita anche la possibilità di stampare manualmente il barcode, premendo il Button presente sul DDT di acquisto;

Prima Nota Iva (Form Base)

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Il tasso di cambio proposto era sempre l’ultimo inserito. Adesso viene proposto il tasso di cambio in base alla data della tabella valute;
  • È stato aggiunto il controllo anche sulla data di protocollo che non deve essere inferiore alla data doc originale. Precedentemente il controllo era solo su data doc originale;
  • [RIT] Se si stava inserendo un documento di tipo “Notula” (per la registrazione della sola ritenuta), la registrazione di prima nota che ne scaturiva aveva una riga a zero per il conto Fornitore; è stata corretta questa anomalia;
  • Aggiunto, nel corpo del Movimento IVA, il nuovo campo di tipo importo: [Rettifica Acquisto Margine]. Tale campo viene abilitato solo se il registro inserito è di tipo [Vendite] e ha il flag [Beni usati con sistema del margine globale] attivo. Tale importo di rettifica dovrà essere compilato a discrezione dell’utente nel caso di vendita extracee, al fine di rettificare l’importo dal margine globale del periodo;

[S6B6 SP17] – Novembre 2016

Corretta una anomalia nella generazione di autofatture in Valuta. Se veniva caricata una fattura di acquisto con valuta diversa da EURO (es. sterlina) veniva creata l’autofattura e il giroconto iva con gli importi in valuta corretti (in DAREVAL e AVEREVAL) ma con valuta EURO anziché sterlina. La valuta e il cambio devono essere gli stessi della fattura fornitore.

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nel caso in cui venga specificato un cambio particolare sulla fattura di acquisto, lo stesso non veniva correttamente riportato nell’autofattura creata in modo automatico, ma veniva erroneamente riportato il cambio della valuta alla data documento originale;

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nel Tab [Cespiti] è stato inserito il Button [Acquisto] che permette di aggiungere ad un cespite già esistente una nuova riga nel Tab [Acquisto] dell’Anagrafica Cespite collegata al movimento di acquisto di Prima Nota IVA, aumentando il valore ammortizzabile del bene. Questa casistica si presenta ad esempio in caso di fattura di acconto e fattura a saldo cespite.
  • Registrando una fattura di acquisto con [Data Periodo IVA] diversa rispetto alla data di protocollo, la generazione dell’autofattura riportava erroneamente nella Data IVA la data del protocollo;
  • Corretta anomalia nel Tab [Magazzino] per il filtro di selezione [Numero documento] che funzionava per le testate delle DDT Fornitori, ma non per le righe dei DDT, generando un rallentamento nella selezione;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • [RIT] Durante la registrazione di un documento di acquisto, con Ritenute d’Acconto, se presente il [Conto Transitorio Rit.] sulla verrà riga del movimento di Prima Nota relativo alla ritenuta sarà usato questo ultimo, altrimenti il conto presente sulla colonna [Conto], come in precedenza.
  • [PROV] Nella registrazione di una fattura di acquisto con applicazione della ritenuta ENASARCO, non veniva segnalato il superamento del massimale ritenuta Monomandatario-plurimandatario;
  • È stata corretta la generazione dell’autofattura CEE-Reverse Charge, in presenza di imponibili negativi; la registrazione contabile di Prima Nota dell’autofattura di vendita era errata;
  • [COA] è stato gestito il flag [Centro di Costo Obbligatorio], già presente sul Piano dei Conti, per richiedere la compilazione obbligatoria del Centro di Costo/Ricavo;
  • [COA] Prima della generazione del movimento di Prima Nota IVA definitivo da un Movimento di Transito, è stato introdotto il controllo di coerenza e/o presenza dei Centri di Costo;

CORRISPETTIVI

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • In presenza di più righe di ricavo l’eliminazione di riga non ricalcolava né il Tab [IVA], né il Tab [Contabilità];
  • Se a setup è attivo il flag [Importi Ivati In Imputazione Corrispettivi] e si modificava una registrazione già salvata inserendo una nuova riga, la contabilità veniva registrata in modo errato;

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Data la registrazione di un corrispettivo con importi ivati, nella generazione del movimento di Prima Nota, se veniva riscontrata una differenza fra il totale dare e il totale avere, la differenza veniva erroneamente imputata in somma all’ultima riga del movimento che solitamente è il conto IVA. Questo generava una differenza fra il mastrino del conto IVA e il risultato della Liquidazione IVA;
  • È stato aggiunto nuovo Tab [Dettaglio Cassa], dal quale è possibile andare ad inserire più contropartite di cassa con relativo importo. Di conseguenza la registrazione di Prima Nota sarà comprensiva di queste voci;

PARTITE & SCADENZE

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Inserendo una “riga sopra” (Inserisci Riga – F11) all’interno delle scadenze di una partita, venivano ri-assegnati in modo errato i dettagli sui pagamenti già presenti;

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata aggiunta la possibilità, se la tipologia di documento è 98 (anticipo), poter richiamare un ordine fornitore;

GESTIONE INCASSI (EFFETTI)

Disposizione effetti

[S6B6 SP15] – Luglio 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Creato nuovo Button [Compensa NOTE CREDITO] per consentire di compensare l’importo della nota credito con effetti in presentazione.

Se attivato l’apposito tasto COMPENSA NC, per ogni nota credito presente fra gli effetti selezionati, viene ricercato un effetto con data successiva e con saldo maggiore o uguale alla nota credito. Se viene trovata una scadenza che soddisfa tali criteri, viene richiesta all’utente conferma alla modifica nota credito, in tal caso la data della nota credito viene spostata alla data della fattura che ne compensa l’importo.

