Documentazione
< Indietro
Print

EMISSIONE DDT

Con questo programma Stratega™ mette a disposizione uno strumento per gestire tutti Documenti di Trasporto sia verso Cliente, che verso Fornitore.

L’intestazione di questo programma ricalca sostanzialmente l’impostazione di tutti i documenti Stratega™ e, pertanto, troviamo le seguenti informazioni:
UFFICIO: indica l’ufficio/divisione/sezione che ha emesso l’offerta. Collegata alla Tabella [Descrizioni Utente] ORDFTT_UFFICIO. Attiva la [GESTIONE][CTRL+F7] per la modifica della relativa tabella;
DESTINATARIO: Codice Cliente o Fornitore (in base al Tipo Documento) con decodifica di tutti i dati anagrafici; attivo lo [ZOOM][F7] tipo [CLIENTE]: per default NON sono presentati i Clienti/Fornitori NON attivi [Mostra Solo Attivi] {vedi [Anagrafica Clienti] [DATI FISCALI] [Stato] oppure [Anagrafica Fornitori] [IDENTIFICAZIONE] [Stato]}; verranno presentati solo le schede presenti nell’Anagrafica [Clienti] o in quella [Fornitori];
REGISTRO: può esprimere la tipologia di DDT essendo possibile avere innumerevoli registri;
TIPO DOCUMENTO: proveniente da Tabella [Tipo Documento]; esprime di che Tipo di DDT si tratta. Da 21 a 29 sono DDT a Cliente; da 31 a 39 sono DDT a Fornitore;
CAU. MAG: (Causale di Magazzino) generalmente non abilitato, ma ricavato dalle impostazioni del Tipo Documento. Collegato alla Tabella [Causali di Magazzino]. Attivo lo [ZOOM][F7];
NUMERO … DEL: Numero e Data del Documento. Sono proposti automaticamente da Stratega™ in base al [Registro] scelto;
RIF., DEL: [Numero e Data del Documento di Riferimento] riferimento ad altro documento (Offerta, Ordine, ecc.);
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: [PA] mette in evidenza se il documento è intestato ad una Pubblica Amministrazione;

Come dato informativo viene esposto il saldo del cliente.

BROWSE

È la classica Tab in Stratega™ con l’elenco delle DDT selezionate dall’ultima ricerca effettuata. Nelle colonne sono presenti i dati più significativi per identificare un DDT.

Le colonne [Mail Inviata] e [In Data] sono presenti da [S6B6 SP19], ed evidenziano se il DDT è già stato inviato per Email, ed in quale data.

Condizioni

In questa sezione troviamo le condizioni generali del DDT.
Come dati informativi troviamo gli sconti del cliente ed il cambio.
Molti dei campi risulteranno caricati dopo l’inputazione del Cliente, ma sarà possibile modificarli se vi è la necessità.
Il riquadro relativo alla fatturazione consente di sospendere il documento ai fini della fatturazione e di conoscere con quale registro/numerazione è stata fatturata, che tipo di documento è stato impiegato, quali sono il numero e la data della fattura.

