Documentazione
< Indietro
Print

ANAGRAFICA CLIENTI

Contiene le schede anagrafiche di tutti i clienti attivi e non; La prima parte è la vera e propria anagrafe clienti. Grazie alla tecnica dei Tab, ossia le linguette, per ogni cliente viene mantenuta una notevole quantità d’informazioni.

La parte principale, sempre visibile, contiene i campi:
Mastro: è possibile inserirlo solo durante l’inserimento di un nuovo cliente; I valori validi sono tutti i mastri definiti Cliente nel Piano dei Conti. Con l’aggiunta del codice cliente, diventa il conto cliente per la Prima Nota; il campo è soggetto a Decodifica;
Codice: è il codice cliente; può essere inputato oppure generato automaticamente (come numero progressivo) cliccando su [Auto]; Il codice del cliente sul Piano dei Conti sarà formato dal [Mastro] seguito da un punto (.) e dal [Codice].
Auto: cliccando sul questo Button Stratega™ suggerisce un nuovo Codice Cliente;
Pubblica Amministrazione: [PA] identifica se il cliente fa parte della Pubblica Amministrazione;
Anagrafica, Indirizzo, Località: sono campi “liberi” senza particolari regole; normalmente di 50 caratteri ognuno;
Nazione: campo collegato alla Tabella [Nazioni]; è possibile indicare solo nazioni presenti nella Tabella. Se manca la nazione deve essere prima inserita nella Tabella;
Ordine (Anagrafica, Codice): (Button) permette di scegliere l’ordinamento preferito nella Tab di [Browse] tra Codice o Anagrafica/Ragione Sociale;
Statistica Fatturato Anno In corso: esegue una statistica del fatturato sulla base dei clienti selezionati;
Localizza Cliente con Maps: in attesa di disattivazione;
Genera Mailing: in attesa di disattivazione;
Anagrafica Cliente con Localizzazione Geografica: in attesa di disattivazione;

In fase di conferma (sia in inserimento che in modifica) viene inserita/modificata anche anagrafica del Piano dei Conti concatenando Anagrafica1 e Anagrafica 2 del Cliente.

BROWSE

È la Tab di “navigazione” tra i clienti selezionati con l’ultima ricerca effettuata. In tabella sono riportati alcuni dei campi più indicativi del cliente.
Cliccando su una riga si attiva in modo completo il cliente selezionato che potrà poi essere esaminato e/o modificato nelle altre Tab.

Contatti

In questa Tab è possibile indicare tutti i contatti del Cliente. Essendo la casistica molto articolata è stata suddivisa in alcune SottoTab che, in alcuni casi, sono ancora suddivise: [Rubrica] e [Indirizzi].

Gestione Rubrica

La SottoTab [Rubrica] è fatta di 3 parti: [Riferimenti], [Contatti], [Mailing].

Riferimenti

In questa sezione si possono indicare tutti i riferimenti sia per quanto riguarda persone, telefoni, e-mail o qualunque altro riferimento sia necessario.
Siccome il [Tipo] del contatto è parametrico, i dati registrabili sono fra i più disparati. Tipicamente Telefono, E-mail, Cellulare sono i più gettonati ma si stanno diffondendo i vari interni, nomi di persone ecc.
Come già detto il campo [Tipo] descrive quale categoria di contatto viene inserita, il [Riferimento] invece è un campo alfanumerico che contiene la descrizione del contatto o altro. Il campo [E-mail/Numero] è un dato alfanumerico utile per inserire numeri di telefono completi di prefisso e/o indirizzi di posta elettronica. Come ultima informazione troviamo il campo delle [Note] per specificare ulteriori informazioni relative al contatto.

Qui sotto il significato delle colonne:

Tipo: permette di indicare il tipo del riferimento; è un campo tabellato (Tabella [Descrizioni Utente] CLICOM_TIPO). In questa Tabella si possono aggiungere tutte le tipologie di cui si ha bisogno, ma non è poi necessario caricarle tutte in una scheda cliente. IMPORTANTE: se il cliente è abilitato all’invio dei documenti DEVE esserci la riga [MAIL INVIO DOCUMENTI] (Vedi); per le tipologie utilizzate per l’invio automatico dei documenti è NECESSARIO avere una sola riga per tipologia; se si desidera inviare a più indirizzi si devono inputare nel campo “email” separati da un “punto e virgola” (;);
Riferimento: Persona o Ufficio di riferimento del contatto; campo “libero”;
Email/Numero: campo “libero” dove indicare (a seconda del Tipo riga) un numero o un indirizzo email;
Note: annotazioni varie libere;

Contatti

[CRM] Questa sezione contiene l’elenco dei Contatti del Cliente (con possibilità di avere una Rubrica dedicata a singolo Contatto);

Relazione: contiene il tipo di Relazione del Contatto: è un campo collegato alla Tabella [Descrizioni Utente] CRMLNK_TIPO in cui è possibile inserire, modificare o cancellare (sconsigliato se non in fase di startup o con la certezza che non sia utilizzata) una Relazione;
Contatto: è una scheda presente nella [Anagrafica Prospect] del CRM CONTACT (sono presenti anche i Clienti ed i Fornitori);
Anagrafica, Indirizzo, CAP, Località, PR: descrizioni estratte dalla scheda del Contatto; non modificabili. Da [S6B6 SP19] il campo [CAP] è gestito alfanumerico, così da poter inserire anche gli ZIP Code;
Nazione: è imputabile senza controlli;
Rubrica Contatto: per ogni contatto è possibile inserire una propria rubrica nella forma identica a quella del Cliente descritta sopra;

Mailing

Questa sezione presenta l’elenco delle email inviate al cliente, indicando la data dell’invio, l’indirizzo email a cui è stata inviata e l’oggetto della email; poiché l’invio avviene attraverso il server di posta, Stratega™ non può garantire la reale consegna; tutti le colonne sono di semplice esame.