EMISSIONI EFFETTI

Utility SEPA: Anagrafica Clienti

[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• È stato riportato in stampa il tipo di presentazione (SBF-INCASSO)
• È stata sostituita la generazione del file RID arricchita con il nuovo tracciato xml SEPA SDD, obbligatorio dal 01/02/2016.

[S6B6 SP17] – NOVEMBRE 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• In fase di EMISSIONE DEFINITIVA effetti, se viene visualizzato un log di errore il programma si blocca, ma nel frattempo veniva generato comunque parte del movimento di prima nota ed anche pareggiate tutte le fatture in partite e scadenze;
• Nella generazione del flusso SEPA SDD, in fase di EMISSIONE DEFINITIVA effetti, se erano presenti più mandati con sequenza FRST, solo il primo mandato veniva aggiornato alla sequenza RCUR anziché tutti i presenti nel flusso;
• Nella generazione del flusso SEPA SDD è stata troncata la descrizione fatture (tag: ) presente nel flusso a 140 caratteri;

[S6B6 SP19] – LUGLIO 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• In presenza di gruppi societari per cui la Partita IVA di gruppo è la medesima e il Codice Fiscale differente, è richiesto di valorizzare, nel tracciato RIBA, il Codice Fiscale della singola società al posto della Partita IVA di gruppo. Per gestire questa specifica casistica è stato inserito in [Anagrafica Cliente] / Tab [CONDIZIONI] il flag [Inserisci codice fiscale in flusso RIBA]. Per i clienti cha hanno questo flag attivo, viene sostituita la Partita IVA con il Codice Fiscale;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • In presenza della seguente casistica:
    • cliente con due fatture con stessa scadenza ma su due banche diverse;
    • flag raggruppa scadenze su effetti attivo;

Effettuando l’emissione degli effetti, le due scadenze venivano erroneamente raggruppate, senza tener conto delle due banche differenti. Ora non vengono più raggruppate le scadenze, ma vengono generati due effetti separati;

  • La generazione del flusso SEPA SDD-SCT con un numero molto elevato di effetti, scriveva un flusso XML errato;

GESTIONE PAGAMENTI

PROSPETTO VERSAMENTI RITENUTE

[S6B6 SP13] – NOVEMBRE 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Solo nel caso di ritenuta per Enasarco a carico ditta, Stratega™ presentava nel prospetto le fatture in base alla data del protocollo. L’Enasarco, invece, va pagato in base alla data di competenza;

[S6B6 SP14] – MARZO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• In caso di pagamento parziale di una ritenuta, se l’importo della rata non era diviso in parti uguali (ex. 70 % prima rata e 30 % seconda rata) l’importo della rata in stampa non risultava corretto;

[S6B6 SP15] – LUGLIO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Inserito in Anagrafica Fornitori (Tab [Ritenute]), un nuovo flag: [Non Calcolare Minimale/Massimale].
Se tale flag è presente per la ritenuta ENASARCO del fornitore, nel prospetto versamento ritenute non viene versato alcun minimale, né considerato massimale provvigionale in Prima Nota IVA. Questo perché per gli agenti operanti in forma di società di capitali (S.p.a., S.r.l.) non è previsto né minimale contributivo né massimale provvigionale;
• Per gli agenti che non hanno emesso fattura di provvigione nel periodo elaborato non compare più, nel prospetto versamento ritenute, il “MINIMALE PERIODO”, il quale viene, invece, conteggiato a partire dal primo periodo in cui si avrà una fattura di provvigioni;
Es: 01/01 – 31/03 minimale = 0
01/04 – 30/06 minimale = 104,50 + 104,50

[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Interrogando il prospetto versamento ritenute attivando il Flag “ANNO PRECEDENTE”, sbagliava il conteggio del minimale del periodo nel caso in cui la data di attivazione ritenuta per il conto fornitore sia avvenuta nel corso dell’anno precedente.

[S6B6 SP17] – NOVEMBRE 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Se un periodo è già stato stampato in definitivo, lanciando la stampa senza il flag “Ristampa” l’importo del recupero minimale precedente non deve essere conteggiato nuovamente ma deve essere a zero;
• Corretta anomalia che si verificava nel caso in cui saldando una fattura nello stesso mese con due movimenti di prima nota (in due date diverse ma dello stesso mese), uno parziale e uno per il rimanente, il prospetto stampava solo la % di versamento del secondo pagamento;

[S6B6 SP18] – MARZO 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Se nel fornitore si avevano due righe di RITENUTA o ENASARCO con lo stesso codice e una delle due era sospesa, la stampa del prospetto non usciva perché segnalava un errore di codice doppio nel fornitore;

[S6B6 SP19] – LUGLIO 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Per i fornitori aventi il nuovo flag [Enasarco] attivo sull’Anagrafica Fornitori (Tab [RITENUTE]), il prospetto versamento ritenute estrae i movimenti considerando la data di fine validità in Prima Nota IVA anziché la data di protocollo registrazione;
• Sono state eliminate, nella stampa del versamento delle ritenute, le righe con importo a zero;

GESTIONE PAGAMENTI FORNITORI

[S6B6 SP13] – NOVEMBRE 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• È stata aggiunta una segnalazione che impedisce l’effettuazione del pagamento qualora la data di presentazione sia fuori dall’esercizio contabile su cui si è posizionati.
• Nella stampa disposizione bonifici, ora sono stampati per intero IBAN e BBAN che venivano troncati. È stata aggiunta anche la stampa del codice BIC;