PAGAMENTO: Codice del Pagamento con relativa decodifica; collegato alla Tabella dei [Codici di Pagamento]. Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per l’inserimento di un nuovo pagamento;
SCONTO: dati di sola visualizzazione;
BANCA DI PRESENTAZIONE: è la Nostra Banca (con relativa decodifica), quella proposta per il pagamento con Bonifico Bancario. Collegato alla Tabella [Banche]. Attivo lo [ZOOM][F7];
DATA DECORRENZA: la data da cui far decorrere il pagamento;
BANCA DI APPOGGIO: banca di Appoggio del cliente per gli Effetti, con decodifica. Collegato alla Tabella [ABI CAB]. Attivo lo [ZOOM][F7];
IMPORTI IVATI: indica che i prezzi saranno comprensivi di IVA, che andrà scorporata;
IBAN, BBAN, CIN, BIC: coordinate bancarie per indicare la Ns Banca;
LISTINO: eventuale listino associato. Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per l’inserimento di un nuovo listino;
VALUTA: Valuta del documento. Collegato alla Tabella [Valute]. Attivo lo [ZOOM][F7];
CAMBIO, EURO: valore del cambio rispettivamente, in Lire e in Euro;
AGENTE, AGENTE 1, AGENTE 2: codice degli agenti, con decodifica. Collegato alla Tabella [Agenti]. Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per l’inserimento di un nuovo agente;
CENTRO DI RICAVO: [COA] codice del Centro con relativa decodifica. Collegato alla Tabella [Centri di Costo]. Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per l’inserimento di un nuovo agente;
COMMESSA: [COA] Codice della Commessa, con decodifica. Collegato alla Tabella [Commesse]. Attivo lo [ZOOM][F7];
ESENZIONE (IVA): codice IVA da forzare in tutti i dettagli in sostituzione di quello legato all’articolo; esempio tipico sono clienti esteri, per il quali non si usa il codice IVA normale, ma l’esenzione; collegato alla Tabella [Codici IVA]. Attivo lo [ZOOM][F7];
RIFERIMENTO, DEL: campi liberi per l’eventuale riferimento da annotare nel DDT;
GRUPPO FATTURAZIONE: collegato alla Tabella [Descrizioni Utente] ARTDEF_DEF01 (campo 1 della Classificazione Commerciale degli articoli). Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per l’inserimento di un nuovo Gruppo;
PROMOZIONE: [CRM] collegato alla Tabella [Campagne]. Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per l’inserimento di una nuova Promozione;
INDICAZIONE CIG/CUP: [PA] Codice Identificativo Gara; Codice Unico Progetto. Sono riferimenti per appalti pubblici;
E-MAIL DOCUMENTO INVIATA + IN DATA: [S6B6 SP19] la CheckBox se attiva, indica che l’Offerta è stata inviata per E-mail e il campo a fianco indica in che data è stata inviata;
FATTURAZIONE
SOSPESO: se attivo, la fatturazione non viene eseguita;
REGISTRO, TIPO, NUMERO, DATA: se presenti, indicato il numero della fattura con cui è stata fatturata la DDT;

Prodotti

Questa Tab è il nocciolo centrale del modulo. È infatti qui che vengono specificati gli articoli del DDT completi di quantitativi e prezzi.
Il codice articolo è naturalmente soggetto a decodifica. La descrizione dell’articolo, così come l’unità di misura, può essere modificata dall’operatore restando valida solo per la riga corrente. In altre parole l’Anagrafica Articolo non risente di questa eventuale modifica. Per quanto riguarda gli eventuali sconti (a scalare), l’aliquota IVA, gli agenti, le provvigioni gli agenti e la contropartita della merce vale quanto appena specificato per la descrizione del prodotto.
Per agevolare la gestione dei lotti e la gestione delle matricole, sotto la tabella di dettaglio troviamo delle Tab specifiche per la loro assegnazione e la loro disponibilità.