Indirizzi

Nella SottoTab [Indirizzi] è possibile codificare tutti gli indirizzi delle varie sedi del Cliente e/o delle persone con cui si è in contatto.
È inoltre possibile indicare per ogni indirizzo l’indirizzo di destinazione merce e l’indirizzo di destinazione fattura preferenziale (il programma di fatturazione differita DDT provvederà in questo caso a generare fatture diverse al variare dell’indirizzo di spedizione fattura abbinato all’indirizzo di destinazione merce presente sul DDT).

N.B.: I dati inseriti in questa sezione vengono proposti sui vari programmi di gestione documenti (offerte, ordini, DDT, ecc.).

Obbligo Indicazione Indirizzo Spedizione: fa sì che sia obbligatorio indicare un indirizzo di spedizione alternativo nell’inserimento di documenti in Ordini e DDT;
Cod (Codice): è il codice dell’indirizzo alternativo; servirà poi per richiamare nei documenti l’indirizzo alternativo;
Tipologia: collegato alla Tabella [Descrizioni] INDSPE_TIPO. Indica il tipo di indirizzo alternativo. Nella tabella possono essere aggiunte o modificate le tipologie;
Anagrafica, Extra, Indirizzo, CAP, Località, PR: campi di libera imputazione. Da [S6B6 SP19] il campo [CAP] è gestito alfanumerico, così da poter inserire anche gli ZIP Code;
Nazione: campo collegato alla Tabella [Nazioni];
Sped (Spedizione): [Modalità di Spedizione]; (da gestire tramite Tabella di Decodifica);
Vettore, Spediz: campi collegati alla Tabella [Vettori]. Attivo lo [Zoom][F7];
Deposito: è l’eventuale deposito di riferimento; è collegato alla Tabella [Depositi di Magazzino];
Agente, Agente1, Agente2: per ognuno degli agenti è possibile imputare il codice (collegato alla Tabella [Agenti]) e la provvigione di base; in questo modo è personalizzabile l’agente in base all’indirizzo di spedizione;
Default: indica quale indirizzo deve essere considerato quello di base da indicare in automatico in fase di inserimento dei documenti; analogo significato nel caso indirizzo di spedizione fatture;
Sped Fattura (Spedizione Fattura): è il codice dell’indirizzo alternativo a cui inviare la fattura; fa riferimento agli indirizzi di invio delle fatture della stessa tabella degli indirizzi alternativi;
Note: [S6B6 SP10] campo di libera imputazione senza controlli;
Codice Fiscale, Partita IVA: [S6B6 SP14] campi di libera imputazione senza controlli; questi valori sono utili per la della Black-List negli indirizzi di spedizione;
Tipo Accisa, Descrizione, Acc. Sospensione: collegata alla Tabella [Descrizioni Utente] ANACLI_FLACCISA;

Sotto la SottoTab degli indirizzi ci sono ancora 2 ulteriori Tab: la prima è una [Rubrica] per poter impostare per ogni indirizzo alternativo gli eventuali riferimenti/contatti (vedi [Rubrica]); la seconda per dare informazioni sulla Distanza:

Fascia KM: campo collegato alla Tabella [Descrizioni Utente] CLIENTICRM_FASCIA_KM nella quale è possibile inserire e/o modificare le possibili fasce;
Distanza: è la distanza in KM per arrivarci;
Tempo medio: e il tempo medio di percorrenza (campo tempo);
Mezzo: collegata alla [Anagrafica Mezzi] di trasporto; indica qual è il mezzo con cui normalmente si raggiunge la destinazione;

N.B. La Tab della [Distanza] non è realmente una tabella … per ragioni tecniche appare come tale, ma è possibile inserire una sola riga.

Condizioni

Le Condizioni indicano le caratteristiche usuali con cui si accettano ordini o si emettono fatture al cliente. Non sono vincolanti in quanto su ogni documento emesso sarà possibile variarli.