[S6B6 SP14] – MARZO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• È stato inibito il pagamento di partite derivanti da movimenti di prima nota di transito;

[S6B6 SP15] – LUGLIO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• È stato inserito nuovo flag a setup (AMMINISTRAZIONE -> AMMINISTRAZIONE 1): “Pagamento fornitori raggruppato per banca”;

Se abilitato, nell’inserimento del movimento di pagamento in prima nota, valorizzerà una sola riga di pareggio cumulativa per banca, invece di inserire un pareggio per ogni partita saldata;

[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• Aggiornata la generazione del file bonifici con il nuovo tracciato xml SEPA SCT, obbligatorio dal 01/02/2016

[S6B6 SP17] – NOVEMBRE 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• Nella generazione flusso SEPA Bonifici (SCT):
o Tagliata la descrizione flusso a 140 caratteri perché alcune banche, in caso contrario, scartano il flusso;
o Aggiunta località fornitore nel caso di IBAN estero perché obbligatoria;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata abilitata la generazione del flusso SEPA anche se la stampa non è definitiva;
  • È stato tolto il controllo che impediva di generare un flusso SEPA in presenza di data presentazione [Data pres.] uguale alla data di esecuzione [Data Esecuzione], in quanto con l’entrata in vigore del circuito SEPA questo limite è superato;
  • Attivando la [Stampa Definitiva], nel caso di bonifici bancari, viene generato il file xml contenente le disposizioni di bonifico; questo permette di poter presentare il flusso alla banca senza “chiudere” le partite e quindi, in caso di errori (come l’IBAN errato o altro) di non dover cancellare il movimento di Prima Nota prima di ripreparare le disposizioni.
  • [RIT] se il pagamento è relativo a documenti con ritenuta e la ritenuta è stata registrata utilizzando l’apposito conto transitorio indicato in anagrafica fornitore, nella medesima registrazione di pagamento viene automaticamente generato un movimento di giroconto ritenute che andrà a stornare il conto transitorio e ad addebitare i conti rappresentanti il debito effettivo verso Erario/Ente Previdenziale.

CERTIFICAZIONE VERSAMENTO RITENUTE

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • In entrambe le stampe della certificazione (Dettaglio Certificazione e Certificazione) è stato allargata la colonna adibita al numero documento poiché, nei casi in cui si hanno numerazioni tipo “numero/anno”, non si vedeva tutta la dicitura;
  • L’intestazione riportava “P.IVA” quando non ci doveva essere.
  • Nella stampa della certificazione (stletterarit.qrp) non riportava il codice fiscale azienda, se presente
  • Se si toglieva la spunta [Intesta con anagrafica azienda] veniva stampata comunque la Partita IVA nell’intestazione.
  • In entrambe le stampe della certificazione (Dettaglio Certificazione e Certificazione) sbagliava il totale del compenso lordo, che deve essere la somma del totale imponibile + non imponibile + non soggetto. Il totale rimborsi non deve essere conteggiato nel compenso lordo.;

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato modificato il titolo della form in “Brogliaccio certificazione ritenute”.
  • È stata modificata la stampa della certificazione per riportare la medesima dicitura, e per riportare i dati dell’anagrafica azienda relativi al dichiarante (necessari perla compilazione del modello CU 2015);

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nella stampa certificazione ritenute è stato modificato l’ordinamento inizialmente impostato solo per numero protocollo a ‘data protocollo e numero protocollo’. In questo modo viene rispettato l’ordine cronologico sequenziale nel caso di estrazione pluriesercizio.

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se saldo una fattura nello stesso mese con due movimenti di prima nota (in due date diverse ma dello stesso mese), uno parziale e uno per il rimanente, la stampa certificazione prendeva i dati solo del secondo versamento

INTERROGAZIONI

MASTRINI CONTABILI

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato corretto un errato comportamento: subito dopo avere premuto il tasto Stampa/Anteprima/PDF, il programma partiva con il display di tutti i record scelti senza chiedere all’utente l’opzione di stampa: singola o di tutti;

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Il flag di Stampa per anagrafica o per conto non funzionava.
  • Inoltre è stato disabilitato il campo flag [Solo Mastrini Movimentati] dopo aver effettuato una ricerca. In questo modo, se è stato messo o non messo si deve ripulire la videata e rifare la ricerca. Altrimenti veniva cambiato, dopo una ricerca, credendo che funzioni
  • Il report di stampa dei mastrini conteggiava erroneamente i totali progressivi finali qualora siano
  • presenti più di una voce con descrizione “SALDO INIZIALE”;
  • In caso di multi azienda, lo zoom dei conti nel mastrino mostrava anche i conti non dedicati all’azienda su cui si stava lavorando;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • A volte l’elenco delle operazioni a video non veniva ordinato correttamente per data operazione crescente.

STAMPA BILANCIO

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • La stampa del bilancio analitico, nel caso in cui lo stesso livello di raggruppo veniva proposto consecutivamente, non azzerava i totali;

esempio
DARE AVERE
raggruppo   1.1.1
dettaglio     1.1.1.2         10
tot 1.1.1 = 10

raggruppo   1.2.1
dettaglio     1.2.1.3         15
tot 1.2.1 = 25 errato -> deve proporre 15

  • Il flag [Dettaglio Diversi], nella stampa del bilancio sintetico, per i conti di tipo “Economico” e “Diversi” non veniva presa in considerazione;
  • La stampa bilancio sintetico per sezione non riportava il segno meno per le cifre negative;
  • La sezione di raggruppo sottostante l’esposizione del conto, veniva erroneamente nascosta se il saldo del livello era a zero, mentre doveva essere nascosta se tutte le voci dare/avere/saldo erano a zero;
  • In alcuni casi i totali parziali dei conti di raggruppo non venivano inizializzati, pertanto risultavano superiori alla somma dei singoli conti;
  • È stata gestita una nuova opzione di stampa bilancio: analitico per commessa e sintetico per commessa.