TIPO (DI RIGA): identifica la gestione della riga. È collegato alla Tabella [Tipi di Riga];
ARTICOLO: collegato alla Tabella [Articoli]. Una volta inputato l’articolo vengono letti tutti i dati ad esso collegati (descrizione, prezzo, etc …); attivo lo [ZOOM][F7] avanzato e la [GESTIONE][CTRL+F7];
ANAGRAFICA: descrizione dell’articolo. È possibile modificarla;
NOTA RIGA: indica che è presente una [Note di Riga];
UM: Unità di Misura; collegato alla Tabella [Unità di Misura]; attivo lo [ZOOM][F7];
QUANTITÀ: è la quantità di vendita per unità di misura ed unità di vendita;
PREZZO: prezzo unitario di base/listino per unità di misura ed unità di vendita;
PREZZONOSC: (prezzo senza sconti) ;
UN. VEND (UNITÀ DI VENDITA): [GUV] N.B. Campo presente solo se attiva la Gestione Unità di Vendita (Setup -> VENDITE 1). Rappresenta l’unità minima di vendita a cui si riferisce il Prezzo di vendita. In pratica la Quantità verrà divisa per l’Unità di Vendita prima di calcolare l’importo;
SCONTO 1, 2, 3: sconti a scalare;
UBICAZIONE: ;
NETTO, IMPORTO: prezzo al netto degli sconti; importo riga (Quantità * Netto). Per l’importo viene tenuto conto anche dell’Unità di Vendita
IVA: codice IVA; collegato alla Tabella [Codici IVA]. Attivo lo [ZOOM][F7];
CONTO [COGE]: (co descrizione) è il Conto Vendite; collegato al [Piano dei Conti]. Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7];
AGENTE, %PROVV, IMP.PROVV; AGENTE1, %PROVV, IMP.PROVV; AGENTE2, %PROVV, IMP.PROVV: [PROV] Codice dell’Agente, Percentuale di Provvigione ed Imponibile per Provvigione. L’agente è collegato alla Tabella [Agenti] e su di esso sono attivi [ZOOM][F7] e [GESTIONE][CTRL+F7]. N.B. [Agente1] e [Agente2] sono identici ad [Agente] come gestione; L’imponibile di Provvigione [Imp.Provv], se presente, indica il valore su cui deve essere calcolata la provvigione, in deroga al valore dell’importo di riga [Importo];
QUANTITA’: gestione interna Stratega™. È l’indice (KEYRIF) della Testa dell’ordine (se la riga deriva da un Ordine Cliente)
LOTTO: riferimento del lotto (se attiva gestione lotti sull’articolo);
SCADENZA: data scadenza del lotto;
QTARES, QTASAL: Quantità Residua; Quantità Saldo. Gestione Resi;
FORZ EVAS (forzata evasione): indica se è stata forzata l’evasione della riga con una quantità diversa dal residuo;
COD.ART.CLI: Codice articolo del cliente. Valore preso dal listino per cliente;
IMBALLO: collegato alla Tabella [Imballi];
COLLI: numero dei colli per il prodotto;
TARA, PESLOR, PESNET, PESNET2: Tara, Peso Lordo, Peso Netto, Peso Netto 2. Dati utili (normalmente caricati in modo automatico utilizzando i dati sull’articolo) per la Packing List. N.B. i dati vengono caricati i dati dall’articolo solo se i campi risultano vuoti. Si ricorda che vuoto o zero non sono la stessa cosa per Stratega™;
ESECONAI: (Percentuale Esenzione CONAI);
DATA INIZIO, DATA FINE: data di inizio e fine validità;
CENTRO DI RICAVO (+ DESCRIZIONE): [COA] Codice Centro di Ricavo; collegato alla Tabella [Centri di Costo]; Attivo [ZOOM][F7] e [GESTIONE][CTRL+F7] per modifica Tabella
COMMESSA (+DESCRIZIONE): [COA] Codice Commessa; collegato alla Tabella [Commesse]. La Descrizione e l’Extracod sono ricavati dalla scheda commessa; Attivo [ZOOM][F7];
PERCOMM: [PROD] “Per Commessa”. Identificativo di Stratega per legare tutto quello che riguarda la produzione di una sezione di una commessa, o la produzione di un dettaglio di un ordine di vendita;
COSTO OF: (Costo Ordine Fornitore). Se attivo il collegamento tra Ordini Cliente e Ordini Fornitore, in questo campo si trova il costo dell’articolo presente sull’Ordine a Fornitore collegato;
MATRICOLE DEL CLIENTE: Matricola. Collegato alla Tabella [Matricole]. Attivo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per accedere alla Tabella;
NOTAR_KEYRIF: gestione interna di Stratega™;
MIS1, MIS2, MIS3, QTÀ2, QTÀ3, ALFA1, ALFA2, ALFA3, ALFA4, DATA1, DATA2, DATA3: campi disponibili per piccole personalizzazioni;
CODICE; CODIVA: gestione interna Stratega™. Copia del Codice IVA e del Codice Articolo;
BPRELCC_KEYRIF; BPRELTT_KEYRIF: gestione interna Stratega™. Riferimenti ai Buoni di Prelievo;
QUALITÀ: ;
PESO SPEC: (Peso Specifico) dato preso dall’anagrafica dell’articolo;

Varianti

[VAR] La Tab [VARIANTI] agevola la gestione dei codici articolo con attiva tale gestione, poiché permette un inserimento massivo dei codici delle varianti [CODALIAS] senza dover ridigitare l’intero codice ed avendone una più facile visione d’insieme.
Per i dettagli sul suo utilizzo si vada a Parti Comuni -> VARIANTI

Disponibilità per Deposito

Questa Tab permette all’utente vi vedere la situazione dell’articolo suddivisa per i vari depositi con tutti i dati sulla disponibilità, ma senza tenere conto del fattore tempo.

Assegna Lotto

[LOTTI] Questa Tab permette di ricercare tra i lotti aperti (visualizzandone i principali valori), selezionare il lotto da spedire ed assegnarlo alla riga di dettaglio.