Valuta: è la valuta con cui normalmente si emettono i documenti. È collegata alla Tabella [Valute];
Controvalore: (controvaluta) Valuta; collegata alla Tabella [Valute]. Per gestione doppia valuta (Es. Euro e Lira);
Pagamento: è il codice della modalità di pagamento; è collegata alla Tabella [Condizioni di Pagamenti];
Nostra Banca: è il codice della Nostra Banca dove devono avvenire normalmente i pagamenti da parte del Cliente; è collegata alla Tabella [Banche]. Da qui non è possibile inserire o modificare i dati della Banca;
Rif. ABI/CAB: è l’ABI/CAB della banca del Cliente che serve per poter appoggiare le RIBA. È collegata alla Tabella [Codici ABI/CAB] anche se non è possibile da qui inserire o modificare;
C/C, BBAN, CIN, IBAN, BIC: sono campi in cui è possibile inserire tutti gli estremi della banca del cliente;
Listino: è il codice del listino di default a cui è assoggettato il cliente. È collegato alla Tabella dei [Listini];
Spedizione: è il codice del tipo di spedizione di default con cui viene inviata la merce al cliente. È collegato alla Tabella [Modalità di Spedizione];
Imballo: è il tipo di imballo normalmente usato per la spedizione al Cliente. È collegato alla Tabella dei tipi di [Imballo];
Consegna: è la modalità con cui viene resa la merce al cliente. È collegato alla Tabella delle [Modalità di Consegna/Intra];
Vettore 1, Vettore 2: è possibile indicare i codici dei vettori. È collegato alla Tabella [Vettori];
Ns Codice di Riconoscimento: codice per AB ASSET: integrazione per OFFIX;
%ISTAT: percentuale di rivalutazione dei canoni (non obbligatoriamente la percentuale ufficiale ISTAT);
Inserisci Codice Fiscale in Flusso Ri.Ba.: [S6B6 SP19] In presenza di gruppi societari per cui la Partita IVA di gruppo è la medesima e il codice fiscale differente, viene richiesto di valorizzare nel tracciato RIBA il codice fiscale della singola società al posto della Partita IVA di gruppo. Per gestire questa specifica casistica è presento questo flag. Se attivato determina la scrittura del Codice Fiscale al posto della Partita IVA nella generazione del flusso RIBA;
Aggiorna Banca di Appoggio: Modificando il campo [Rif. ABI/CAB] (ovverosia scegliendo una differente banca di utilizzo per il cliente) e barrando l’apposito flag, il Button si attiva e alla pressione propone l’elenco dei documenti sui quali applicare la modifica delle coordinate bancarie (che sono offerte clienti non evase, ordini clienti solo inevasi e parzialmente evasi, DDT non fatturati e Fatture non contabilizzate, nei modulo CRM i Contratti) selezionando e confermando i nuovi dati sovrascriveranno quelli precedenti;
Aggiorna OFF/ORD/BOL: si attiva se vengono variati alcuni campi (vedasi come esempio listino, pagamento) e permette di aggiornare in automatico tutte le Offerte in corso, gli Ordini aperti (comprese le righe Evase e Parzialmente Evase) e le DDT non ancora Fatturate;
Riquadro Condizioni di Pagamento: questo riquadro permette di avere condizioni particolari di scadenza per 2 mesi all’anno nei quali si possono avere difficoltà da parte dei clienti per effettuare i pagamenti in quanto fermi per ferie o festività (tipicamente agosto e dicembre);
1° mese escluso: è il numero del mese che deve essere gestito in modo particolare;
Dal giorno … al giorno: indica il periodo del mese in cui fare questa gestione (se non indicati valgono per tutto il mese);
Posticipa al: indica il giorno del mese successivo in cui spostare la data di scadenze;
2° mese: la gestione è identica a quella del 1° mese;

Dati per Gestione Punto Vendita
Tessera n.:
Numero Punti:
Da Trasferire:

Fatturazione

Tutte le specifiche relative alla fatturazione si trovano in questa sezione.

Raggruppa Ordini in Evasione: se attivo, nel caso di più ordini con lo stesso articolo, li visualizza come una sola riga;
Raggruppa Scadenze su Effetti: se attivo e ci sono più di una RIBA per lo stesso cliente e la stessa scadenza da presentare, esegue il cumulo permettendo così un risparmio sulle spese bancarie;
Fattura Solo se Ordine Evaso: blocca la fatturazione se l’ordine è ancora aperto; N.B. è bloccante, di conseguenza fare molta attenzione nella gestione del fine mese perché potrebbero insorgere problemi in quanto NON è possibile fatturare una DDT in un periodo IVA diverso da quello del mese emissione della DDT;
Raggruppa Contratti: [CRM] nella gestione CRM SERVICE permette di non dettagliare le righe per ogni singolo contratto ma permette che i codici possano venire raggruppati;
Addebita Spese Incasso: abilita la gestione delle spese di incasso sul cliente;
Addebita Spese Trasporto: abilita la gestione delle spese di trasporto su cliente;
Imposta di Bollo a Carico Azienda: [S6B6 SP19] se attivo questo flag, l’eventuale bollo applicato sulla fattura non verrà addebitato al cliente, ma resterà a carico dell’Azienda;


Fatturazione DDT/Ordini (Gestione Differita DDT/Ordine)
Non Raggruppa: emette una fattura per ogni DDT;
Raggruppa: se nel periodo considerato dalla fatturazione vi sono più DDT per lo stesso cliente emette una sola fattura;
Non Raggruppa a Fine Mese: fattura il cliente solo a fine mese senza raggruppare le DDT/ordini; N.B. per il calcolo delle scadenze vale la data di decorrenza indicata sulla DDT;
Raggruppa a Fine Mese: Se il cliente ha questa selezione la fatturazione differita di questo cliente viene effettuata solamente se nei programmi di Fatturazione Differita viene messa la spunta sul flag [Fattura Anche Clienti a Fine Mese];


Conversioni Documenti con Valute Differenti: gestione automatica del cambio prezzo nel caso di valuta listini/prezzi e valuta documento differenti
Nessuna:
Automatica:
Opzionabile:
Tipo Fatturazione: collegato alla Tabella [Descrizioni] CLIVEN_TIPFAT (al momento solo codice 0 <zero>)
Tipo Fatturazione CONAI: collegato alla Tabella [Descrizioni] CLIVEN_TIPFAT_CONAI. (0; 1->Netto; 2->Nettissimo; 3->Netto CONAI Nettissimo)

Eccezioni Spese

Per ogni cliente è possibile personalizzare le spese definendo le eccezioni rispetto alla [Gestione Spese] STANDARD.
Il funzionamento è del tutto analogo alla gestione standard (valida per qualsiasi cliente), solamente ha priorità più alta rispetto a quella.

N.B. Questa gestione delle spese è incompatibile con i flag di addebito trasporto o spese in fattura.

Spese Standard

Riprende la [Tabella Spese] per far esaminare le spese standard: non sono ammesse modifiche; è una semplice visualizzazione.

Esenzioni CONAI

[CONAI] Per la Gestione CONAI è necessario indicare il [Tipo di fatturazione CONAI], vale a dire il peso che deve essere considerato per il calcolo del CONAI (lordo, netto …) e, nella SottoTab [Esenzione CONAI], è necessario indicare l’eventuale filiera esente con la rispettiva percentuale di esenzione e l’eventuale nota che si vuole venga stampata sul documento.

Fatturazione Interventi

[CRM] In questo Tab (presente da [S6B6 SP13]) è possibile inserire le condizioni standard di fatturazione interventi (CRM SERVICE MANAGER).