Queste opzioni sono attivabili solo se il modulo della contabilità analitica è attivo. In questo caso, scegliendo le nuove opzioni di stampa sarà possibile applicare un filtro per codice commessa;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Stampando il bilancio con l’opzione di escludere i conti a saldo zero, il modulo considerava comunque nel totale dare/avere falsando quindi la rappresentazione;
  • Se nel piano dei conti ci sono conti separati da zero (es. 1.2.01.10.10), la stampa bilancio saltava i totali di livello, esponendo solo il dettaglio finale;
  • Con attivo [Ripresa Saldi da Esercizio Precedente], lanciando una stampa di bilancio ricalcolato per i conti di tipo economico di un periodo interno all’anno (ad esempio inserendo dal 01/03 al 31/03), il modulo ritornava erroneamente, come risultato, il saldo dal 01/01 al 31/03;

STAMPA MOVIMENTI IVA PER CASSA

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

Nel caso di incasso fattura di vendita con ritenuta, l’importo dell’IVA Vendite per Cassa rientrata era errato perché non prendeva l’imposta della fattura ma teneva conto della ritenuta;

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Le partite in stato insoluto, che sono state saldate parzialmente, non venivano conteggiate nell’IVA per Cassa;
  • È stato gestito il seguente caso particolare: “a seguito di procedura di fallimento di un cliente, l’IVA per cassa non diviene più esigibile per le partite non incassate che superano il termine di 365 giorni dalla data fattura”.
  • Per gestire il caso è ora possibile valorizzare in Anagrafica Clienti (Tab “Dati Fiscali”) il campo: “data dichiarazione fallimento”.

Se questa data viene compilata in Anagrafica Cliente verranno escluse dalla Liquidazione IVA e dalla Stampa Movimenti IVA per cassa, le partite che rientrano nel caso particolare;

ESTRATTI CONTO (CLIENTE)

[S6B6 SP13] – NOVEMBRE 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Nella stampa standard del Sollecito i campi del fax e telefono del cliente erano invertiti;
• Nella stampa standard del Sollecito, adesso stampa i dati della banca di presentazione e non quelli della banca del cliente. Sono stati anche modificati i riferimenti banca anche negli altri modelli di stampa standard per mettere la banca di appoggio invece che la banca di presentazione;
• Se si selezionava una banca nella sezione “Assegna Banca presentazione in stampa” e la stessa era presente per più aziende, il corpo dell’estratto conto veniva raddoppiato;

[S6B6 SP14] – MARZO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Nel formato di stampa standard “Reminder of Payment” è stato aggiunto il codice BIC dell’anagrafica banca. Per i clienti esteri questo è il campo principale di riferimento per il pagamento;

[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• In fase di generazione movimento di saldo partita non veniva fatto alcun controllo sulla data con cui il movimento di prima nota viene generato.

[S6B6 SP18] – MARZO 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• Il programma controlla che prima di effettuare la stampa (o l’invio e-mail) sia stata effettuata la ricerca [TROVA][F4], soprattutto dopo aver effettuato altre ricerche in precedenza. In pratica se si modificano i parametri di ricerca, non è possibile stampare (o inviare per email) senza effettuare una nuova ricerca;
• Sono stati aggiunti i filtri di ricerca per Cliente (Tab [FILTRI CLIENTE])

[S6B6 SP19] – LUGLIO 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• È stato aggiunto nella schermata di filtri dell’estratto conto il nuovo flag: [Considera partita pareggiate a scadere come APERTE].

Se attivato, la stampa considera le scadenze in stato pareggiate con data superiore alla data odierna come aperte e ne espone l’importo come saldo aperto;

SCADENZIARIO

[S6B6 SP15] – Luglio 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata aggiunta nel report di stampa, la colonna ‘Importo In Euro’ in modo tale che, in caso di registrazioni in valuta estera, si possa controllare sulla singola fattura la differenza di cambio;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Quando veniva lanciata la stampa con attivo il flag [Cambio Pagina a Cambio Raggruppamento], il report esponeva la descrizione sbagliata nel piede del raggruppamento, nel caso in cui il piede veniva stampato nella pagina successiva ai movimenti;

SCADENZIARIO PER SOLLECITI

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nella stampa non teneva conto: delle Note di Credito e del flag “considera pareggiate a scadere come aperte”;

RICALCOLO PARTITE ALLA DATA

[S6B6 SP15] – Luglio 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • I filtri di stampa TIPO SCADENZA e STATO non funzionavano

AMMORTAMENTI (CESPITI)

STAMPE DA ANAGRAFICHE CESPITI

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se si eliminava delle righe nel Tab [Acquisto] non veniva ricalcolato il totale degli acquisti e il totale da ammortizzare;

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nella duplicazione di un’Anagrafica Cespite venivano duplicate anche le tabelle dei movimenti legati al cespite.
  • Nella stampa del prospetto per anno di acquisto, è stato corretto lo storno delle quote di ammortamento registrate per gli anni successivi all’anno di stampa: la quota di ammortamento deve essere sommata al valore residuo invece che sottratta.