(ricerca): cliccando il Button viene attivata la ricerca di tutti i lotti aperti e popolata la tabella sottostante;

(ASSEGNA): assegna alla riga attiva del documento il lotto selezionato. Se la quantità non è sufficiente la riga viene automaticamente flaggata come cancellate e viene visualizzato un messaggio;
FILTRA PER CONTO, CONTO: se attiva questa Check Box, la ricerca avverrà solamente sui lotti del conto (normalmente fornitore) indicato nel campo sulla destra. Sul campo del conto (clienti/fornitori) è attivo lo [ZOOM][F7].
TABELLA LOTTI: presenta la lista dei lotti aperti, con i principali dati identificativi;
TABELLA DEPOSITI: presenta le quantità del lotto selezionato per deposito, evidenziando la quantità sul deposito indicato sulla riga di dettaglio del prodotto;
ESISTENZA: (sola visualizzazione) è la quantità totale del lotto in giacenza in tutti i depositi;

Resi Per Lotti

Dettaglio Matricole [MATR]

Matricole Magazzino [MATR]

Servizi Associati [CRM]

Servizi Std [CRM]

Note Riga

Questa sezione permette di inserire delle note del dettaglio che poi verranno ereditati automaticamente nei successivi passaggi di documenti. (Offerte -> Ordini -> DDT -> Fatture)

Consumabili

Spedizione

Questa Tab è dedicata alla definizione dei dettagli relativi all’invio della merce presso il cliente.
Inizialmente troviamo il [Cliente Destinatario] e l’[Indirizzo di Spedizione] soggetti a decodifica completa di tutti i dati anagrafici. È presente anche un riferimento al Cliente Finale [Cli.Finale].
Successivamente troviamo, alimentate da tabella, le voci relative alla modalità di spedizione (vettore, destinatario, ecc.), alla modalità di consegna (f.co destino, porto assegnato, ecc.), alla causale del trasporto (vendita, c/to lavorazione, ecc.) ed ai vettori (max 2).
Alla destra dei summenzionati valori troviamo le informazioni relative al numero dei colli, al peso lordo, al peso netto, al volume ed all’aspetto esteriore dei beni.
In basso troviamo poi i campi relativi alla data e all’ora d’inizio del trasporto. Le ultime ma probabilmente le più importanti informazioni sono quelle riferite ai depositi di carico e di scarico. Entrambi i campi sono naturalmente soggetti a decodifica ma la loro presenza o mancanza assume i seguenti significati:

Deposito di ScaricoDeposito di CaricoTipo di Documento
NoNoIl documento non modifica il magazzino. Serve solo per ottenere la stampa del documento
NoSi tratta di un normale DDT
Si tratta di un trasferimento tra depositi

CLIENTE DESTINATARIO: il cliente effettivo a cui viene spedita la merce; vengono decodificati tutti i dati anagrafici; attivo lo [ZOOM][F7] [CLIENTE]: per default NON sono presentati i Clienti/Prospect NON attivi [Mostra Solo Attivi] {vedi [Anagrafica Clienti] [DATI FISCALI] [Stato]}; sono valide tutte le Anagrafiche (Clienti; Fornitori e Prospect) [WCRMPROSP];
INDIRIZZO SPEDIZIONE: è l’effettivo indirizzo a cui verrà spedita la merce; collegato alla Tabella degli [Indirizzi Alternativi] del cliente a cui viene spedita la merce (per cui se previsto Cliente Destinatario gli indirizzi di spedizione di questo altrimenti quelli del cliente dell’Offerta); Gli indirizzi di spedizione possono essere direttamente caricati da questa Tab (2 righe di ragione sociale, indirizzo, CAP, COMUNE, PROV, Stato). Attivo lo [ZOOM][F7]. Da [S6B6 SP19] il campo [CAP] è gestito alfanumerico, così da poter inserire anche gli ZIP Code;
CODIFICA: questo Button permette di inserire direttamente da questa Tab l’indirizzo di spedizione inputato sulla corretta Anagrafica (Clienti, Fornitori, Prospect in base a Cliente o Cliente Destinatario);
RIF. CLIENTE FINALE: Collegato alla Tabella degli [Indirizzi Alternativi]; riferimento alla destinazione finale della vendita (al cliente del nostro cliente). Attivo lo [ZOOM][F7];
NOTE: annotazioni libere;
SPEDIZIONE: tipo di spedizione. Collegato alla Tabella [Modalità di Spedizione]. Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per poter inserire nuove modalità di spedizione;
CONSEGNA: tipo d consegna. Collegato alla Tabella [Modalità di Consegna/Intra]. Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per poter inserire nuove Modalità di Consegna;
TRASPORTO: modalità di trasporto. Collegato alla Tabella [Descrizioni] BOLVTT_CAUTRA. Attivo lo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per poter inserire nuove Modalità di Trasporto;
VETTORE 1, VETTORE 2: collegati alla Tabella [Vettori]. Attivo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per poter inserire nuovi Vettori;
IMBALLO: collegato alla Tabella [Imballi] [S6B6 SP14]. Attivo lo [ZOOM][F7];
DEPOSITI
DEPOSITO DI SCARICO: se il documento è collegato al magazzino, se è presente la Causale di Magazzino sulla Testata, indica da quale magazzino verrà scaricata la merce. Collegato alla Tabella [Depositi di Magazzino] su [Altre Tabelle]; Attivo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per attivare il modulo di gestione dei depositi;
DEPOSITO DI CARICO: se il documento è collegato al magazzino, se è presente la Causale di Magazzino sulla Testata, indica su quale magazzino verrà caricata la merce. In pratica, indica un trasferimento di deposito. Collegato alla Tabella [Depositi di Magazzino] su [Altre Tabelle]; Attivo [ZOOM][F7] e la [GESTIONE][CTRL+F7] per attivare il modulo di gestione dei depositi;