ADDEBITO CHIAMATA
Addebito diritto di chiamata con 3 possibili valori NON ADDEBITA (non c’è il diritto di chiamata); ADDEBITO X RAPPORTINO (viene applicato 1 sola volta per intervento indipendentemente dal numero delle persone che intervengono); ADDEBITO PER TECNICO (viene applicato una volta per ognuno dei tecnici intervenuti);
Attivazione Diritto di Chiamata (minuti) (con limite minimo e massimo): se limite minimo significa che NON attivo diritto di chiamata per interventi inferiori alla soglia in minuti; se limite massimo NON applico diritto di chiamata per interventi superiori alla soglia in minuti;

ARROTONDAMENTO DA APPLICARE
Soglia di Attivazione Arrotondamento (minuti): indica dopo quanti minuti applicare l’arrotondamento (alla soglia superiore);
Arrotondamento da Applicare (minuti): indicata a quanti minuti applicare l’arrotondamento (30, 60 etc.);

TABELLA: permette di indicare per ogni servizio se deve essere fatturato a qualcuno di diverso;
Servizio: codice del Servizio; è collegato alla Tabella dei [Tipi di Servizio]; è attiva la [Gestione][CTRL+F7] per poter inserire e/o modificare un servizio;
Rifattura A: codice del cliente a cui va rifatturato il servizio; collegato all’Anagrafica [Clienti];

Per attivare i parametri di addebito chiamata impostati sul Cliente, in Gestione Contratti deve essere impostato l’addebito diritto di chiamata con [Segue condizioni cliente].
Se impostato un conto di rifatturazione o una soglia e arrotondamento nel Cliente, questi verranno automaticamente presi in considerazione in fatturazione interventi.

Fatturazione Elettronica

[FE] In questo Tab (presente da [S6B6 SP19]) è possibile inserire le informazioni necessarie del cliente, per quanto riguarda la Fatturazione Elettronica.

È necessario valorizzare il riquadro [Tipo Fatturazione Elettronica] a scelta fra:

  • Pubblica Amministrazione;
  • B2B/B2C: fatturazione verso persone fisiche e giuridiche private.
    Da [S6B6 SP20] questo è il valore impostato di default inserendo un nuovo cliente;
  • Nessuno: esclude l’anagrafica dall’emissione della fattura elettronica (da valorizzare ad esempio per clienti esteri per il quale non si intende inviare fattura elettronica a SDI);

Nel caso il destinatario della fattura sia una pubblica amministrazione:

  • è obbligatorio caricare nel Tab[Ufficio], il/i codici ufficio al quale è destinata la fattura, con descrizione appartenente all’Amministrazione di cui all’articolo 1 del DM 03 aprile 2013, N. 55; il suo valore deve corrispondere a quello presente nel campo Codice Ufficio UNIVOCO riportato nella rubrica “Indice PA” disponibile al seguente link: WWW.INDICEPA.GOV.IT
  • Nel caso la Pubblica amministrazione abbia più uffici, è possibile associare un indirizzo di spedizione fra quelli disponibili per il cliente: se la fattura riporta tale indirizzo di spedizione, verrà automaticamente associato il relativo codice ufficio in fase di scrittura fattura elettronica.
  • Nel caso in cui la pubblica amministrazione (o un qualsiasi cliente) che riceve la fattura elettronica non sia in grado di leggere le righe di commento della fattura riportate nel file XML, attivare il flag [Escludi righe di commento in generazione fattura elettronica].
  • Successivamente alla compilazione della tabella [Elenco Uffici PA], è possibile indicare l’ufficio di default ([Codice Ufficio]) da utilizzare per l’invio delle fatture elettroniche (nel caso sia uno solo).
  • Riferimento amministrazione: da indicare solo se richiesto dalla pubblica amministrazione

Nel caso il destinatario della fattura sia di tipo B2B/B2C:

  • È possibile compilare il codice destinatario e/o l’indirizzo PEC destinatario per la fatturazione elettronica se comunicati dal proprio cliente. Se il cliente non possiede un codice destinatario, la procedura di generazione fattura elettronica assegnerà in automatico tale valore: con sette zeri “0000000” se cliente di nazionalità italiana, oppure sette X “XXXXXXX” se cliente di nazionalità estera/membro CEE come previsto dal protocollo 89757/2018 in merito alle regole tecniche per l’emissione della fattura;
  • Se il cliente destinatario non possiede un codice destinatario o un indirizzo e-mail PEC, la fattura elettronica verrà comunque generata ed inviata al sistema di interscambio (SDI). Visionare a tal proposito il punto 3 “Recapito della fattura elettronica” presente nelle Regole tecniche per l’emissione e la ricezione delle fatture elettroniche.

Sconti

In questa Tab si trovano le varie tipologie di sconti. Gli sconti cassa e gli sconti articolo sono sconti incondizionati a scalare (fino ad un max. di 3). Per sconti a scalare si intendono sconti applicati all’importo scontato dagli sconti precedenti. Ad esempio uno sconto 5+3 non corrisponde all’8% ma al 7,85%.
Ma la gestione più importante di questa Tab è la gestione degli sconti in base all’incrocio tra il listino cliente e le classificazioni degli articoli.
In pratica, indicato un listino (vedi Tabella [Listini]) posso avere fino a 3 sconti (sempre a scalare) ed applicarlo per solo alcune categorie; per una maggiore personalizzazione in base alle esigenze dell’azienda, le categorie sono le Classificazioni dell’Anagrafica Articoli [Classificazione] che sono totalmente personalizzabili. Per scopi molto specifici è possibile indicare anche un prezzo (che però azzera gli sconti).