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • La stampa del dettaglio movimenti cespiti lanciata dall’Anagrafica Cespiti in caso di cessione cespite non riportava il numero di fattura di vendita;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • In un cespite con stato [VENDUTO], il conteggio della minusvalenza/plusvalenze non veniva aggiornato nei seguenti casi:
    • Cancellazione della riga di vendita;
    • Cancellazione o modifica di un importo di una riga di dettaglio nelle operazioni di Rivalutazione/svalutazione/Incrementi/Decrementi;

CONTABILIZZAZIONE – BOLLATO

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Ci sono casi in cui i cespiti acquistati nell’anno “n” devono essere ammortizzati solo a partire dall’anno “n+1”. Precedentemente, l’unico modo per avere il cespite sulla stampa del libro cespiti dell’anno “n” senza ammortamento era metterlo con stato SOSPESO. Per l’anno successivo poi bisognava ricordarsi di metterlo in stato IN CARICO. Per evitare il cambio di stato, il programma, ora considera l’anno della data di inizio utilizzo presente sul Tab Ammortamento, per stabilire se calcolare la quota di ammortamento;

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • La stampa del libro cespiti si comporta in modo diverso nella colonna costo storico quando ci sono dei decrementi e il cespite è venduto;

Esempio:
Nel 2015 si inserisce un decremento di 100 nel cespite che aveva un valore iniziale di 1000. La stampa evidenzia:

  • Costo storico 1000
    • Incrementi decrementi -100
    • Valore da ammortizzare 900

Nel 2016 il libro cespite espone: costo storico 900 e il tutto è corretto.
Nel 2017 il cespite viene venduto, quindi lo stato diventa 2; la stampa del libro cespiti riportava erroneamente un costo storico di 1000 anziché 900 e ricompariva la colonna dei decrementi di -100 (che non era corretto);
Ai fine del costo storico la stampa del libro cespite si comporta come nel 2016.;

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • In alcuni casi, nella stampa veniva riportato erroneamente Zero per cessioni, rettifiche, minusvalenze e plusvalenze, anche se il valore doveva essere presente;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nel “Libro dei beni ammortizzabili”, è stato corretto il calcolo della quota di super ammortamento: quando sull’ultimo anno si aveva una quota irrisoria di ammortamento, dovuta ad arrotondamenti precedenti, il report riportava la quota del super ammortamento per il totale;

BILANCI (RICLASSIFICATI)

RICLASSIFICAZIONE

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Alle stampe del bilancio riclassificato sono state aggiunte due esportazioni in Excel: una per l’opzione di bilancio riclassificato e una per l’opzione del bilancio riclassificato con il dettaglio dei conti riclassificati;

Attivando il check di esportazione in Excel viene attivata a video una tabella che può essere esportata in modalità “Excel Export”.
È stata attivata un’ulteriore stampa che consente di avere anche l’indicazione del valore dell’anno precedente, oltre al confronto con il Budget. Per attivarla bisogna selezionare oltre a confronto budget, anche la nuova opzione “Anno Precedente”.
In questo caso, se le opzioni di “Confronto Budget”, ed eventualmente in aggiunta “Anno Precedente”, saranno selezionate, l’esportazione in Excel e la stampa riportano anche queste nuove colonne: Budget, Differenza.

È stata aggiunta la possibilità di indicare una ‘Voce di Riferimento’: questa voce rappresenta un codice di bilancio riclassificato su cui voglio che tutte le altre voci di bilancio si rapportino. L’indicazione di questo dato aggiunge alla stampa del bilancio riclassificato con dettagli e alla rispettiva esportazione la % della voce di riferimento;

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

Nuova possibilità di raggruppamento/rottura per centro di costo; è stata aggiunta la nuova colonna “Centri” nella Tab “Riclassificazione”: i centri sono da specificare all’ interno delle parentesi tonde e divisi da virgola (es. (1,4,7)

ELABORAZIONE

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • L’elaborazione è stata rivista per introdurre la possibilità di prendere in considerazione la data di competenza. Attivando l’apposito flag, prima di procedere all’elaborazione, la procedura provvede a calcolare la quota di competenza del periodo indicato, in base a quanto inserito nella [Data di Inizio] e nella [Data di Fine] delle registrazioni di contabilità;

Se, ad esempio, si ha un’operazione inserita in data 01/07/2014 con data inizio e fine validità compresa nel mese di giugno, elaborando il bilancio per competenza al 30/06/2014 troverò anche l’importo indicato nella registrazione fatta successivamente ma con competenza nel mese di giugno.

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Esportare in Excel esattamente i campi come la stampa;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Utilizzando il flag [Dettaglio Pluri Esercizio] il programma non faceva distinzione nel recuperare anche le operazioni dell’anno precedente fra conti di tipo economico e patrimoniale, mentre ora recupera solo i movimenti di conti patrimoniali;

CONTABILITA’ ANALITICA

CENTRI DI COSTO [E DI RICAVO]

[S6B6 SP15] – Luglio 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • In fase di inserimento di Sottocentri di Costo è stata modificata l’assegnazione della numerazione dei Sottocentri di Costo: tale numerazione viene ora assegnata in ordine per centro di costo, altrimenti i report collegati ai centri di costi non ordinano per centro di costo crescente;

COMMESSE

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata aggiunta la possibilità di specificare eventuali contatti a livello di Anagrafica Commessa;
  • Nelle form del Ciclo Attivo/Ciclo Passivo/CRM è stato limitato lo [Zoom][F7] per commessa alle sole commesse con flag [Accetta imputazione] attivo;

BILANCIO PER VERSIONE

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nell’elaborazione del bilancio sono esclusi i movimenti di chiusura.