N.RO COLLI: numero totale colli della spedizione;
PESO LORDO: peso lordo complessivo della spedizione. Il valore è calcolato da Stratega in base al parametro del Setup presente sul Tab [VENDITE 2];
PESO NETTO: peso netto complessivo della spedizione. Il valore è calcolato da Stratega in base al parametro del Setup presente sul Tab [VENDITE 2];
VOLUME: volume complessivo della spedizione;
ASPETTO ESTERIORE DEI BENI: campo libero;
NOTE: note per la spedizione. Di libera inputazione;

INIZIO TRASPORTO [DATA] E [ORA]: data e ora di inizio trasporto. Non obbligatori;

Totali

In questa Tab si possono specificare eventuali sconti cassa e spese supplementari. Per queste voci, che possono essere completate tramite la tabella sottostante, occorre usare la tabella principale. Le informazioni qui inserite sono necessarie per compiere i relativi adempimenti I.V.A.
In ogni modo l’ultima tabella riporta comunque l’I.V.A. relativa alle merci, a puro titolo informativo (nel caso che si dovessero fare pagamenti in contrassegno o similari).
Infine troviamo i totali del DDT in termini di imponibile, imposte e valore complessivo del DDT.
Nel caso si desiderasse azzerare la prima tabella è sufficiente premere il Button [Ricalcola].
Nella sezione totali troviamo anche un flag che indica se il documento è stato pagato contestualmente alla consegna del DDT. Tale indicatore viene usato esclusivamente dall’operatore e non ha nulla a che vedere con le successive elaborazioni di fatturazione, emissione effetti, ecc.
La modalità di pagamento viene specificata quando il flag precedente è spuntato ed indica come è stata pagata la merce (contanti, assegno, ecc.).

Per quanto riguarda gli [Sconti Cassa], c’è la possibilità di averne fino a 3 a scalare.
Nella Tabella [Spese] è possibile specificare tutti le spese (e gli importi) da addebitare.
CODICE: codice della Spesa; collegato alla Tabella [Spese]. Attivo lo [ZOOM][F7];
CONTO: è il Conto del Piano dei Conti della Spesa; collegato al [Piano dei Conti]; può essere modificato quello proposto. Attivo lo [ZOOM][F7] e la funzionalità [GESTIONE][CTRL+F7];
IMPORTO: è l’importo della spesa calcolato in base alla Tabella Spese; è modificabile dall’utente;
IVA (+ ANAGRAFICA): è il codice IVA; modificabile dall’utente; collegato alla tabella [Codici IVA]. Attivo lo [ZOOM][F7];
TOTALE SPESE: evidenzia la somma complessiva delle spese applicate nel documento;
Nel caso si desiderasse azzerare le tabelle è sufficiente premere il Button [Ricalcola].
Nella tabella sottostante c’è il castelletto IVA con il riassunto di tutti gli importi suddivisi per codice IVA e con i totali di [Imponibile], [Imposta] e dell’intero documento [TOTALE].
MODALITÀ: Modalità di Pagamento. Collegato alla Tabella [DESCRI] FATVTT_PAG_MOD. Attivo lo [ZOOM][F7] e la funzionalità [GESTIONE][CTRL+F7];
DOCUMENTO PAGATO: questa CheckBox serve per segnalare se l’importo è stato già pagato al momento dell’emissione del DDT;
ACCONTO: serve per indicare l’importo (parziale o totale) da pagare/pagato al momento dell’emissione del DDT (o della consegna);

Packing List

Questa Tab permette la compilazione della Packing List, potendo indicare Collo per Collo il contenuto e i pesi/volumi.
I dati sono prelevati dai campi della Tab [Prodotti] (Peso Netto e Peso Lordo).