Listini

È la Tab dei prezzi/sconti speciali per articolo.
Attraverso 2 SottoTab vengono gestiti sia i prezzi speciali di vendita, sia i prezzi delle fasi lavorazione per la gestione della Produzione e/o del Conto/Lavoro.

LISTINO

Poiché questa tabella incrocia cliente/articolo è stata sfruttata anche per poter indicare note che possono essere importanti nei documenti verso il cliente.

Articolo: è ovviamente collegato all’Anagrafica [Articoli]; una volta inserito non è modificabile. Posso ovviamente annullare la riga ed inserirne un’altra con il nuovo codice. In fase di inserimento di una nuova riga è anche ammessa la Gestione per poter inserire un nuovo codice articolo;
Sconto1, Sconto 2, Sconto 3: sono i 3 possibili sconti sull’articolo, sempre a scalare, mai come somma. Qualora il prezzo sia zero lo sconto verrà applicato sul prezzo di listino;
Prezzo: è il prezzo “speciale”. Possono tranquillamente coesistere sia gli sconti che il prezzo speciale per questioni di opportunità e/o marketing;
Un.Ven (Unità di Vendita): [GUV] rappresenta la quantità/confezione di vendita a cui si riferisce il prezzo; questo campo è attivo solo quando è attiva la Gestione delle Unità di Vendita (Setup->Vendite->Vendite_1);
Data Val (Data di Validità): è la data a partire dalla quale si applica il prezzo speciale;
Codice Articolo Cliente; Descrizione, Disegno, Revisione: campi liberi, molto utili se il cliente richiede che sui documenti vengano indicati i suoi codici articolo e/o un proprio riferimento;
UnMis: unità di misura: se si deve vendere al cliente con una unità di misura differente rispetto sia a quella del magazzino, sia a quella prevista in generale per le vendite;
% Provv (Provvigione): è la percentuale di provvigione dell’agente;
Imballo: nel vaso devo usare un imballo diverso da quello standard previsto dall’articolo;


LISTINO X QUANTITA’: Stratega™ permette di avere per ogni articolo una tabella per soglia di quantità: al superare una certa soglia potranno essere applicati sconti e/o prezzi diversi. Si intende che se la quantità è inferiore alla prima soglia gli sconti e i prezzi saranno quelli precedentemente descritti.

LISTINO LAVORAZIONE

[PROD] La struttura dei prezzi speciale è applicabile anche nel caso di conto/lavoro. La gestione è del tutto simile alla precedente con l’aggiunta della fase di lavorazione.

Fase (descrizione): [PROD]
Articolo, Unità di Misura, Sconto 1,2,3, Prezzo, Data Validità, Codice Articolo Cliente: identici nel significato e nella gestione alla Tab [Listino] descritta sopra;
Coeff.Mag (Coefficiente Magazzino):
Listino per Quantità -> Costo Fisso:

Identificazione

Questa Tab è estremamente importante per la classificazione del cliente; determinante ai fini di successive elaborazioni statistiche e non. Quasi tutti i campi sono decodificati e reinterpretabili in base alle esigenze dell’azienda.

Area: è l’area geografica di appartenenza; collegata alla Tabella [Aree]. È attiva la [Gestione][CTRL+F7] (tasto destro del mouse) per permettere l’inserimento e/o modifica delle Aree;
Zona: è la zona di appartenenza; collegata alla Tabella [Zone]. È attiva la [Gestione][CTRL+F7] per permettere l’inserimento e/o modifica delle Zone.
Macrotipologia: è per indicare una prima tipologia del cliente; collegata alla Tabella [Descrizioni Utente] CLIVEN_MACRO. È attiva la [Gestione][CTRL+F7] per permettere l’inserimento e/o modifica delle Macrotipologie;
Microtipologia: è per indicare una seconda tipologia del cliente; collegata alla Tabella [Descrizioni Utente] CLIVEN_MICRO. È attiva la [Gestione][CTRL+F7] per permettere l’inserimento e/o modifica delle Microtipologie;
Tipo Cliente: è un’altra classificazione del cliente; collegata alla Tabella [Tipologie Cliente]. È attiva la [Gestione][CTRL+F7] per permettere l’inserimento e/o modifica delle Tipologie Cliente;
Classe Cliente: è un’altra classificazione del cliente; collegata alla Tabella [Classe Cliente]. È attiva la [Gestione][CTRL+F7] per permettere l’inserimento e/o modifica delle Classic Cliente;
Lingua: È la lingua con cui emettere i documenti; collegata alla Tabella [Lingue]. È attiva la [Gestione][CTRL+F7] per permettere l’inserimento e/o modifica delle Lingue;
Fornitore: se il cliente è anche Fornitore in questo campo può essere indicato il codice; collegata all’Anagrafica [Fornitori]. È attiva la [Gestione][CTRL+F7] per permettere l’inserimento e/o modifica di un Fornitore;
Gruppo: se il cliente fa parte di un gruppo ed il gruppo è codificato qui è possibile indicarne il codice; attivo lo [Zoom][F7];
Azienda Dedicata: permette di indicare su quali Aziende è possibile vedere questo cliente; in questo modo è possibile evitare che in alcune aziende presenti alcuni clienti possano essere utilizzati.
Classificazione: sono 9 classificazioni “libere” in cui è possibile modificare l’intestazione. Ogni campo è collegato ad una Tabella sulle [Descrizioni Utente] ANADEF_DEF01 … 02 … 03 etc.; l’intestazione si trova nella tabella ANADEF-DEF01 … 02 … 03 ATC.

Agente

Si possono indicare fino a 3 agenti, ognuno con una propria percentuale. Ogni agente è collegato all’Anagrafica [Agenti] con attiva la [Gestione][CTRL+F7] per poter inserire e/o modificare una scheda agente.