RILANCIO RICLASSIFICATO PER VERSIONE

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato corretto l’errore di referenziazione scegliendo il codice bilancio dallo zoom;

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Da questa Service Pack viene applicato il raggruppamento e la rottura per centro di costo;

BILANCIO PER CENTRO DI COSTO

[S6B6 SP15] – LUGLIO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Se un centro di costo è Sottocentro di un altro, in stampa veniva ripetuto più volte. Inoltre è stata abilitata la selezione per Centro/Sottocentro di costo;
• Il bilancio non riportava la totalizzazione dei Centri di Costo con azione di ESPLOSIONE, inoltre i centri di costo dei livelli più bassi riportavano i totali senza essere divisi per gruppo di appartenenza

[S6B6 SP18] – MARZO 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Corretto perché, in alcune situazioni, ritornava un errore di indice non valido per l’array;

BILANCIO CENTRO DI COSTO CON CONFRONTO BUDGET

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Durante la Stampa/Anteprima/Creazione PDF veniva visualizzato l’errore “array reference out of bound” ed il gestionale si chiudeva;

BILANCIO ANALITICO PER CENTRI

[S6B6 SP15] – LUGLIO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Il bilancio analitico per Centro di Costo, non considerava le esplosioni, ma solo le imputazioni dirette;
Es: Vendita 1000 Euro imputata al centro di costo 5
centro di costo padre: 5 con azione esplosione -> 70% centro 500 = 700 Euro
-> 30% centro 501 = 300 Euro
Se indico 5 nel centro di costo e estraggo il bilancio, ottengo 1000 euro.
Se indico 500 nel centro di costo ed estraggo il bilancio, estraeva erroneamente 0 euro, anziché 700 euro.

BILANCIO PER COMMESSA

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata attivata la funzionalità del [QBE EXTRA][F6] come filtro di ricerca/stampa.

APPLICAZIONI FISCALI

GIORNALE DI CONTABILITA’

[S6B6 SP15] – LUGLIO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Allargato nel report di stampa il campo conto perché in determinati casi viene troncato

[S6B6 SP16] – MARZO 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Nella stampa, la data veniva troncata; non stampava l’ultimo numero dell’anno

[S6B6 SP18] – MARZO 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• La stampa del giornale di contabilità generava blocchi invasivi che provocavano rallentamenti fortissimi nella gestione di prima nota. Inoltre il report è stato notevolmente velocizzato;

REGISTRO VENDITE

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • La stampa espone il fornitore intestatario della fattura acquisto CEE che ha generato l’autofattura, leggendo da setup il registro su cui tale fattura di acquisto è registrata. Erroneamente, però, leggeva da setup il registro della sezione Reverse Charge anziché quello della sezione Autofatture CEE. In questo caso la stampa del registro vendite, intestava in maniera errata i conti clienti;

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • In caso di stampa in regime del Margine Globale, nel riepilogo finale sul margine, è stata aggiunta una nuova riga di conteggio [Totale rettifiche acquisti del periodo] che legge il nuovo campo di rettifica acquisto impostato in prima nota IVA per i movimenti del periodo di elaborazione;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se impostata la stampa dei registri sezionali, la ricerca dei sezionali nei parametri registri vendite non teneva conto dell’anno nella selezione;

REGISTRO CORRISPETTIVI

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nel caso in cui l’azienda ha il periodo contabile diverso dall’anno solare, la stampa del riepilogo del registro corrispettivi non esponeva i dati se il periodo selezionato non faceva parte del periodo contabile. Questo era sbagliato, in quanto l’IVA viene registrata sempre riferita all’anno solare;

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato riportato nella stampa del Riepilogo Corrispettivi, lo stesso riepilogo presente in Liquidazione IVA relativo al prospetto di ventilazione;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nella stampa, quando l’ultima operazione da stampare aveva il medesimo importo della penultima operazione, il totale non veniva esposto;

REGISTRO ACQUISTI

[S6B6 SP19] – Luglio 2019

Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Sono stati aumentati i numeri di caratteri per la stampa del numero e la data del documento originale, in quanto venivano troncati;
  • La stampa del registro acquisti è stata arricchita dalla nuova opzione di stampa [Stampa per Data Competenza IVA] .
  • Questa nuova modalità di stampa estrae le fatture che hanno data competenza IVA compresa nel periodo di selezione. Lo scopo è quello di avere l’elenco delle fatture di acquisto che rientrano in Liquidazione IVA per il medesimo periodo.

Le stampe che vengono estrapolate sono:

– La stampa dettagliata delle fatture di acquisto, che espone nella colonna COMPETENZA IVA l’eventuale data di competenza iva se diversa rispetto alla data di protocollo delle fatture di acquisto.

  • La stampa di riepilogo del registro acquisti, che nel titolo di stampa dà evidenza del
    fatto che si tratti del riepilogo per data competenza IVA, e totalizza i movimenti
    precedentemente esposti.