Elenco dei campi:
N. COLLO: n. del collo in cui si trova l’articolo della riga; viene inputato dall’utente. Solo su spezzatura della quantità viene proposto da Stratega™.
X N°: numero di colli identici; la somma di questa colonna esprime il numero totale di colli della Packing List;
TIPO IMBALLO: è il tipo di imballo del collo; fa riferimento alla Tabella [Imballi];
ARTICOLO (+DESCRIZIONE): codice e descrizione dell’articolo (anche modificabile);
QTÀ X COLLO: quantità complessiva della riga di Packing List; se la colonna [x N°] è diversa da zero, in stampa la quantità sarà divisa per il valore di quella colonna;
UNIMIS: [S6B6 SP18] Unità di Misura per il Collo/Articolo. Sono valide solo Unità di Misura di Peso;
LORDO: Peso Lordo (nell’Unità di Misura dell’articolo);
NETTO: Peso Netto (nell’Unità di Misura dell’articolo);
VOLUME MC: volume complessivo (viene calcolato sulla base del numero dei colli e del volume per ogni collo, indicato nella Tabella [Imballi]); comunque modificabile manualmente;
LORDO CONV: Peso Lordo (nell’Unità di Misura della Packing List); se la colonna [x N°] è diversa da zero, in stampa il peso lordo sarà diviso per il valore di quella colonna
NETTO CONV: Peso Netto (nell’Unità di Misura della Packing List); se la colonna [x N°] è diversa da zero, in stampa il peso lordo sarà diviso per il valore di quella colonna;
TOTALE COLLI: Numero complessivo dei colli (calcolato come somma algebrica della colonna [x N°])
SCOMPONI COLLI IN COMPILAZIONE: se flaggato, cliccando su [Compila Packing List] genera un numero di righe pari alla quantità per ogni articolo di ogni riga;
COMPILA PACKING LIST: se non sono presenti già dei dettagli (o se sono tutti cancellati), prepara le righe copiando gli articoli ed i pesi dalla Tab [PRODOTTI];
RICALCOLA TRASPORTO: sulla base dei colli indicati (numero e tipo), esegue un ricalcolo dei costi di trasporto (vedere Calcolo Spese);
STAMPA PACKING LIST: esegue la stampa della Packing List;
EMETTE ETICHETTE: stampa le etichette (numero pari al valore in [x N°]) da mettere come sovra pacco sui colli;
U. MISURA: [S6B6 SP18] Unità di Misura della Packing List nel suo complesso; seguono dei campi che esprimono il totale dei pesi e del volume in questa unità di misura;

N.B. La stampa della Packing List e delle Etichette presenta la possibilità di Spedizione Totale o Spedizione Parziale, ma su questo tipo di documento, il risultato è identico.

Per un completo dettaglio sulle modalità di compilazione della Packing List, si rimanda al modulo specifico che opera esattamente con le stesse modalità

Evasione Ordini

Come ovvio, in Stratega™ è possibile generare DDT sulla base di Ordini Cliente inseriti. Questa Tab, una volta iniziato l’inserimento del DDT e specificato il cliente, permette tramite il Button [Cerca Ordini] di conoscere quali sono gli ordini inevasi o parzialmente evasi per il cliente. Per indicare quali sono gli ordini da considerare, che potrebbero essere più di uno, occorre selezionare la riga nella prima tabella e premere il Button [Seleziona Ordine]. Gli ordini selezionati saranno marcati con un segno di spunta .

Posizionandosi su di un ordine nella seconda tabella viene riportato il dettaglio.
Nel caso si voglia eliminare qualche ordine dalla selezione compiuta sarà sufficiente usare il Button [Deseleziona Ordine].
Anche per i dettagli degli ordini sono disponibili dei Button [Seleziona Righe] e [Deseleziona Righe] per poter evadere parzialmente un ordine. Sempre ai fini di evadere parzialmente un ordine, nella tabella dei dettagli sono digitabili le colonne [Q.ta Bolla] e [Evaso] per inputare la quantità effettiva evasa e per forzare (o meno) la chiusura/evasione della riga.
Una volta completata la selezione degli ordini (e dei dettagli) premendo il Button [Evade] verranno create automaticamente le righe del DDT complete di righe di commento riportanti i riferimenti agli ordini genitori.
Oltre alle righe verranno compilate anche le sezioni relative alle Condizioni, alla Spedizione ed ai Totali. Per quanto riguarda le sezioni delle condizioni e delle spedizioni esse verranno impostate in modo identico a quelle dell’ultimo ordine incluso. Se, infatti, gli ordini avessero qualche differenza in queste sezioni l’ordine che fa riferimento è l’ultimo. Comunque l’operatore può variare questi dati in qualsiasi momento.
In entrambe le tabelle si trovano la maggior parte dei campi di testa e di dettaglio utili per identificare con precisione gli Ordini/Righe da evadere.