Nella tabella sottostante è possibile specificare per ogni Tipo di Prodotto (che corrisponde alla prima voce parametrica della classificazione commerciale del cliente stesso) ulteriori informazioni. Per ogni tipo di prodotto, infatti, è possibile specificare l’agente che propone la linea di prodotto al Cliente e le provvigioni particolari per la famiglia di articoli in esame. È infatti possibile che un cliente seguito da un certo agente si rivolga ad un altro agente specializzato per certi prodotti.
Risorsa Associata: possibilità di collegarsi alla Tabella [Risorse Umane];
Aggiorna Ordini: questo Button esegue un aggiornamento degli ordini attivi in base a quanto previsto dalla scheda;

TABELLA TIPO PRODOTTO/AGENTI
Tipo Prodotto: È la classificazione commerciale 1 (senza però prendere l’intestazione personalizzata);
Agente: è l’agente di default per quel tipo prodotto; Attivo [Zoom][F7] e [Gestione][CTRL+F7];
% Provv: è la percentuale di provvigione per quel tipo prodotto;
Pag, Mod. Pagamento (Modalità di pagamento): Codice Pagamento e relativa descrizione; Attivo lo [Zoom][F7] e [Gestione][CTRL+F7];
Sc1, Sc2, Sc3: Sconto1, Sconto2, Sconto3 (a scalare);
Agg.Ord.: attiva il Button [Aggiorna Ordini]; attiva la modifica massiva di tutti gli ordini/righe con le caratteristiche indicate sulla riga con il relativo agente/provvigione;
List. (Listino): indica il listino da applicare; attivo lo [Zoom][F7] e [Gestione][CTRL+F7];

Dati fiscali

In questa Tab troviamo tutti i dati necessari per compiere gli adempimenti fiscali oltre a molte altre informazioni.

Data Immissione (non modificabile): è la data in cui è stato inserito il cliente;
Ultima Variazione, Utente (non modificabile): è la data in cui è stata effettuata l’ultima modifica e lo username della persona che l’ha effettuata;
N.B. anche se non modificabili, sui tre campi precedenti, in fase di [Ricerca] è attivo il [QBE Extra][F6];
Data Emissione Prima Fattura: è la data della prima fattura emessa;
Data Dichiarazione Fallimento: [S6B6 SP17] è la data in cui è stato dichiarato il fallimento del cliente.
Oltre ad essere a scopo informativo questo dato è necessario nel caso di IVA per Cassa a seguito di procedura di fallimento di un cliente. In questo caso l’IVA per cassa non diviene più esigibile per le partite non incassate che superano il termine di 365 giorni dalla data fattura.
Se questa data viene compilata verranno escluse dalla Liquidazione IVA e dalla Stampa Movimenti IVA per cassa, le partite che rientrano nel caso particolare;
Codice Fiscale: codice fiscale del cliente; con  (check) esegue il controllo formale di validità per Codici Fiscali di Persone Fisiche italiane;
Forma Giuridica: 3 possibilità (PERSONA FISICA; SOCIETA’ DI PERSONE; SOCIETA’ DI CAPITALI): collegato alla Tabella [Descrizioni] ANACLI_FORMA_GIU. Attiva [Gestione][Ctrl+F7];
Data Costituzione, Data Scadenza: campi non obbligatori;
Partita IVA: è la Partita IVA (VAT Number). Il controllo su questo campo (comunque non bloccante) avviene solo se la forma giuridica è diversa da persona Fisica ed è attivato il flag a setup (Tab [Amministrazione] -> [Amministrazione 1]);
Stato: attualmente ATTIVO; SOSPESO; ANNULLATO; CAMBIO PARTITA IVA.
Il dato è, di fatto, solo informativo e non comporta blocchi nell’emissione documenti o nella Prima Nota; collegato alla Tabella [Descrizioni] ANAGRA_STATO;
N.B nello zoom standard della ricerca per clienti è attivo il flag [Mostra Solo Attivi] che permette di visualizzare solo i clienti attivi, ma disattivandolo si rivedono tutti (Vedi [Zoom][Clienti]). Attiva [Gestione][Ctrl+F7];
Cognome, Nome, Sesso: da inserire se persona fisica (o società individuale);
Codice Ass.Cred.: per la gestione Ri.Ba.;
Centro di Ricavo: [COA] per assegnare il cliente a un centro di ricavo; collegato alla Tabella [Centri di Costo]. Attivo [Zoom][F7] e [Gestione][Ctrl+F7] per inserire e/o modificare l’anagrafica di un centro.
Codice IVA: (inteso come codice di esenzione IVA) è il Codice IVA da assegnare (come default) a tutte le righe dei documenti del cliente del Ciclo Attivo; questo Codice IVA sovrascrive quello dell’articolo; collegato alla Tabella [Codici IVA]; generalmente viene inserito per clienti esteri o per clienti in deroga alla normale classificazione IVA dei codici articolo. Attivo lo [Zoom][F7];
Contropartita: indica la contropartita (Conto di Ricavo) da assegnare nei documenti del Ciclo Attivo in sostituzione di quello presente sull’articolo; in Caso di Prima Nota IVA è il conto proposto durante l’inserimento durante l’inserimento di una Fattura o di una Nota di credito. Collegato al [Piano dei Conti]. Attivo [Zoom][F7] e [Gestione][Ctrl+F7]
Creditor ID: è il codice per il RID (pagamento);
Trattamento Privacy: sono le autorizzazioni per poter utilizzare i dati del cliente. Moltissima importanza ha l’autorizzazione all’invio di documenti perché senza di essa non avverrà alcun invio di documenti per email;
Assicurazione del Credito
Cliente Garantito: indica se il cliente è garantito o meno;
Data Inizio Cessione/Assicurazione: è la data da cui si avvia tale gestione;
Esenzione IVA
Ns. Riferimento; Rif. Cliente; Plafond Importo; Scadenza: sono dati da imputare se il cliente è in regime di esenzione IVA.
N.B. questa parte è essenzialmente stata sostituita dalla gestione del [Registro Dichiarazioni d’Intento];
Nazionalità: serve per dire se il cliente è italiano (nazionale); di un paese comunitario; o fuori dall’Unione Europea;
Importi su Documenti:
Ivati -> indica che i prezzi sui documenti del ciclo attivo sono compresi di IVA;
Non Ivati -> indica che i prezzi sui documenti del ciclo attivo non sono comprensivi di IVA;
Segue setup -> indica che il cliente segue la definizione di base della procedura;
Elenco Clienti Fornitori: se checkato il cliente viene escluso dalla stampa dell’elenco Clienti/fornitori;
N.B. Le anagrafiche riportanti un codice fiscale che inizia per 8 oppure 9 che non hanno Partita IVA, vengono considerate valide ai fini del controllo P.IVA in quanto si riferiscono a enti pubblici senza scopo di lucro per i quali è giusto che non esista la Partita IVA.