Il totale imposta risultante dà quest’ultimo report deve coincidere con quanto esposto nella voce: IVA CREDITO PERIODO ottenuto nella liquidazione iva del medesimo periodo

LIQUIDAZIONE IVA

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • [RIT] Nel caso di incasso fattura di vendita con ritenuta, l’importo dell’IVA Vendite per Cassa rientrata era errato perché non prendeva l’imposta della fattura ma teneva conto della ritenuta;
  • È stata tolta la valorizzazione della data di versamento come data ultima stampa sul registro fiscale nei parametri registri vendite in stampa definitiva. La data di versamento normalmente cade a metà mese mentre le stampe dei registri vengono effettuate per periodi mensili o trimestrali;
  • Quando si stampava in definitivo un periodo che risultava a credito è stato tolto il messaggio: “Inserire la data di versamento”;

[S6B6 SP14] – Marzo 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Le fatture di vendita collegate a Codici IVA con attivo il flag [Split Payment] (nuova colonna sulla Tabella Codici IVA) non vengono prese in considerazione (quindi esclude dall’IVA a Debito), ma vengono totalizzare in una voce di riepilogo a parte;
  • Se nella Liquidazione IVA veniva calcolata la percentuale del PRO RATA o la percentuale di interesse, gli importi derivati da tali calcoli non venivano arrotondati, generando differenze di 1 centesimo nei conteggi della Liquidazione IVA;
  • Nella ventilazione dei corrispettivi il valore del prospetto di ventilazione non coincideva con il valore riportato nel riepilogo principale;

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata cambiata l’etichetta da Annuale a Riepilogo IVA Annuale – No dichiarazione;
  • È stata disabilitata la possibilità di fare la stampa definitiva, se si sceglie la liquidazione IVA di tipo “Annuale”;
  • Se la stampa della Liquidazione IVA è annuale, è stata messa, nel piede della stampa, una dicitura per evidenziare che non si tratta di Dichiarazione IVA Annuale;
    • L’etichetta Totale IVA debito/credito, per la Liquidazione IVA Annuale non risultava corretta nel caso di versamenti precedenti;
  • Il valore del totale credito/debito IVA adesso è sempre indicato come valore assoluto
  • È stata gestita la data di uscita dal regime di “IVA PER CASSA”. La data deve essere impostata come il primo giorno del periodo di Liquidazione IVA.

Se ad esempio la liquidazione è mensile e l’ultimo periodo di liquidazione è ottobre 2015, la data deve essere valorizzata a 01/10/2015; Se ad esempio la liquidazione è trimestrale e l’ultimo periodo di liquidazione è il 4° trimestre 2015, la data deve essere valorizzata a 01/09/2015;

Nella liquidazione relativa all’ultimo mese in cui è stata applicata l’IVA per cassa:

  • in IVA VENDITE PER CASSA RIENTRATA: viene conteggiata l’IVA delle fatture emesse ed incassate nel periodo e l’ammontare complessivo dell’Iva relativa alle vendite i cui corrispettivi non sono stati ancora incassati;
  • in IVA ACQUISTI PER CASSA viene conteggiata l’IVA delle fatture di acquisto registrate ed incassate nel periodo e l’ammontare complessivo dell’IVA sugli acquisti i cui corrispettivi non sono stati ancora pagati;
    • Nel conteggio del “Margine Globale” sono stati presi in considerazione anche i movimenti di rettifica;

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nella Liquidazione IVA e nella Stampa movimenti IVA per cassa, le partite in stato insoluto che sono state saldate parzialmente non venivano conteggiate nell’iva per cassa;
  • È stato gestito il seguente caso particolare: “a seguito di procedura di fallimento di un cliente, l’IVA per cassa non diviene più esigibile per le partite non incassate che superano il termine di 365 giorni dalla data fattura”.
  • Per gestire il caso è ora possibile valorizzare in [Anagrafica Clienti] (Tab [Dati Fiscali]) il campo: [Data Dichiarazione Fallimento].

Se questa data viene compilata in Anagrafica Cliente verranno escluse dalla Liquidazione IVA e dalla Stampa Movimenti IVA per cassa, le partite che rientrano nel caso particolare;
• In qualche caso (es: messaggio di credito anno precedente) rimane acceso il campo ‘DEFINITIVA’ anche quando si stampa la Liquidazione IVA Annuale. Questo comportamento creava problemi perché modificava il valore dei versamenti mensili/trimestrali. Per questa ragione, se attivo il flag di stampa definitiva con liquidazione annuale, non viene salvato nessun dato nei versamenti;
• La stampa annuale dell’IVA non sottraeva i versamenti sugli interessi dei trimestri;

[S6B6 SP18] – MARZO 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• Gestita storicizzazione dati VP all’atto della stampa definitiva;

[S6B6 SP19] – LUGLIO 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:
• Se non è attivo il differimento temporale IVA nel setup, in caso di fattura di gennaio con competenza IVA di dicembre anno precedente, questa registrazione non compariva nella Liquidazione IVA, né di gennaio né di dicembre;
• È stata inserita una nuova voce di totalizzazione Iva a Credito:
DI CUI FATT. PERIODO SUCCESSIVO
In questa nuova voce viene totalizzata l’IVA a Credito derivante da documenti protocollati in Prima Nota IVA nel mese o trimestre successivo alla data di competenza IVA: come nel caso delle fatture elettroniche ricevute entro il 15 del mese, ma che si riferiscono a fatture emesse dal fornitore nel mese precedente.