CERCA ORDINI: attiva la ricerca degli ordini aperti; vengono proposti TUTTI gli ordini aperti, anche se hanno parzialmente o totalmente una data di prevista consegna superiore alla data del DDT;
SELEZIONE ORDINE: quando sono state evidenziate delle righe della tabella Ordini, il Button aggiunge la spunta per marcare gli ordini che dovranno essere riportati nel DDT;
DESELEZIONA ORDINE: quando sono state evidenziate delle righe della tabella Ordini, il Button elimina la spunta per marcare gli ordini che quegli non dovranno più essere riportati nel DDT;
SELEZIONA RIGHE: analogo al Button [Selezione Righe], ma vale per i Dettagli dell’ordine selezionato;
DESELEZIONA RIGHE: analogo al Button [Selezione Righe], ma vale per i Dettagli dell’ordine selezionato;
ORD. FATTURATI: ;
FILTRA PER IND.SPE.: (Filtro per Indirizzo di Spedizione) se attivo questo flag, gli ordini saranno filtrati in base all’indirizzo di spedizione inputato nel DDT;
EVADE: attiva l’inserimento dei dettagli nel DDT dagli Ordini selezionati
Q.TÀ BOLLA: indica la quantità da evadere nel DDT;
EVASO: indica se il dettaglio dell’ordine dovrà essere “chiuso”. È gestito automaticamente in base alla quantità inputata, ma può essere modificato dall’utente (ad esempio per chiudere il dettaglio se la quantità residua non verrà più spedita);

Le righe degli ordini, che contengono articoli di magazzino, che non hanno disponibilità, vengono evidenziate in rosso.

Nella fase di evasione dell’ordine, Stratega™ rileva che ci sono delle incompatibilità le unità di misura di vendita e di magazzino, evidenzia il seguente messaggio:

Sempre durante la fase di evasione viene fatta una verifica sull’esistenza dei prodotti, ed evidenziato un messaggio con le segnalazioni di eventuali articoli senza giacenza sufficiente.

Reso Merce

Questa Tab è utile per il controllo dei resi da/a cliente (o da/a) fornitore sia per garanzia, per sostituzione, per conto visione o per qualsiasi altro motivo necessiti l’invio di materiare a fronte di un reso già avvenuto o che dovrà avvenire

TIPO DOCUMENTO: presenta la lista dei tipi documento di ricevimento tra cui e possibile sceglierne 1. Campo obbligatorio per questa gestione;
CODICE ART.: permette di effettuare la ricerca filtrando per il codice articolo; attivi anche [QBEXTRA] [F6], [ZOOM][F7] e [GESTIONE][CTRL+F7];
RICERCA I DOCUMENTI: cliccando questo Button viene attivata la ricerca dei documenti di reso “aperti” in base al [Tipo Documento] ed all’articolo [Codice Art.];
GENERA RIENTRO: sulla base di quanto digitato sulla tabella dei dettagli del documento scelto, vengono generate le righe di “rientro” visibili sulla Tab [PRODOTTI];
TABELLA DOCUMENTI – contiene l’elenco delle DDT di Ricevimento trovate valide dalla ricerca;
TIPO DOCUMENTO:
N. DOC. ORIGINALE, DEL:
N. INTERNO, DEL: numero (e data) del documento di rientro attribuito da Stratega al momento della registrazione del reso;
DETTAGLI DOCUMENTO – contiene la lista dei dettagli oggetto del reso
RESA
RESIDUO
RIENTRO

Altre Tab: Evasione Buoni, Ubicazioni, Reso Merce

Evasione Buoni

Ubicazioni

Scheda di Trasporto

A partire gennaio 2015 la scheda di trasporto non è più un documento obbligatorio e pertanto non vi è più necessario compilare questa sezione; in ogni caso è ancora attiva per chi volesse utilizzarla.