Dic. Intento (Dichiarazioni di Intento)

In questa Tab (presente da [S6B6 SP09]) sono visualizzate tutte dichiarazioni d’intento registrate per il cliente.

Tutti i campi di ogni riga sono senza controlli, fatta eccezione del Codice IVA che è collegato alla Tabella [Codici IVA] e nella quale (ovviamente) si deve indicare un codice IVA in esenzione.
Per inserire le dichiarazioni d’intento è consigliabile usare il modulo specifico: [Registro Dichiarazioni d’Intento].

Ritenute (d’Acconto)

[RIT] Questa Tab deve essere utilizzata per gestire le ritenute “attive” sui singoli clienti, differenziando tipologia e percentuale.

I dati essenziali sono il codice, la tipologia, la % di imponibile, la % di ritenuta , il conto contabile (che servirà per la contabilizzazione) e la causale di riferimento.

Codice, Descrizione: sono campi “liberi”; il codice serve ad identificare un tipo di ritenuta;
Tipologia: le tipologie devono essere precaricate nella Tabella [Descrizioni] RITCLI_TIPO;
Imponibile: è la percentuale del conteggio sull’imponibile;
Perc. Rit. (Percentuale Ritenuta): è la percentuale della Ritenuta d’Acconto da applicare quando si utilizza questo codice/tipologia di Ritenuta;
Conto: è il conto della [COGE] che verrà applicato per default quando si utilizzerà questa tipologia di Ritenuta; collegato al [Piano dei Conti] con possibilità di [Gestione][CTRL+F7] (per inserire e/o modificare un conto);
Causale: è la causale che verrà applicata per default sulla riga della Prima Nota; è collegato alla Tabella [Causali Prima Nota];

Affidamenti

In questa Tab è possibile impostare il fido concesso al cliente e visualizzarne la situazione tramite il Button [Verifica Esposizione].

Status Amministrativo: è un campo collegato alla Tabella [Descrizioni Utente] (CLIVEN_STATO_AMM); la valutazione è libera, non determinata da alcun dato calcolato;
Fido Concesso: deve essere indicato se diverso da quello base presente in Setup (Vendite 1);
Fido Illimitato: se checkato indica che il controllo del fido viene saltato;
Supero Fido: solo esame; indica di quanto è superato il fido in questo momento;
Tabella delle Scadenze Aperte: è una tabella di sola consultazione dove si vede l’elenco delle scadenze con tutti i dettagli Tipo scadenza, Valuta, Totale, Cambio etc.
Verifica Esposizione: cliccando su questo Button si esegue il controllo e la visualizzazione della situazione dello scadenziario del cliente;
Fido Base, Ultimo Insoluto, Ultimo Sollecito: campi di solo esame;
Storico Fido: Storico degli affidamenti; se attiva il flag della Storicizzazione del fido su Setup (Amministrazione 3) la tabella viene automaticamente popolata quando si variano le condizioni di affidamento per il cliente; in alternativa può essere gestita manualmente;

Situazione

La Tab [Situazione] permette di esaminare la Situazione del Cliente; è composta da 2 SottoTab: [DETTAGLIO CONTABILE ESERCIZIO CORRENTI] e [DETTAGLIO FINANZIARIO].
Una prima tabella è comune alle due SottoTab e presenta i saldi del conto nei vari esercizi contabili.
Il Button [Aggiorna] permette di riaggiornare i dati visualizzati (senza dover ricaricare tutti gli altri dati del Cliente).

DETTAGLIO CONTABILE ESERCIZIO CORRENTE

Si tenga presente che la situazione contabile è relativa all’esercizio corrente; se si desiderano i dettagli di altri esercizi si deve procedere prima a cambiare l’anno di esercizio nel MENU OPZIONI.

DETTAGLIO FINANZIARIO

Il Dettaglio Finanziario riguarda le scadenze, che in quanto tali non si riferiscono ad un singolo esercizio contabile ma all’intera storia del conto. Vengono visualizzate solo le scadenze aperte.

Attività

[CRM] In questa Tab sono presentate, in partica, tutte le informazioni relative alle attività che riguardano il cliente in relazione al CRM Contact Manager ed al CRM Service Manager.

CAMPAGNE

In questa SottoTab si trova l’elenco di tutte le Campagne in cui è stato coinvolto il cliente, e nella Tabella sotto la History di ogni campagna.

TRATTATIVE

La SottoTab presenta l’elenco delle Trattative legate al Cliente.

TASKS

La SottoTab presenta la lista delle Attività collegate al Cliente; poiché le task potrebbero essere molte, e quindi rallentare troppo la gestione, per vedere i dati si deve cliccare su [Popola].