PROSPETTO IVA PER SOCIETA’/PRIVATI (VENDITE)

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata abilitata la selezione manuale delle date di estrazione fatturato;

PROSPETTO IVA PER CONTO

[S6B6 SP15] – Luglio 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato abilitato l’utilizzo del “QBE Extra” per i campi Conto e Codice IVA;

[S6B6 SP18] – Marzo 2018
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata abilitata la selezione manuale delle date di estrazione fatturato;

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata modificata l’interrogazione per escludere il conto indicato a setup per i corrispettivi nella selezione di fatture in Prima Nota, al fine di evitare la doppia selezione dei medesimi dati;

GENERAZIONE BLACKLIST

[S6B6 SP13] – NOVEMBRE 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Lanciando la stampa della Blacklist, il popup di stampa era intitolato STAMPA FATTURE e la stampa usciva vuota;

[S6B6 SP14] – MARZO 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Nella stampa del modello aggregato è stato fatto in modo che gli importi delle note di credito, emesse a clienti riferite ad un periodo dell’anno precedente, che vengono salvati nei campi da IMPOA15 a IMPOA18, vadano a confluire nel quadro BL005. Allo stesso modo, è stato fatto in modo che le note di credito ricevute dai fornitori, riferite ad un periodo dell’anno precedente, che vengono salvati nei campi da IMPOA32 a IMPOA35, vadano a confluire nel quadro BL008;

[S6B6 SP17] – NOVEMBRE 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

• Se viene prima fatta una ricerca, per la quale è presente una data inizio e fine dichiarazione mensile/trimestrale e successivamente si inserisce una nuova dichiarazione, non venivano riassegnate le date di inizio e fine dichiarazione che dal 2015 devono riportale l’intero anno solare;
• Il conteggio degli importi di vendita non teneva conto dell’unità di vendita [GUV];
• Aggiunta, nel report, la sezione frontespizio della comunicazione polivalente;
• Nell’elaborazione dei dati black list, nel caso in cui ci siano più documenti con diverse tipologie di IVA non venivano calcolate correttamente le spese;

OPERAZIONI DI CHIUSURA E RIAPERTURA

RATEI E RISCONTI

[S6B6 SP13] – Novembre 2014
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stata introdotta la possibilità di modificare la data di fine periodo per ottenere il rilevamento dei ratei e risconti fino ad una certa data. Inoltre inserito nuovo flag per decidere il tipo di rilevazione che si sta facendo: apertura o chiusura. In base al tipo di operazione selezionato, vengono selezionati solo i movimenti che interessano registrazioni di apertura o chiusura;

In fase di registrazione contabile, tutti i movimenti di una stessa tipologia: ratei attivi, risconti passivi etc. etc. vengono raggruppati in un unico movimento, anziché generare una registrazione per ogni fattura;

[S6B6 SP15] – Luglio 2015
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se già presente un movimento contabile di rateo/risconto per l’anno di elaborazione, è stata aggiunta la possibilità di cancellare i movimenti precedentemente inseriti, per tipologia: Rateo attivo/passivo, Risconto attivo/passivo;
  • I ratei passivi e attivi di chiusura venivano generati nella sezione opposta. I ratei passivi e attivi di apertura venivano inoltre esposti erroneamente sotto i rispettivi Tab di risconti attivi e passivi;

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nel caso di elaborazione con data di fine periodo inferiore alla data di fine periodo contabile, non rilevava correttamente ratei attivi/passivi;

[S6B6 SP19] – Luglio 2019
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Il codice commessa non veniva riportato in generazione movimenti di prima nota;

[S6B6 SP20] – Luglio 2020
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Nella generazione del movimento di prima nota di un risconto vengono ora assegnate la data di inizio e fine validità del movimento per rendere più leggibile la data di inizio e fine competenza su cui è stato calcolato il movimento;

CHIUSURA CONTO ECONOMICO

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se sul Piano dei Conti (Tab [Classificazione]) il flag [Valuta di chiusura/apertura] è attivo il movimento di chiusura viene fatto nella valuta di movimentazione. Il cambio assegnato al movimento di chiusura, viene calcolato come rapporto fra: totale importi in valuta di conto e totale importo in valuta di assegnazione;

CHIUSURA STATO PATRIMONIALE

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se sul Piano dei Conti (Tab [Classificazione]) il flag [Valuta di chiusura/apertura] è attivo il movimento di chiusura viene fatto nella valuta di movimentazione. Il cambio assegnato al movimento di chiusura, viene calcolato come rapporto fra: totale importi in valuta di conto e totale importo in valuta di assegnazione;

APERTURA STATO PATRIMONIALE

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • Se sul Piano dei Conti (Tab [Classificazione]) il flag [Valuta di Chiusura/Apertura] è attivo il movimento di chiusura viene fatto nella valuta di movimentazione. Il cambio assegnato al movimento di chiusura, viene calcolato come rapporto fra: totale importi in valuta di conto e totale importo in valuta di assegnazione;

TESORERIA

INVIO DATI A TESORERIA

[S6B6 SP17] – Novembre 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

  • È stato gestito l’invio dello scadenzario teorico da DDT e Fatture di Acquisto.

GESTIONE IVA IN REGIME DEL MARGINE

METODO DEL MARGINE GLOBALE

[S6B6 SP16] – Marzo 2016
Sono state apportate le seguenti modifiche e correzioni:

Movimenti di rettifica per IVA a margine globale
Prima Nota IVA: inserire nel corpo del movimento IVA, l’importo di rettifica nel nuovo campo “rettifica acquisto”. Tale campo è abilitato solo se il registro inserito è di tipo “Vendite” e ha il flag: “Beni usati con sistema del margine globale”. L’importo di rettifica dovrà essere compilato a discrezione dell’utente nel caso di vendita extracee, al fine di rettificare l’importo dal margine globale del periodo.

Liquidazione IVA: gli importi di rettifica saranno aggiunti del “margine globale”.

Stampa Registro Vendite: in caso di stampa registro vendite in regime del margine globale, nel riepilogo finale sul margine, sarà stampata la nuova riga di conteggio: “Totale rettifiche acquisti del periodo” leggendo il nuovo campo di rettifica acquisto impostato in prima nota IVA per i movimenti del periodo di elaborazione.

Next REGIME IVA OPZIONALE OSS
Indice contenuti