Invio Documenti

Questa Tab serve per l’invio dei DDT via e-mail, anche in modo massivo.
Per ogni DDT, la mail viene presa dalla rubrica del Cliente, in base alla parametrizzazione fatta nel Setup [CONF. PER INVIO MAIL] -> [CICLO ATTIVO].
Per effettuare l’invio, è sufficiente cliccare su [Avvio Generazione PDF] e Stratega farà tutto quanto necessario; solo, nel caso non trovi un indirizzo email valido, verrà segnalato nei [Messaggi] che non ha potuto effettuare l’invio.

SELEZIONE DOCUMENTI: scelta se inviare il DDT attivo in quel momento, oppure tutti quelli selezionati nella Tab [BROWSE];
INVIA COME MITTENTE: preso dal setup;
CCN: indirizzo di posta elettronica a cui inviare la mail in copia nascosta; molto spesso viene indicato un proprio indirizzo email, in modo da poter verificare l’effettivo invio della email;
ESCLUDI DOCUMENTI GIÀ INVIATI: [S6B6 SP19] se attivo, prima di inviare la e-mail, viene verificato se il flag [E-mail Documento Inviata] è acceso. In questo caso non viene inviata; Se non è attivo, la e-mail viene comunque inviata;
AVVIO GENERAZIONE PDF: Button per avviare l’invio delle e-mail;
ANALIZZATI, INVIATI, ANOMALIE: informazioni per capire lo stato di avanzamento e la quantità di anomalie;
STAMPA DOCUMENTO NON INVIABILI: fa sì che le Offerte non inviabili per mancanza di indirizzo email, o non autorizzazione per questioni di privacy, o qualsiasi altra causa vengano stampati per poterli inviare in altro modo (fax, posta, ecc.);
NOTIFICA ERRORI INVIO CON SMTP: se l’SMTP segnala errori questi sono notificati;
REPORT: [S6B6 SP19] Tramite questo menù a tendina è possibile selezionare il formato di stampa, in modo che alla e-mail venga allegato il modulo corretto;
TABELLA LINK: possono essere linkati anche altri documenti al DDT; ad esempio certificazioni. Anche se appare (per ragioni tecniche) come una tabella, in realtà è utile solo la prima riga; se si desidera inviare più di un documento è necessario concatenare i path con un punto e virgola (;);
MESSAGGI: sono le eventuali delle comunicazioni del programma;

Modalità d’uso

Controlli

Prima di scrivere il documento vengono eseguiti diversi controlli. Se anche solo uno non è valido, viene bloccata la scrittura del documento.
Se attivo il flag [Filtra Centri di Costo in Zoom controllo righe doc. ciclo attivo/passivo] sul Setup [Amministrazione 1]:

Viene verificato che sia presente il [Centro] se il [Conto] lo prevede obbligatoriamente;

Viene verificato che il [Centro] inputato sia tra quelli associati al conto;

[LOTTI] Viene controllato, per gli articoli a Lotto (definito per ogni articolo sull’Anagrafica Articoli), che sia stato digitato almeno un lotto. In caso negativo viene visualizzato il seguente messaggio

Stampa

Dalla versione [S6B6 SP7] la stampa dei dati del Cliente è “storicizzata” sulla base dei dati contenuti sul Tab [Storico] dell’Anagrafica Clienti.

Cliccando su [Stampa], [Anteprima] o [PDF] si attiva il popup visualizzata sulla sinistra.
Tipo di Stampa: I DDT hanno come standard 2 formati di base [Tipo di Stampa]: la [D.D.T] e l’[Etichetta].
La prima serve per predisporre la stampa del D.D.T vero e proprio.
La seconda serve per preparare le etichette ([Num.] serve per inputare il numero delle etichette che si desidera stampare).
Selezione Documenti: [Solo il Documento a Video], [Tutti i Documenti Selezionati]. Permette di scegliere se stampare il solo documento attivo o stampare tutti i documenti presenti nella tabella di [Browse];
Excel; Word; Html: essendo la stampa basata su Crystal Report è attiva la possibilità (dall’[Anteprima], non da [Stampa] [PDF]) di esportarla direttamente in formato Excel, oppure Word oppure HTML;
[Standard]: serve per scegliere il modulo di stampa, qualora ve ne fossero di personalizzati;

Esempi di Stampa

STAMPA D.D.T.

ETICHETTE

Il formato di etichetta che viene fornito con Stratega™, deve essere considerato come un esempio di base.

Note di Rilascio

Previous CONTROLLO SPESE
Next GESTIONE BUONI DI PRELIEVO
Indice contenuti