CONTRATTI

La SottoTab presenta la lista (ed i dati principali) dei contratti legati al cliente.

Altre Tab, Stampe e Note

Gestione

Questa Tab permette di visualizzare tutti i documenti del Cliente ed è composta da numerose SottoTab, ognuna delle quali visualizza una tipologia di documenti (Offerte, Ordini, DDT, Fatture etc.).
Sono solo delle “semplici” visualizzazioni che si attivano cliccando su [Popola Tabella].

Annotazioni

Si possono scrivere delle annotazioni differenti a seconda delle Aree e delle esigenze:
NOTE GENERALI: annotazioni libere
NOTE INTERNE: annotazioni libere
NOTE AMMINISTRAZIONE: annotazioni libere
N.B. sono campi il cui utilizzo deve essere concordato (e personalizzato) con gli utenti sia a video che in stampa.

Storico

In questa Tab sono storicizzati tutti i cambi di indirizzo del Cliente (per poter stampare correttamente i libri IVA ed i giornali o ristampare i documenti con l’indirizzo corretto del momento dell’emissione del documento)

STORICIZZA: salva l’attuale indirizzo in una nuova riga della tabella con la data proposta al giorno corrente;
ANAGRA, ANAGRA2, INDIRIZZO, CAP, LOCALITA’, PROV: sono modificabili, ma se si utilizza il Button [Storicizza] bisogna fare molta attenzione a cambiare i valori originali.
Da [S6B6 SP19] il campo [CAP] è gestito alfanumerico, così da poter inserire anche gli ZIP Code di molti paesi anglosassoni;;
DATA: è la data di fine validità (ovvero la data fino alla quale quell’indirizzo è valido);

Localizza

In questa sezione si possono indicare i dati relativi alla distanza dal cliente ed ai tempi per raggiungerlo.

FASCIA CHILOMETRICA: legata alla Tabella [Descrizioni Utente] CLIENTICRM_FASCIA_KM;
DISTANZA: in KM;
TEMPO MEDIO DI PERCORRENZA: è un campo tempo che indica il tempo necessario a raggiungere il cliente;
MEZZO USATO ABITUALMENTE: mezzo di trasporto abituale;

SEPA [S6B6 SP20]

[SEPA] In questa Tab è possibile inserire i mandati SEPA (che hanno sostituito quelli dei RID) per la presentazione degli SDD.

Il SEPA Direct Debit (SDD) consente la raggiungibilità di tutti i conti bancari nell’area Sepa (Area Unica dei Pagamenti in Euro) che ammettono addebito diretto. Il Sepa Direct Debit è attivato esclusivamente dal Creditore in virtù di un mandato ricevuto dal Debitore. Il mandato è il documento, cartaceo o elettronico, firmato dal debitore e che autorizza il creditore a inviare disposizioni di incasso a valere sul conto corrente del debitore. Il formato SEPA diventa obbligatorio a partire dal 1° febbraio 2016.

È possibile associare ad un cliente più mandati SEPA (per questo è prevista una tabella): uno per ogni IBAN cliente. In caso di gestione “multi azienda”, in questa form è possibile inserire ed associare solo i mandati legati al codice azienda con cui si accede a Stratega™.

Le informazioni obbligatorie collegate al mandato sono le seguenti:
• IBAN: codice IBAN cliente (obbligatorio). Tale codice deve essere indicato in [Partite & Scadenze] per collegare correttamente il mandato in generazione flusso SEPA in fase di emissione effetti.
• MANDATO: Identificativo univoco assegnato dal creditore al mandato sottoscritto dal debitore (obbligatorio).
• DATA MANDATO: Data alla quale il debitore ha sottoscritto il mandato SEPA (obbligatoria).
• DATA FINE MANDATO: Data per la quale il mandato SEPA non è più valido (facoltativa).
• TIPO SEQUENZA: rappresenta il tipo sequenza di incasso (obbligatorio). Può assumere i seguenti valori:
o FRST: Prima di una serie di disposizioni;
o RCUR: Serie di incassi a scadenze regolari;
o OOFF: Disposizione singola non ripetuta;
o FNAL: Ultima di una serie di disposizioni;

DocFinance

[TES] Sezione per il collegamento dell’Anagrafica Clienti di Stratega™ con il software di Tesoreria DocFinance o Gold

DEROGABILITA’: collegato alla Tabella DFINDEROGA;
VOCE: è la voce corrispondente in DocFinance del Cliente;

Button Genera Mailing

Genera un file (MAILCLI.TXT) con l’elenco dei clienti selezionati con l’ultima ricerca. L’elenco contiene alcuni dati anagrafici (Mastro; Codice; Anagrafiche; Indirizzo; CAP; LOCALITA’; PROV; NAZIONE; CODICE FISCALE; PARTITA IVA).

Button Statistica Fatturato Anno In Corso

Cliccare sul Button produce una stampa di riepilogo del fatturato attivo, questo report è suddiviso in tre blocchi:

  1. Il totale matematico del fatturato (con suddivisione mensile);
  2. La rappresentazione grafica del fatturato con i dettagli mensili;
  3. L’elenco del fatturato suddiviso per cliente, ogni riga cliente contiene un link (GRAFICO CLIENTE), attivo solo nell’anteprima, che visualizza il dettaglio del fatturato al cliente su base mensile;

N.B. alla pressione del Button durante l’elaborazione del report, viene visualizzata la classica maschera di “configurazione” della stampa, in questo caso però nessuna azione di personalizzazione è disponibile, la stampa sarà proposta automaticamente in modalità di anteprima.

Esempi di stampa

STAMPA CONDENSATA

STAMPA DETTAGLIATA

STAMPA INDIRIZZI DI SPEDIZIONE

Note di Rilascio

Previous PIANO DEI CONTI
Next ANAGRAFICA FORNITORI
Indice contenuti